fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Nov 2020
  • Diventare Ambassador Suzuki? L’invito arriva direttamente dai piloti MotoGP

    Prosegue la selezione online per il #SUZUKICHALLENGE2019 organizzata da Suzuki e attraverso la quale la Casa sceglierà i suoi sette nuovi Ambassador sui social network. Arrivati al giro di boa del periodo previsto dal regolamento per presentare le candidature, sono infatti già molto numerosi coloro che si sono proposti pubblicando un post o un video dedicato alla prova di una moto Suzuki. Sino a oggi sono oltre 500 le persone che hanno provato a mettersi in gioco e che tra un mese scopriranno se saranno scelte per rappresentare il marchio di Hamamatsu.

    Un invito dalla MotoGP

    Anche il Team ECSTAR, che difende i colori Suzuki in MotoGP, ha deciso di supportare l’iniziativa ed ha pubblicato uno speciale post sui suoi profili ufficiali Facebook, Instagram e Twitter per invitare tutti i fan a partecipare al casting Suzuki. Una squadra vincente come il Team ECSTAR conosce bene l’importanza dei fans, e proprio per questo motivo ha deciso di sostenere il casting ideato da Suzuki Italia. Per di più, alcuni degli Ambassador avranno la possibilità di vedere da vicino Alex Rins e Joan Mir, già il 15 Settembre, durante il GranPremio MotoGP di Misano dove potranno, inoltre, visitare il Paddock, i Box, la esclusiva Pitlane della MotoGP. Fino al 30 agosto tutti possono ancora inserirsi nella selezione. Chi sarà scelto dalla giuria Suzuki avrà l’opportunità di vivere esperienze esclusive e straordinarie, che sarà poi chiamato a condividere sui social network con gli amici e in generale con gli utenti della rete. Gli ambassador vivranno da veri protagonisti tutto il meglio degli eventi Suzuki: la già citata MotoGP, scuola di guida in pista marchiata GSX-R, V-Strom Academy e tanto altro. Si tratta dunque di un’opportunità unica per mettersi in gioco e provare a entrare da protagonisti nell’emozionante mondo di Suzuki.

    Come partecipare

    Partecipare al #SUZUKICHALLENGE2019 è facile. È infatti sufficiente essere maggiorenni, avere un profilo pubblico su Facebook, Instragram o Youtube e pubblicare un post o un video dedicato alla prova di una moto Suzuki entro il prossimo 30 agosto. Il test può riguardare qualsiasi modello, non necessariamente di proprietà, e può essere fatto anche da un eventuale passeggero. La recensione deve illustrare i pregi e i difetti della moto, raccontare le sensazioni che dà e contenere l’hashtag #suzukichallenge2019. L’eventuale video caricato su Youtube dovrà inoltre essere intitolato “#SUZUKICHALLENGE2019: …….”.

    I contenuti caricati online saranno valutati da una giuria di esperti incaricati da Suzuki, cui spetterà il compito di valutare la completezza della recensione, il linguaggio utilizzato e la capacità della prova di alimentare la passione del pubblico, oltre al seguito di follower del suo autore.

    Un riconoscimento alla qualità

    Con l’iniziativa #SUZUKICHALLENGE2019 la Casa di Hamamatsu vuole dare rilevanza alla qualità dei contenuti al di là dei semplici numeri ottenuti da ogni candidato e promuove un utilizzo dei social costruttivo. il regolamento stilato da Suzuki detta regole precise circa i contenuti che possono essere utilizzati nelle immagini e vuole frenare l’esuberanza di alcuni utenti, specie di YouTube, che potrebbero fornire un esempio negativo per i più giovani. Le recensioni delle moto devono quindi essere fatte nel rispetto del Codice della Strada e del comune senso civico, pena l’esclusione dal contest.

  • Livrea celebrativa per Suzuki nella stagione MotoGP 2020

    Svelata a Sepang, in Malesia, la GSX-RR 2020 che il Team Suzuki Ecstar schiererà nel Campionato del Mondo della MotoGP.

  • MotoGP Catalunya: Quartararo torna alla vittoria, ma attenti a quel blu Suzuki

    Sul circuito di Barcellona la MotoGP ritrova il giovane talento Fabio Quartararo, Dovizioso cede le armi con una caduta alla seconda curva, Valentino ci regala una bella illusione. Attenzione al blu Suzuki.

  • MotoGP Europa: Joan Mir e Suzuki ad un passo dal titolo

    Joan Mir vince la gara MotoGP d’Europa e ipoteca il suo primo titolo mondiale, deludono le Yamaha, assenti le Ducati, Valentino Rossi incassa un altro zero per un guasto alla moto.

  • MotoGP Suzuki: a Silverstone Guintoli al posto di Mir

    Sarà Sylvain Guintoli a prendere il posto di Joan Mir nel gran premio di Silverstone a bordo della Suzuki GSX-RR. Il collaudatore dei prototipi della casa di Hamamatsu, ex campione del mondo della Superbike 2014, prenderà il via domenica prossima per sostituire l'infortunato Mir, non ancora totalmente recuperatop.

    Il pilota spagnolo della Suzuki aveva subito una brutta contusione polmonare durante il week end del GP in Austria, si attendeva un suo rientro, ma dalla Spagna fanno sapere che da un check-up risulta ancora non totalmente recuperato, questione che mette a rischio il pilota specialmente in caso di ulteriore caduta e contusione.

