Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Set 2020
  • Alvaro Bautista tra Ducati e Honda, tre giorni alla scadenza?

    Manca orami poco al termine indicato da Ducati ad Alvaro Bautista per il rinnovo di contratto, la casa di Borgo Panigale aveva dato tempo fino al 15 Agosto al pilota spagnolo per accettare l'offerta messa sul tavolo, un'offerta che Alvaro non ha preso bene visto che contempla un ribasso dovuto alla mancanza di risultati negli ultimi round della Superbike, o forse solo una mossa per diminuire quei premi che nella prima parte della stagione, quando Bautista vinceva a mani basse, sembrava rischiare di svuotare le casse del team Aruba.

    Si rincorrono ormai incontrollate le voci di un possibile passaggio di Bautista alla Honda, convinto sicuramente da un ingaggio degno dei giapponesi, ma soprattutto da un progetto di vero rilancio in Superbike per la casa dell'ala dorata. Fallito il progetto della Dorna di tenere le case lontane dalla Superbike, Honda sembra decisa a impegnare la HRC per preparare una moto davvero vincente, partendo da un nuovo modello, o da un aggiornamento, che potrebbe vedere la luce all'EICMA.

    A Tokyo sembrano pronti a entrare in guerra con le case italiane, che da parecchio ormai pensano alle moto sportive prima per la pista e poi per la strada, ma anche con una Kawasaki che ormai da anni è la regina incontrastata elle moto sportive. Sicuramente si sono stancati di essere il fanalino di coda.

    Prima pedina sembra proprio essere Alvaro Bautista.

  • Fine di settimana di Superbike, Jonathan Rea e il giro da sei sorpassi

    Arriva il week end e il motorsport non può mancare, tocca ancora alla Superbike mettere ordine nella vita da lockdown motociclistico, con tanti eventi e contenuti speciali sul sito della World Superbike.

  • Gara2 Superbike Imola annullata: tutti concordi, ma Davies...

    Tutti concordi i piloti della Superbike, nel definire le condizioni atmosferiche di Imola, alla vigiglia di Gara2, troppo pericolose per provare ad affrontare un round in condizioni accettabili di sicurezza, ma qualcuno più di altri è rimasto deluso per quanto poteva ottenere.

    I piloti consultati dalla direzione gara sono stati i tre a podio nelle prime due gare, Jonathan Rea, Chaz Davies e Alvaro Bautista. Sotto accusa l'accoppiata tra le condizioni meteo davvero difficile, e la particolarità del circuito di imola, formato da molti scollinamenti e falsipiani che favoriscono l'accumularsi dell'acqua in alcuni punti.

    Anche Chaz Davie e Jonathan Rea, probabili vincitore di Gara2, pur dispiaciuti per la ghiotta occasione persa prima di tornare su circuiti più conosciuti da Alvaro Bautista, non hanno potuto far altro che arrendersi a madre natura.

    Il più rammaricato resta Chaz Davies, che non ha fatto mistero di questo affiatamento ormai vicino con la Paniga V4, un affiatamento che lo aveva portato sul secondo gradino del podio nella Superpole Race, e che quindi lo rendeva fiducioso per una vittoria che dovrà rimandare ad un prossimo round.

  • Jack Miller su una Superbike? Ci spiega perchè

    Jack Miller su una Superbike, è la notizia che per qualche giorno ha fomentato eroticamente la fantasia di molti appassionati, specialmente ducatisti. Il tutto è avvenuto sul circuito di Catalunya, in Spagna, durante la sessione di test della Moto2 e della Moto3. Dopo l'arrivo di Alvaro Bautista, qualcuno ha ipotizzato la costituzione di un super team comprensivo anche del pilota della Ducati Pramac, che ha girato in sella ad una Panigale V4R.

    Ma era facile immaginare che non potesse essere quello il motivo, Jack Miller è attualmente in sella alla terza moto ufficiale dello squadrone Ducati, con prestazioni che stanno mettendo in luce tutta il suo talento. E' stato lo stesso Jack Miller a chiarire che si è trattato niente di più che di un allenamento, visto che i piloti Ducati sono stati forniti di una Panigale V4R in allestimento di serie, per quello che può essere di serie una V4R.

    Miller ha fatto il paragone con quanto già accade con Valentino Rossi, che gira per allenarsi con una Yahama R1M fornita dalla case dei tre diapason.

  • Jonathan Rea: è un disastro per la Superbike

    E' Jonathan Rea a far sentire la sua voce dopo 4 round della Superbike nel vano tentativo di mettere in crisi lo strapotere di Ducati e di Alvaro Bautista. Undici sconfitte che hanno ben fotografato un campionato nato già finito, che fanno apparire le vittorie di Rea come faticose e sul filo di lana.

