Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Martedì, Mar Ott 2020
  • MotoGP Andalusia: ancora Quartararo in pole, Marquez abbandona

    Qualifiche del MotoGP di Andalusia che regala la seconda pole stagionale al velocissimo Fabio Quartararo, il pilota francese ha regolato ancora una volta tutti i piloti in pista.

  • MotoGP Andalusia: domina Quartararo, ma che Valentino Rossi!!!

    Buona anche la seconda per Fabio Quartararo, partito in testa domina il GP di Andalusia senza mai lasciare a nessuno la possibilità di dare un’occhiata anche da lontano alla prima piazza del podio, le Yamaha dominano una gara orfana di Marquez, ma i motori preoccupano.

  • MotoGP Andrea Iannone: confermata positività, verdetto incerto

    Si è spinto per avere le controanalisi il più velocemente possibile, Andrea Iannone e Aprilia hanno la necessità di pianificare stagione e test, ma il risultato non è stato quello sperato. Le controanalisi effettuate in Germania hanno dato esito positivo alla presenza di steroidi, anche se con livelli molto bassi.

  • MotoGP Andrea Iannone: giudizio rinviato, salta i test di Sepang

    Niente di fatto per ora per Andrea Iannone, il pilota di Vato in forze al team Aprilia ufficiale non è stato assolto dalle accuse di doping.

  • MotoGP Aprilia: da Massimo Rivola forti aspettative

    Una moto tutta nuova, ma soprattutto un team tutto nuovo. Il progetto Aprilia per la stagione MotoGP 2020 è molto ambizioso, parola di Massimo Rivola, atterrato in Aprilia dalla Formula1 proprio per cambiare rotta nel progetto che dovrebbe portare la casa di Noale tra le migliori della competizione.

  • MotoGP Aprilia: positivo il nuovo sistema di partenza

    La prestazione di Aleix Espargaro e di Aprilia nell'ultimo MotoGP di Aragon ha destato non poca sorpresa, se pur vero che si parla del gran premio di casa di Espargaro, c'è stata la buona prestazione di Andrea Iannone a far percepire quel piccolo salto che potrebbe cambiare il colore della partecipazione di Aprilia in Questa MotoGP, da grigio incolore, a quegli sprazzi di nero racing che la moto di Noale porta sulle carene.

    Il tutto sembra stato aiutato anche dal nuovo sistema di partenza simile a quello introdotto tempo fa da Ducati, un sistema ripreso dalle moto da cross, che tramite una leva manda a pacco la forcella per dare modo alla moto di scaricare più facilmente i cavalli senza impennarsi, grazie al cambio delle geometrie. Quello che però ha dato modo di ammirare la moto di Noale sono state la grande accelerazione sul rettilineo ma anche la guidabilità.

    Raffredda un po' gli animi Espargaro, che non manca di far notare che a fine gara ad Aragon ha sofferto non poco per mantenere il ritmo. Resta un risultato positivo che si vorrebbe fosse preambolo per un salto in avanti della casa italiana in MotoGP, ma Espargaro rimanda tutto al 2020 per riuscire a rimanere nelle posizioni che contano in ogni gara.

  • MotoGP Aragon e Superbike Estoril in TV: doppio motoburger

    Campionati mondiali in azione questo week end, la MotoGP affronta la prima delle due date ad Aragon, mentre la Superbike chiude i giochi all’Estoril. La programmazione in TV

  • MotoGP Aragon e Superbike Estoril: Suzuki da mondiale, Davies desmo nel cuore

    Il doppio appuntamento della MotoGP ad Aragon e della Superbike all’Estoril regalano tante emozioni e tante sorprese, Jonathan Rea sesto titolo di fila, una Suzuki torna in testa al motomondiale.

  • MotoGP Aragon in TV: a casa di Marquez tutti contro Marquez

    Dopo una sola settimana il campionato MotoGP torna in pista con i suoi paladini, reduci dall'infuocato week end di Misano il circus si trasferisce in casa degli spagnoli, e attende ancora fuoco e fiamme dopo i duelli a cui ha dato vita Marc Marquez prima con Valentino Rossi durante le qualifiche, e poi con Fabio Quartararo in pista.

    Non accolto benissimo dal pubblico italiano, questa volta Marc gioca in casa, ad Aragon la MotoGP parla spagnolo e il vento è a favore. A insidiare la sua supremazia sono chiamati ancora i piloti che nella stagione hanno dimostrato di avere velocità e guizzo per batterlo, a partire da Alex Rins, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso. Proprio quest'ultimo, deludente a Misano, è atteso al riscatto insieme alla Ducati, che dopo l'Austria sembra aver perso nuovamente smalto.

