Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Ott 2020
  • MotoGP Motegi in TV: Marquez libero dalla classifica, chi lo fermerà?

    Gran Premio del Giappone per la MotoGP, con il titolo già assegnato, Marc Marquez sarà ancora più linero da ogni pensiero e preoccupazione, aprendo la manetta senza alcun timore di fare uno zero in classifica.

  • MotoGP Motegi: Andrea Dovizioso superlativo!

    Andrea Dovizioso affonda la corazzata giapponese, con un prestazione dura, coriacea, equilibrista il pilota Ducati porta a casa il GP del Giappone accorciando le distanze su un Marc Marquez mai pago. Brutte le Yamaha, si rivedono nel finale le Suzuki con un buon Andrea Iannone. Fenomenale Danilo Petrucci.

  • MotoGP Motegi: Marquez regala il titolo cosruttori a Honda

    MotoGP in Giappone a favore di Marc Marquez, che doina la gara di casa Honda tenendo a distanza il giovane Quartararo. Lo spagnolo perde la prima posizione solo un per un paio di curve, poi controlla la corsa e regala anche il titolo costruttori alla casa giapponese.

  • MotoGP Motegi: novantesima pole per Marc Marquez

    Pole position per Marc Marquez nella gara di MotoGP di Motegi. In casa della Honda Marc mette in mostra i muscoli se mai ce ne fosse stato bisogno, e regola tutti gli avversari con buona pace di mamma Honda, visto che dal secondo al quarto posto ci sono le Yamaha.

  • MotoGP motomercato-covid: Ducati-Lorenzo, attento Dovi!

    Eppur si muove qualcosa, se il mercato piloti della Superbike sta componendo la griglia di alcuni piloti dei team ufficiali, in MotoGP il fermento invece è davvero tanto.

  • MotoGP Mugello in TV: la passione arde sulle tribune

    E' tempo di passione, è tempo di entrare nel tempio del motociclismo, la MotoGP scalda i motori per affrontare il Mugello, e i piloti si preparano alla passione di un popolo infinito. Come ogni anno le tribune e gli spazi intorno al circuito italiano saranno presi d'assalto, non resta che dare un grande spettacolo.

    Tutti gli occhi, specialmente quelli degli avversari sono puntati sul campione del mondo Marc Marquez, sempre più consistente nel raccogliere punti e vittorie, contro qualsiasi legge anche della fisica. Con una Honda che sembra l'unico in grado di portare al limite, gli avversari iniziano già a domandarsi se hanno i mezzi per fare la differenza.

    C'è grande attesa ovviamente per lo stormo Ducati, che quest'anno ha dimostrato di avere grandi doti anche nel team Pramac con Jack Miller, ma il più atteso resta Andrea Dovizioso, al quale viene chiesto un cambio di marcia per riprendere il ruolo di contendente al titolo. Al Mugello però ci sarà tutta la tifoseria di Valentino Rossi schierata come sempre, e quindi ci aspetta dal dottore una grande gara.

    Tanti però i piloti che possono avere un ruolo da protagonista sul circuito più infuocato del motomondiale, a partire da Alex Rins, deludente in Francia ma atteso nuovamente tra i primi, Maverick Vinales, ancora disperso nelle retrovie, ma soprattutto quel Jorge Lorenzo che al Mugello è stato protagonista, ma naviga per orain cattive acque, sarà il gran premio della riscossa?

    Programmazione TV su Sky e TV8

  • MotoGP Mugello: dopo Rossi arriva il rosso Ducati

    Sotto il sole della Toscana, non è il celeberrimo film, ma la domenica della MotoGP che ha visto il ritorno di Jorge Lorenzo alla vittoria di una gara, nella forma più autentica del pilota maiorchino, a martello sul cronometro. Ripara Andrea Dovizioso con un secondo posto, Valentino chiude un buon week end, finisce nella polvere Marc Marquez.

  • MotoGP Mugello: Ducati e il Dovi lo dipingono di rosso

    1100, 1200, turbo o nos, i piloti Yamaha e Honda se lo saranno chiesti per tutti i 23 giri della gara, una Ducati incontenibile con un desmo motorone mostruoso porta Andrea Dovizioso alla prima vittoria dell'anno, mentre le Yamaha soffrono e faticano a contenere anche Danilo Petrucci, incredibile terzo.