    Il 4 volte campione del mondo non esita a dire che quanto sta accadendo "è un disastro per la Superbike", non ha nemmeno timore di dire che chi negli ultimi quattro anni si è lamentato del suo dominio, ora sarà contento. Ma reputa che quanto sta accadendo in pista non è un bene per la Superbike, si dice solo orgoglioso che Ducati per batterlo hanno fatto scendere in pista una derivata dalla MotoGP, pur non negando il grande lavoro di Alvaro Bautista.

    Un mix quello del pilota nord irlandese tra la delusione e l'orgoglio, che però a quel sapore amaro di chi si sente già battuto.

    Su una cosa Johnny ha ragione, si sono tanto impegnati in Dorna a rimettere Rea in mezzo al gruppo, e ora che è fatta c'è una grana ancor più grossa. O per meglio dirla, il gestore si è concentrato così tanto negli ultimi tre anni sul topolino Jonathan Rea, che non ha visto arrivare l'elefante Ducati.

  • La Superbike rovinata

    Un dubbio atroce che si insinua nel loro cuore di motociclisti un po’ bambini: “vale la pena attirare le ire della principessa di casa per guardare Superpole, Gara1, Gara2 e Gara 1 emmezzo?”. Quattro round alle spalle e campionato già finito. E’ quanto gli appassionati della Superbike si trovano come risultato di tanta attività regolamentare. Guardando il topolino Rea, è sfuggito l’elefante Ducati!

  • Superbike 2020: i nuovi limiti di giri motore marca per marca

    Rilasciato da FIM e Dorna l'elenco aggiornato dei nuovi limiti di giri motori per il campionato mondiale Superbike, che partirà il 28 Febbraio da Phillip Island.

  • Superbike Alvaro Bautista: Razgatlioglu ha chiuso la mia linea

    Alvaro Bautista si dice davvero molto dispiaciuto per il triplo zero rimediato a Laguna Seca, ma se ammette l'errore in Gara1 per la scivolata che lo ha portato a ripartire dal fondo della classifica, per Gara2 e la Superpolerace punta il dito contro il turco della Kawasaki Toprak Razgatlioglu.

    Secondo lo spagnolo, Toprak ha chiuso la linea della sua curva senza dargli modo di evitare la sua ruota posteriore, provocando così la caduta che lo ha messo fuori gioco nella Superpolerace, ma che ha causa del dolore alla spalla non gli ha permesso di correre Gara2.

    Un brutto week end quello di Laguna Seca, non così difficile da strappare alla Kawasaki e a Jonathn Rea come ha fatto vedere Chaz Davies, che in Gara2 ha imposto il risultato al campione del mondo con un'andatura davvero indiavolata. I divario in classifica tra Rea e Bautista è ora molto ampio, con 4 round e 12 gare da disputare però nulla è perduto, l'aiuto di Chaz contro lo statista Rea potrebbe diventare fondamentale per strappare più punti possibili a Rea gara dopo gara.

    Se Alvaro vincesse ogni gara e Rea arrivasse sempre secondo, il vantaggio accumulato da Rea sarebbe sufficiente a incoronarlo un'altra volta, diverso se fra loro si frapponesse Davies.

  • Superbike Argentina in TV: titolo assegnato? Tutti liberi di fare bagarre!

    Superbike che attraverso l'oceano per atterrare in Argentina, sul circuito di Villicum, con il titolo mondiale già assegnato e qualche sella già cambiata, resta in ballo il titolo costruttori, che Ducati non ha ancora abbandonato.

  • Superbike Argentina: scandalo al sole, la pista si scioglie, i piloti scioperano

    Tre gare della Superbike disputate sul circuito di El Villicum in Argentina, ma l’evento che ha tenuto banco nel week end è stato il comunicato shock che sei piloti hanno diramato Sabato rifiutandosi di salire in moto,

  • Superbike Australia: è terrore rosso Ducati

    Partito come uno sparo questo 2019 per il campionato mondiale Superbike, l'accoppiata della MotoGP cala in Superbike e fa il vuoto, la derivata Ducati dalla MotoGP e il pilota MotoGP Alvaro Bautista mettono quasi in imbarazzo gente del calibro di Jonathan Rea e moto pluripremiate come la Kawasaki ZX10RR. Tutto lecito o qualcosa da ritoccare?

  • Superbike Ducati: dentro Scott Redding, fuori Alvaro Bautista

    il team Aruba.it conferma che dal 2020 sarà Scott Redding a salire in sella alla seconda Ducati Panigale V4R ufficiale nel campionato Superbike al posto di Alvaro Bautista. Il pilota inglese, attualmente in forza al team Be Wiser nel campionato BSB, lascerà il campionato inglese a fine anno per approdare al massimo campionato delle derivate di serie.