    Da tener d'occhio Fabio Quartararo ovviamente, che sulla pista di Misano dove la Yamaha MotoGP era a suo agio ha scoperto le carte del suo talento, ora siamo tutti pronti per una riconferma.

    Chi manca? Beh, siamo sempre pronti a rivedere una grande prestazione di Valentino Rossi.

    Programmazione TV su Sky e TV8

  • MotoGP Aragon: gran colpo di Marc Marquez, bravo Valentino!

    Colpo di reni di Marc Marquez che ad Aragon strappa la classifica e distanzia Andrea Dovizioso, mentre un buon Valentino Rossi fa sognare per metà gara. Occhio al ritorno di Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa.

  • MotoGP Aragon: Marquez imprendibile, ma il Dovi da spettacolo

    Marc Marquez demolisce il gran premio di Aragon, e la MotoGP si risveglia da un sogno di qualche gara dove il trono è stato traballante, ma a dare uno sprazzo di gioia a questa domenica incolore ci pensa Andrea Dovizioso, risorge dalle retrovie e dà un tocco di rosso alla domenica spagnola.

  • MotoGP Aragon: Marquez in fuga per la vittoria

    Vince Marc Marquez e piazza qualcosa di più di un ipoteca sul campionato mondiale, regola il principale avversario Valentino Rossi che trova un altro impedimento per il primo gradino del podio, battuto nel finale anche da Jorge Lorenzo.

  • MotoGP Aragon: Marquez un macigno sulle Ducati

    Gara della MotoGP di casa per Marc Marquez che vince ad Aragon, l'incognita impossibile da risolvere stravolge i calcoli del team giapponese e inforca una morbida poco prima della partenza, che lo porta a rompere la resistenza di un Andrea Dovizioso indomito. Convince Andrea Iannone con la Suzuki che arriva sul podio ad un soffio dai due primatisti. Fatica Rossi ma ci mette una malapezza.

  • MotoGP Argentina in TV: Ducati nel mirino di tutti

    Secondo appuntamento per il motomondiale, la MotoGP atterra dall'altra parte del mondo, in Argentina, dove disputerà la seconda gara di campionato, tra conferme e smentite, tra pace "tecnica" o guerra tra le case iscritte.

    Dopo il confronto acceso tra Ducati e 4 case avversarie, Honda, KTM, Aprilia e Suzuki, sull'uso proprio o improprio da parte di Ducati di un ala supplementare, i team si schierano di nuovo sulla griglia di partenza e i piloti sono già pronti ad abbassare la visiera. Si attendo un nuovo confronto tra Andrea Dovizioso, vincitore della gara di apertura in Qatar, e Marc Marquez, sempre pronto alla zampata. Osservati speciali sono le Yamaha di Valentino Rossi e Maverick Vinales, con prestazioni alterne in Qatar, e le Suzuki in grande evidenza nella prima uscita.

    Si corre di sera per l'Europa, il circuito argentino regalerà lo spettacolo delle gare sul palinsesto di Sky intorno alle 19, visibile in diretta sia su Sky MotoGP che in chiaro su TV8, con tutte trasmissioni di intrattenimento delle due reti. Per chi volesse acquistare la sola data è possibile acquistare il week end di gare anche su NowTV.

    Programmazione TV su Sky e TV8

    Acquisto pass su NowTV

     

  • MotoGP Argentina: che botte Marc Marquez! E spunta Crutchlow

    Gara pasticciata quella dell'Argentina, dove pazzo e pazzia diventano protagonisti di un week end che nelle premesse aveva un dominio di Marc Marquez, ma che nella pioggia e nella follia ha trovato spettacolo e strascichi che promettono lunghe chiacchierate al bar e negli studi televisivi. Vince Cal Crutchlow regalando la seconda vittoria a Lucio Cecchinello e la prima piazza nel mondiale, carambola a sponda qua e là Marc Marquez buttando a terra Valentino Rossi, fatica Dovizioso che con l'ultima marachella dello spagnolo raddrizza una Ducati incerta.

  • MotoGP Argentina: fuga Marquez, spettacolo Valentino Rossi

    Dominio assoluto di Marc Marquez nella gara MotoGP in Argentina, ma ad animare lo spettacolo ci hanno pensato due alfieri italiani del calibro di Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, mentre la bagarre tutta tricolore ha dato quel gusto spettacolare ad una gara diversamente scialba.