  • MotoGP Mugello: in tribuna Suzuki per costruire il muro blu

    Suzuki sta vivendo un momento d’oro in MotoGP. Il Gran Premio di Spagna, corso a Jerez de la Frontera domenica 5 maggio, ha visto infatti Alex Rins salire per la seconda volta consecutiva sul podio, dopo la fantastica vittoria di Austin, in Texas. Il pilota di Barcellona ha portato la Suzuki GSX-RR #42 del Team ECSTAR nella top five in tutte e quattro le gare sin qui svolte, a conferma della grande maturità raggiunta a soli 23 anni e della capacità della moto di esprimersi ai massimi livelli su ogni tracciato. E adesso la squadra Suzuki guarda con grande fiducia ai prossimi impegni, l'imminente Gran Premio di Francia del 19 maggio e il successivo Gran Premio d’Italia, in calendario invece il 2 giugno.


    UN POSTO IN PRIMA FILA

    Proprio la sesta prova della stagione, in programma all’Autodromo del Mugello, rappresenta l’appuntamento più atteso per tutti gli appassionati italiani della MotoGP e del Motomondiale in generale. Come ormai accade da diversi anni, Suzuki ha deciso di offrire ai suoi tifosi l’opportunità di assistere al Gran Premio d’Italia da un punto di vista privilegiato e a condizioni uniche. Ha dunque riservato nuovamente la Tribuna Poggio Secco e ora mette in vendita i suoi biglietti a prezzi molto vantaggiosi. La posizione delle sue gradinate è ottimale, con una visuale perfetta su un’ampia porzione della pista e un maxischermo a disposizione per seguire ogni momento della corsa.


    UN MURO BLU

    Suzuki ha creato un pacchetto eccezionale e tanti appassionati hanno già colto al volo la sua offerta. Chi andrà a prenotare il suo posto nei concessionari Suzuki entro il 24 maggio potrà ancora acquistarlo a un prezzo speciale e riceverà assieme al biglietto ben due incredibili omaggi. Sono il pass per accedere gratuitamente a un comodo parcheggio riservato presso il bivio di Figliano e il Suzuki VIP Pack, che comprende una t-shirt con i colori Suzuki MotoGP e un cappellino coordinato. Questi due gadget vanno indossati assolutamente durante il Gran Premio, per tingere gli spalti di blu e per fare sentire tutto il supporto del tifo a Rins e al suo compagno di squadra Joan Mir, spingendoli a dare il meglio giro dopo giro.


    UN'OFFERTA DA NON PERDERE

    I biglietti comprati tramite la rete Suzuki sono incredibilmente convenienti e permettono di risparmiare fino a 20 Euro rispetto a quelli venduti attraverso altri canali, senza considerare il valore economico del parcheggio e del kit di abbigliamento.

    Il biglietto intero Suzuki ha infatti un prezzo di 155 Euro, che diventano 135 per il pubblico femminile. Il ridotto per i ragazzi tra i 14 e i 18 anni costa invece 125 Euro e un ulteriore sconto è infine applicato per gli under 14 nati dopo l’ 1 gennaio 2006, che pagano così soli 77 Euro.

    I biglietti per accedere alla Tribuna Poggio Secco per la gara di domenica 2 giugno consentono di entrare all’Autodromo già a partire dalle ore 21 di sabato 1 giugno e di iniziare quindi sin dalla sera a respirare la calorosa atmosfera del Mugello.

  • MotoGP Mugello: Lorenzo da spettacolo, per Rossi tutto in fumo

    Gara del Mugello dalle vette emozionanti di un duello finale tra Lorenzo e Marquez alle profondità della delusione per la fumata bianca di un Valentino Rossi che poteva lottare per il primo gradino. Cosa resta? Una giornata del Mugello, una gionata magnifica.

  • MotoGP Phillip Island e Superbike Jerez: tra pazzia e tragedia!

    Dall'alba al tramonto, forse è il titolo giusto per una Domenica di gare e passione che tra acuti, battaglie e delusioni hanno regalato grandi emozioni al pubblico degli appassionati. Vincitori dei vincitori, nessuna sorpresa, ne escono a testa alta Marc Marquez e Jonathan Rea, due mostri che stanno stracciando piste e cronometri solo per il gusto di farlo, anche quando non è strettamente necessario.

  • MotoGP Phillip Island o Superbike Qatar? Ma c'è Sandro Cortese

    Domenica variopinta nelle competizioni mondiali, la MotoGP da spettacolo su uno dei circuiti più belli del mondo, Phillip Island, dove Marquez innesca uno degli incidenti più pericolosi del mondiale, in Superbike a Losail Gara2 viene cancellata per problemi meteo lasciando il campionato 2018 incompiuto, ma a salvare i due mondi ci pensa un italo-tedesco, Sandro Cortese che da rookie della Supersport si porta a casa il titolo mondiale, e quindi buona la prima.