    Si interrompe così ufficialmente la storia tra Alvaro Bautista e il team Ducati, dopo il tira e molla tra il pilota e la casa di Borgo Panigale, che per motivi monetari ha portato il pilota spagnolo a entrare in contatto con Honda, anche se ad ora non è dato per certo il suo ingaggio.

    Intanto Scoot Redding, ancora in corsa per il titolo iridato del BSB proprio su una Ducati Panigale V4R, si è detto felice ed eccitato dalla fiducia che ha voluto dargli un team pronto a giocarsi il mondiale. Da parte sua Ducati porta a casa un pilota capace alla prima stagione su una derivata di serie di giocarsi il mondiale.

  • Superbike Imola in TV: il popolo Ducati attende l'assolo

    Week end di gare per il campionato mondiale Superbike, le derivate di serie arrivano sul tracciato italiano di Imola, dove i piloti saranno impegnati ad arginare lo strapotere della Ducati Panigale V4R di Alvaro Bautista. Con le Yamaha diventate più competitive e alcune moto che possono aspirare ad entrare nel gruppo dei contendenti, è per gli altri gradini del podio che si giocheranno curve. staccate e accelerazioni.

    Sul circuito di casa, sarà Chaz Davies l'osservato speciale, atteso a chiudere il periodo di adattamento sulla 4 cilindri di Borgo Panigale. Restano le incongnite di alcune moto, come la BMW S1000RR e la Honda CBR1000RR a cui i regolamenti hanno fatto alcune concessioni.

    Le gare saranno trasmesse su TV8, Sky MotoGP e Eurosport

    Programmazione TV su Sky e TV8

    Programmazione Eurosport

  • Superbike Imola: prima Superpole stagionale per Chaz Davies

    Superpole del round della Superbike a Imola che ha visto imporsi Chaz Davies sulla Ducati Panigale V4. Il gallese torna a calcare le posizioni che contano dopo un lungo periodo di adattamento alla nuova quattro cilindri. I primi segni di ripresi si erano già visti ad Assen, è ancora presto per sapere come andranno le tre gare, ma è sicuramente sulla via della ripresa.

    Alle sue spalle di piazza Jonathan Rea a poco più di un decimo, mentre il dominatore della stagione, Alvaro Bautista, chiude la prima fila dello schieramento a quasi un secondo dal compagno, segno che lo spagnolo deve ancora prendere confidenza con il tracciato italiano. Segue poi Haslam, che chiude il quartetto delle due case di testa, e poi le accoppiate di Yamaha e BMW.

    Solo dodicesimo Marco Melandri, sul circuito di casa, arrancano ancora fine schieramento le Honda nonostante l'aiuto regolamentare.

    Brutto infortunio durante le prove libere di Eugene Laverty, che quindi non sarà al via del Gran Premio di Imola.

    1 7 C. DAVIES GBR ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 1'45.180
    2 1 J. REA GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 1'45.307
    3 19 A. BAUTISTA ESP ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 1'46.081
    4 91 L. HASLAM GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 1'46.288
    5 22 A. LOWES GBR Pata Yamaha WorldSBK Team Yamaha YZF R1 1'46.306
    6 66 T. SYKES GBR BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 1'46.358
    7 28 M. REITERBERGER GER BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 1'46.599
    8 60 M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha WorldSBK Team Yamaha YZF R1 1'46.794
    9 81 J. TORRES ESP Team Pedercini Racing Kawasaki ZX-10RR IND 1'46.844
    10 11 S. CORTESE GER GRT Yamaha WorldSBK Yamaha YZF R1 IND 1'47.073
    11 54 T. RAZGATLIOGLU TUR Turkish Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR IND 1'47.169
    12 33 M. MELANDRI ITA GRT Yamaha WorldSBK Yamaha YZF R1 IND 1'47.222
    13 87 L. ZANETTI ITA Motocorsa Racing Ducati Panigale V4 R IND 1'47.418
    14 80 H. BARBERA ESP Orelac Racing VerdNatura Kawasaki ZX-10RR IND 1'48.254
    15 23 R. KIYONARI JPN Moriwaki Althea Honda Team Honda CBR1000RR 1'48.290
    16 46 T. BRIDEWELL GBR Team Goeleven Ducati Panigale V4 R IND 1'48.743
    17 21 M. RINALDI ITA BARNI Racing Team Ducati Panigale V4 R IND 1'48.783
    18 52 A. DELBIANCO ITA Althea Mie Racing Team Honda CBR1000RR IND 1'49.084
    19 2 L. CAMIER GBR Moriwaki Althea Honda Team Honda CBR1000RR 2 272,2

  • Superbike Imola: torna Rea, fatica Buatista, e poi la pioggia...