    Davide Brivio ha detto di essere confidente di vedere Mir di nuovo in pista per i test di Misano, per lo meno per testare le sue condizioni fisiche.

  • MotoGP Suzuki: per Valentino Rossi adesso ha anche motore

    Per Suzuki non è più tempo di giocare, non è più tempo per diventare grandi, la GSX-RR è una moto da titolo mondiale, lo dice anche il suo alfiere Joan Mir.

  • MotoGP Valencia in TV: Suzuki e Joan Mir pronti a calare l'asso

    Penultima puntata del campionato MotoGP per l'anno covid 2020, il circus ripete la data sul circuito di Valencia cercando una diversa soluzione finale.

  • MotoGP Valencia: Joan Mir e Suzuki campioni del mondo, ma quel Morbido...

    La MotoGP consegna il titolo 2020 alla Suzuki di Joan Mir con una gara di anticipo, il giovane maiorchino indossa il numero uno nel giorno in cui Franco Morbidelli mette in scena una delle gare più belle.

  • MotoGP: per Joan Mir, Vinales è un irresponsabile

    Suzuki e Mir delusi, sfortunati, e possono certo recriminare su una norma sbagliata, ma scritta nero su bianco. Prendersela con Vinales forse è un po' eccessivo.

  • MotoGP: torna la tribuna Suzuki a Misano

    La stagione 2019 della MotoGP continua a offrire uno spettacolo eccezionale, con un incredibile susseguirsi di sfide mozzafiato. E proprio per permettere a tutti i suoi tifosi e agli appassionati in genere di vivere le emozioni del Motomondiale in modo ancora più intenso, la Casa di Hamamatsu dà ancora una volta opportunità di assistere dal vivo e da una posizione speciale a una gara. Così come lo scorso anno, in occasione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini del prossimo 15 settembre, Suzuki ha dunque riservato un’ampia sezione della Tribuna D, posta all’esterno delle curve del Carro, in uno dei punti più spettacolari del Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, e ora mette in vendita i suoi biglietti a condizioni imperdibili. Non c’è modo migliore per godersi il weekend a bordo pista e ammirare da vicino i piloti ufficiali Suzuki del Team Ecstar, Alex Rins #42 e Joan Mir #36, mentre danno battaglia agli altri campioni della MotoGP.

    Un trattamento privilegiato

    Suzuki ha deciso di proporre un pacchetto eccezionalmente ricco a chi acquisterà i biglietti per il prossimo Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini presso i suoi concessionari e le sue officine. Oltre a una sistemazione ottimale sugli spalti, con un’ampia visuale su curve spesso teatro di fasi mozzafiato e un comodo maxischermo per restare sempre aggiornati sullo sviluppo della gara, i biglietti Suzuki danno diritto al Suzuki VIP Pack, composto da gadget e servizi esclusivi.

    Il VIP Pack comprende prima di tutto un kit d’abbigliamento esclusivo, con una T-shirt Suzuki MotoGp e un cappellino coordinato da indossare per tingere di blu le gradinate. In questo modo si potrà creare un colpo d’occhio molto suggestivo per i piloti, spingendoli a sfruttare tutto il potenziale delle loro GSX-RR e a bissare gli ottimi piazzamenti ottenuti sinora, come la vittoria di Austin, negli Stati Uniti, e il secondo posto di Jerez, in Spagna.

    Del pacchetto VIP fanno poi parte il pass per un comodo parcheggio riservato, a breve distanza dalla Tribuna D, e l’accesso a un’accogliente lounge Suzuki, posta a sua volta in prossimità della tribuna e perfetta per rifocillarsi domenica 15 tra una gara e l’altra.

    Risparmio assicurato

    Presso la rete Suzuki si possono acquistare diverse tipologie di biglietti, tutti molto più convenienti rispetto a quelli offerti dai comuni canali di vendita, senza neppure considerare il valore economico del VIP Pack omaggio. Il biglietto per la sola giornata di domenica ha infatti un prezzo di 140 Euro, mentre quello valido due giorni, che consente di assistere anche alle qualifiche di sabato 14, costa 175 Euro. Per i ragazzi nati dopo il 31 dicembre 2006 accompagnati da un adulto pagante sono disponibili biglietti ridotti, il cui prezzo è di 12 Euro per la domenica e di 20 Euro per la giornata doppia.

    A tu per tu con i piloti

    Il biglietto con validità estesa darà un’opportunità straordinaria: tra gli acquirenti saranno sorteggiati venti fortunati che, nella giornata di sabato, a partire dalle 19, potranno fare un tour guidato dei paddock, dell’hospitality Suzuki e del box del Team Ecstar e vedere così da vicino i piloti. In questo giro ci sarà pure modo di ammirare da vicino la splendida GSX-R1000R Texas Edition, la one-off che Suzuki Italia ha realizzato proprio per celebrare la vittoria di Rins nel Gran Premio delle Americhe.

    Con un’offerta di questo tipo è assai probabile che i biglietti Suzuki vadano presto esauriti. Meglio allora non indugiare tanto e recarsi in fretta in uno dei concessionari, preparandosi a vivere con entusiasmo uno tra gli appuntamenti più avvincenti dell’intera stagione motociclistica.