  • MotoGP Phillip Island: è Cal Crutchlow show!!!

    Cambiano i premi in palio ma non cambiano i valori, Marc Marquez liberato dalle responsabilità torna dissennato e assaggia l'asfalto, il Vale nazionale risorge dalle retrovie, ma la festa gliela rovina il guascone del campionato, torna Cal il matto!

  • MotoGP programmazione TV: a Jerez il gran premio di Andalusia

    Seconda data ufficiale per questo strano campionato mondiale MotoGP, sullo stesso circuito di Jerez dove si è corsa la prima gara di campionato fine settimana scorsa, si correrà questo secondo GP dell'Andalusia.

  • MotoGP Qatar Free Practice: il solito Marc Marquez

    Le prime due sessioni di prove libere del mondiale MotoGP 2019 ha visto una prima sessione in cui ha primeggiato Valentino Rossi, ma che nella seconda sessione è tornata saldamente nelle mani del campione del mondo Marc Marquez. Tutti attendevano di vedere quali fossero le reali condizioni di Marc, dopo l'infortunio che lo ha rallentato durante i test invernali.

    Dietro a lui un nutrito stuolo di soliti noti, a partire da Maverick Vinales che si conferma in gran forma allo spegnimento del primo semaforo. Chi continua a sorprendere è il rookie di Yamaha Petronas Fabio Quartararo, che insieme a Franco Morbidelli tiene le due Yamaha clienti dentro ai primi 10. Seconda sessione poco fortunata per Valentino Rossi, solo diciassettesimo senza riuscire a migliorare il suo tempo.

    Squadrone Ducati da Jack Miller, virtualmente a podio, mentre Petrucci e Dovizioso seguono non lasciando veramente intendere quale sia il potenziale delle Ducati GP19 per questo inizio di campionato.

    Viaggia ancora alto per ora Jorge Lorenzo, undicesimo nelle seconde libere, ancora in fase di adattamento.

    Classifica:
    1. Marc Marquez Repsol Honda 1m 53.380s
    2. Maverick Viñales Monster Yamaha 1m 53.854s
    3. Jack Miller Pramac Ducati 1m 53.908s
    4. Danilo Petrucci Ducati Team 1m 54.053s
    5. Fabio Quartararo Petronas Yamaha SRT 1m 54.154s
    6. Andrea Dovizioso Ducati Team 1m 54.256s
    7. Franco Morbidelli Petronas Yamaha SRT 1m 54.275s
    8. Alex Rins Suzuki Ecstar 1m 54.320s
    9. Aleix Espargaro Factory Aprilia Gresini 1m 54.367s
    10. Joan Mir Suzuki Ecstar 1m 54.402s
    11. Jorge Lorenzo Repsol Honda 1m 54.428s
    12. Takaaki Nakagami LCR Honda 1m 54.444s
    13. Cal Crutchlow LCR Honda 1m 54.452s
    14. Francesco Bagnaia Pramac Ducati 1m 54.801s
    15. Tito Rabat Reale Avintia 1m 55.032s
    16. Pol Espargaro Red Bull KTM Factory 1m 55.053s
    17. Valentino Rossi Monster Yamaha 1m 55.137s
    18. Johann Zarco Red Bull KTM Factory 1m 55.412s
    19. Andrea Iannone Factory Aprilia Gresini 1m 55.432s
    20. Miguel Oliveira Red Bull KTM Tech3 1m 55.635s
    21. Karel Abraham Reale Avintia 1m 55.654s
    22. Hafizh Syahrin Red Bull KTM Tech3 1m 56.437s
    23. Bradley Smith Factory Aprilia Gresini 1m 56.834s

  • MotoGP Qatar: Andrea Dovizioso incanta il deserto

    La partenza che tutti si aspettavano e desideravano, una partenza col botto rosso in Qatar, dove un grande Andrea Dovizioso prova a cucire la stagione 2017 con la nuova stagione che si apre, regola Marquez con il solito balletto all'ultima curva e abbraccia Valentino sul podio in mezzo al deserto.

  • MotoGP Qatar: è Ducati con un Dovi tutto cuore e testa!

    Vittoria di Andrea Dovizioso nella gara di apertura del mondiale MotoGP 2019, in un finale al fotofinish con Marc Marquez, il pilota Ducati ha dimostrato un'altra volta grande intelligenza, necessaria per regolare il talentuoso campione del mondo. Riemerge Valentino Rossi dalle retrovie, delude Maverick Vinales.