    La Superbike nel round di Imola prende una pausa dal dominio di Alvaro Bautista e della Ducati, Jonathan Rea torna alla vittoria ma la fortuna non è dalla sua parte, Gara2 viene annullata dalla pioggia e beffa lui e il redivivo Chaz Davies.

  • Superbike Jerez in TV: Bautista gioca in casa, si riparte

    La Superbike torna finalmente in pista, dopo lunghe quattro settimane di assenza, le derivate di serie arrivano sul circuito di Jerez, intitolato a Angel Nieto. Il ricordo ormai un po' sbiadito di Imola ci riporta all'unica pista fin qui poco favorevole alla Ducati, e specialmente ad Alvaro Bautista, che affrontandolo per la prima volta non è riuscito a portare al massimo rendimento la sua guida e la potenza della Ducati Panigale V4R.

    Sarà quindi una ripartenza e una trepida attesa per vedere se Ducati riproporrà la sua supremazia, se Kawasaki tornerà ad inseguire Alvaro Bautista pur spremendo ogni cavallo della ZX10RR, e se Chaz Davies visto in grande spolvero a Imola ha finalmente preso confidenza con la nuova quattro cilindri di Borgo Panigale.

    Da non sotto valutare però la bagarre che si può scatenare dietro al solito Bautista in fuga, con le Yamaha ormai arrivate al livello di Kawasaki, e questa BMW S1000RR con in sella Tom Sykes che inizia a far capolino nelle posizioni che contano.

    C'è sempre grande attesa per Marco Melandri, ma anche per le Honda che sono attese al cambio deciso di passo.

    Programmazione TV Sky e TV8

    Programmazione TV Eurosport

  • Superbike Jerez: Melandri punito per l'incidente con Davies

    Restano tesi i rapporti tra Marco Melandri e Chaz Davies dopo l'incidente di Gara2 a Jerez, che ha eliminato entrambe i piloti dalla corsa. La commissione della FIM che ha supervisionato i filmati, ha deciso di sanzionare il pilota ravennate infliggendo 6 posizioni di arretramento nella prossima Gara2 di Misano rispetto alla posizione scaturita dalla Superpole Race.

    Una punizione che Melandri respinge come respinge le accuse di Chaz Davies che non è stato per nulla tenero nei suoi confronti per questo incidente. Secondo Macho Chaz non gli ha lasciato lo stesso spazio che lui aveva lasciato a posizioni invertite nella stessa curva, una specie di fairplay forse, che però sembra non essere quanto era disposto a dare il pilota gallese. Per il resto Melandri bolla come normale incidente di gara quanto accaduto, un po' come aveva fatto anche Rea.

    Un peccato soprattutto per Melandri, visto il week end eccellente che stava portando a casa, con già due podi nelle prime due gare.

  • Superbike Jerez: solo Bautista batte Bautista

    La Superbike torna in pista sul tracciato di Alvaro Bautista, e il nuovo dominatore delle derivate sembra intenzionato a non fare prigionieri, solo un inciampo ferma una nuova tripletta, ma Jonathan Rea non raccoglie, arriva la Yamaha di Michael Van der Mark.

  • Superbike Laguna Seca: è lo spettacolo del cavatappi

    Tre gare sul mitico circuito di Laguna Seca, sul circuito caratterizzato da quella giostra fantastica che è il cavatappi, il campionato mondiale Superbike si sfiderà per altre tre gare e per il rpimato in campionato. Dopo il sorpasso incredibile di Jonathan Rea ai danni della Ducati Panigale V4 di Alvaro Bautista, le quotazioni del campione del mondo in carica si sono riprese.

    Il dominio Ducati è stato spezzato, ma la brama di vittoria e il motorone della Ducati non sono stati domati. Ci sono ancora diversi round da disputare e molti punti da portare a casa. Tra questi contendenti abbiamo visto che diversi altri piloti potrebbero inserirsi, come le Yamaha di Alex Lowes e Michael Van der Mark, la BMW di Tom Sykes, ma anche la Kawasaki del giovane turco Toprak Razgatlıoğlu.

    Appuntamento serale, si corre negli "states", con uno spettacolo a stelle e strisce dentro e fuori dal circuito quasi unico.

    Programmazione su TV8 e Sky

    Programmazione su Eurosport

  • Superbike Laguna Seca: Rea allunga, torna Davies, triplo zero per Bautista

    Un triplo zero di Alvaro Bautista consegna a Jonathan Rea un dominio assoluto del round di Laguna Seca, perentorio ora il distacco in classifica che però sarà duro da difendere fino a fine campionato. Alvaro in crisi, ma Chaz Davies è tornato.