  • MotoGP Argentina: il Dall'Igna furioso

    Sta per andare in scena il week end dell'Argentina, poco dopo la sentenza che ha sancito la vittoria nel ricorso di quattro case costruttrici contro Ducati e il suo alettone. Se qualcuno potrà aver pensato che Gigi Dall'Igna, responsabile della trovata per molti team irregolare, che la sentenza potesse rasserenare gli animi, quel qualcuno ha sbagliato.

    Anche l'equazione Ducati vince ricorso = Dall'Igna felice è tutt'altro che un'equazione scontata, il direttore sportivo di Ducati Corse, dopo aver incassato la vittoria in corte d'appello, dopo aver incassato anche il commento velenoso dai colleghi avversari, ora si sfoga, perchè dietro a questa vittoria c'è molto veleno.

    Dall'Igna lamenta infatti che per vincere questa controversia Ducati ha dovuto mettere sul tavolo dove erano presenti gli avversari, dati e progetti di quell'ala, progetto costoso e che non aveva intenzione di condividere con altri colleghi costruttori. Colleghi costruttori che ora sono liberi di poter utilizzare lo stesso alettone visto che è stato dichiarato consono, non tanto per la portanza generata, che Dall'Igna ha dovuto rivelare essere nell'ordine dei 400 grammi, ma la diminuzione di temperatura della gomma che in alcuni circuiti può variare dai 6 agli 8 gradi.

    Inoltre Dall'Igna presenta anche la nota spese, e rivela che difendersi in corte d'appello è costato come 5 giorni in galleria del vento.

    Vittoria di Pirro? (PS non quel Pirro Michele)

     

  • MotoGP Argentina: Super Vinales, ma anche Valentino...

    Tocca ancora a Maverick Vinales essere protagonista della seconda gara del mondiale MotoGP e principale indiziato per il titolo 2017, nessuno oppone ferma resistenza, mentre un Valentino Rossi, all'insegna della concretezza, non manca l'appuntamento con il podio. Tutti gli altri assenti ingiustificati.

  • MotoGP Assen in TV: la lepre Marquez è in fuga, si va a caccia?

    MotoGP all'università dei circuiti, quello TT di Assen in Olanda, dove il circus del motomondiale atterra dopo le note vicende della Spagna che hanno dato una certa sterzata al mondiale. Con Marc Marquez ben saldo in testa, saranno gli altri piloti e le altre squadre a dover fare la differenza rispetto all'accoppiata che preannuncia la più vincente di sempre, quella Honda-Marquez.

    Ristabiliti gli equilibri nel box HRC, Jorge Lorenzo è chiamato a riprendere la via della vittoria, possibilmente senza fare altre vittime, mentre sono le Ducati le osservate speciali. Dopo la vittoria di Petrucci, è Andrea Dovizioso a mancare all'appello del gradino più alto del podio, unico pilota ad ora quotato per contrastare lo spagnolo, che però gode della protezione inattaccabile della dea bendata.

    Occhi puntati anche su due incursori che potrebbero mettere lo zampino nella lotta per la vittoria, il giovane Quartararo capace di sfruttare al meglio la velocità della Yamaha M1, e Alex Rins con quella che sembra la moto più guidabile del lotto, doto necessaria ad Assen.

    Ovviamente da non dimenticare il vecchio leone, Valentino ad Assen sa come si fa correre la moto, problemi Yamaha a parte.

    Programmazione TV su Sky e TV8

  • MotoGP Assen: Jorge Lorenzo cade, fuori per due gare

    E' una stagione travagliata per Jorge Lorenzo, che con l'intenzione di rientrare e dare un segnale forte e chiaro alla Honda e ai suoi fan, ha dovuto invece abbandonare il circuito su un'ambulanza dopo essere russolato a 160km/h alla curva sette del tracciato di Assen.

    L'incidente è avvenuto durante le prove del mattino, con Jorge che aveva dichiarato di voler andare forte in questo gran premio, sollecitato anche dal manager del team Honda HRC, a mettere insieme tutto il materiale fornito da Honda per mettere insieme la moto più adatta al suo stile.

    Il tutto dopo il brutto incidente di Catalunya, dove il pilota maiorchino aveva fatto cadere 3 protagonisti della lotta al campionato. Nella caduta Jorge si è fratturato 2 vertebre, la T6 e la T8, che gli causeranno un fermo di due GP, quello di Assen e quello al Sachsenring, lo rivedremo a Brno.

    Lorenzo volerà domani in clinica a Lugano er cercare un rimedio veloce al problema, ma ormai è sicuro che non sarà un problema per il comapagno di squadra.