  • MotoGP Qatar: griglia di partenza, Vinales in pole position

    Qualifiche che hanno visto primeggiare Maverick Vinales, il giovane del team Yamaha si prepara ad essere uno dei protagonisti della stagione, a rimettersi in gioco come è stato due stagioni fa. Torna nel mazzo dei contendenti Andrea Dovizioso che parte nella casella accanto, completa la prima fila il campione del mondo Marc Marquez.

    La seconda file vede due piloti che si candidano ad essere seri protagonisti del campionato, uno è Jack Miller, che dotato della versione più aggiornata della Ducati continua a essere tra i protagonisti. L'altro è il rookie Fabio Quartararo, che sulla Yamaha clienti si ferma in quinta piazza.

    Week end disastroso per Valentino Rossi, che continua a non andare d'accordo con la sua Yamaha, e resta addirittura fuori dalla Q2, partirà dalla quinta fila con accanto Jorge Lorenzo.

    1. Maverick Viñales - Monster Yamaha 1m 53.546s
    2. Andrea Dovizioso - Ducati Team 1m 53.744s
    3. Marc Marquez - Repsol Honda 1m 53.745s
    4. Jack Miller - Pramac Ducati 1m 53.809s
    5. Fabio Quartararo - Petronas Yamaha SRT 1m 53.946s
    6. Cal Crutchlow - LCR Honda 1m 54.095s
    7. Danilo Petrucci - Ducati Team 1m 54.200s
    8. Franco Morbidelli - Petronas Yamaha SRT 1m 54.236s
    9. Takaaki Nakagami - LCR Honda 1m 54.239s
    10. Alex Rins - Suzuki Ecstar 1m 54.257s
    11. Joan Mir - Suzuki Ecstar 1m 54.390s
    12. Aleix Espargaro - Factory Aprilia Gresini 1m 54.917s
    13. Francesco Bagnaia - Pramac Ducati 1m 54.472s
    14. Valentino Rossi - Monster Yamaha1m 54.537s
    15. Jorge Lorenzo - Repsol Honda 1m 54.563s
    16. Pol Espargaro - Red Bull KTM Factory 1m 54.740s
    17. Miguel Oliveira - Red Bull KTM Tech3 1m 55.122s
    18. Tito Rabat - Reale Avintia 1m 55.428s
    19. Andrea Iannone - Factory Aprilia Gresini 1m 55.464s
    20. Karel Abraham - Reale Avintia 1m 55.642s
    21. Johann Zarco - Red Bull KTM Factory 1m 55.797s
    22. Hafizh Syahrin - Red Bull KTM Tech3 1m 55.937s
    23. Bradley Smith - Factory Aprilia Gresini 1m 56.036s

  • MotoGP Qatar: programazione TV, si parte

    Conto alla rovesci per l'inizio del campionato mondiale MotoGP, i piloti sono pronti a disputare la prima gara di stagione e gli appassionati attendono lo spegnimento del semaforo. Gara notturna come di consueto per il circuito posizionato nel deserto del Qatar, una cornice come sempre suggestiva, i piloti dovranno sfrecciare oltre i 300km/h aiutati dall'illuminazione notturna del circuito.

    Tanti i protagonisti al via, tante le novità sulle varie selle, e si attende che le prime gare inizino la naturale scrematura. Favorito come sempre il campione del mondo 2018 Marc Marquez, ma insieme a lui si attendono Maverick Vinales e Valentino Rossi su Yamaha, il nuovo compagno di squadra Jorge Lorenzo, le due Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci e la Suzuki di Alex Rins. Da non sottovalutare il nuovo team Yamaha Petronas, che con Morbidelli e Quartararo ha fatto vedere buoni risultati nel test, ma anche al debuttante campione del mondo della Moto2 Pecco Bagnaia con la Ducati del team Pramac.

    Un bello squadrone, tutti a caccia di un unico pilota, il coronatissimo Marquez.

    Anche quest'anno gare trasmesse sul palinsesto di Sky, con il canale cryptato dedicato alla MotoGP con molti approfondimenti, e le gare che verranno trasmesse a volte in diretta a volte in differita su TV8. Il palinsesto del canale satellitare non è al debutto assoluto, visto la presenza quest'anno anche del campionato mondiale Superbike.

    Non resta che attendere il via.

    Programmazione su Sky MotoGP

    Programmazione su TV8

  • MotoGP Qatar: tutti lo aspettavano e Vinales c'è!

    Torna il motomondiale tra conferme e sorprese, sale sul gradino più alto del podio la nuova promessa al titolo Maverick Vinales, che dopo qualche incertezza rompe gli indugi e porta a casa la gara di apertura. Sorprende ancora Valentino, il Dovi conferma il suo potenziale ma è ancora "Solo" secondo nella gara di apertura.