Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Martedì, Mar Ott 2020
  • Triumph Daytona Moto2 765 Limited Edition

    La Triumph Daytona resta uno dei baluardi delle Supersport stradali, una media di cilindrata in grado di solleticare i pruriti da pista di tanti appassionati. La joint venture tra Triumph e Dorna per la fornitura dei motori per la Moto2 ha fatto nascere questa versione tutta speciale, e molto estrema, della sportiva di Hinkley, la Daytona Moto2 765 Limited Edition.

    La nuova Supersport di Triumph – l’ultima di una lunga stirpe di moto vittoriose - è la moto più vicina per sensazioni e prestazioni ad una factory Moto2TM pronta per la strada.

    Progettata dallo stesso team di ingegneri che ha sviluppato il motore Moto2TM, la nuova Daytona Moto2TM 765 Limited Edition è equipaggiata con il nuovo tre cilindri derivato dalla Moto2TM che offre più potenza e coppia di ogni 765 mai prodotto. Con un picco di potenza di 130 CV a 12.250 giri/min, e una coppia massima di 80 Nm a 9.750 giri/min, il nuovo motore offre potenza e prestazioni eccezionali sia su strada sia in pista.

    La tanto attesa nuova Daytona Moto2TM 765 Limited Edition condivide lo stesso telaio del prototipo su cui è stato sviluppato il motore Moto2TM, più volte vincitore del campionato BSB e del TT dell'Isola di Man con la Daytona R. Presenta specifiche tecniche da Superbike come i freni Brembo Stylema®. Dotata di un nuovo sistema di scarico con un terminale da corsa Arrow in titanio ad alte prestazioni ispirato al mondo racing e splendidamente saldato a TIG. Sospensioni Öhlins anteriori e posteriori collaudate da specifiche elevate, forcelle anteriori NIX30 da 43 mm e ammortizzatori posteriori TTX36. Strumentazione TFT a colori con una nuova ed esclusiva grafica Moto2TM e il cronometro per il tempo sul giro.

    Ispirata alla livrea Union Jack del prototipo di sviluppo del motore Moto2TM, la nuova Daytona Moto2TM 765 Limited Edition presenta il marchio ufficiale Moto2TM e una colorazione unica Carbon Black, Graphite Grey e Aluminium Silver, con fibra di carbonio a vista e decalcomanie in alluminio sul serbatoio.

        Rara, inconfondibile e unica
            La Daytona definitiva
            Produzione limitata e numerata, con soli 765 pezzi per USA e Canada e altri 765 per Europa, Asia e resto del mondo
            Piastra di sterzo in alluminio lavorata a macchina e numero di produzione inciso a laser

        Nuovo motore derivato dalla Moto2TM
            Nuovo tre cilindri 765cc, derivato direttamente dalla Moto2TM
            Il motore 765 di produzione più potente di sempre
            130 CV a 12,250 giri/min
            80 Nm a 9,750 giri/min
            Terminale Arrow in titanio e vero sound racing
            La prima moto prodotta in collaborazione con Dorna

        Specifiche tecniche al massimo livello
            Più leggera della generazione precedente
            Freni Brembo Stylema®
            Pronto pista grazie agli pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP
            Sospensioni Öhlins racing

        Ciclistica al top per una guida di alta precisione
            Nata dal programma di sviluppo della Moto2TM
            Set-up sviluppato negli anni grazie ai campionati Supersport
            Configurazione monoposto
            Un handling agile e preciso per una guida chirurgica
            Performance e sensazioni in strada come in pista

        Mai così tecnologica
            Strumentazione TFT a colori e schermata iniziale Moto2TM
            5 modalità di guida, inclusa quella Track
            Cambio elettronico Triumph Shift Assist

        Stile e carattere da vera moto da corsa
            Leggerissima carena in fibra di carbonio
            Colorazione Union Jack e branding ufficiale Moto2TM
            Telaio e forcellone anodizzati

  • Triumph lancia i pacchetti di manutenzione TAKE CARE

    A pochi mesi dal lancio dell’estensione di garanzia contrattuale fino ad ulteriori 2 anni, denominata Triumph Just Ride, Triumph Motorcycles presenta un nuovo servizio dedicato al mercato italiano, il programma di manutenzione “Triumph Take Care”.

  • Triumph presenta la Daytone 765 in edizione Moto2

    Facendo seguito a una richiesta sempre crescente da parte dei clienti, Triumph Motorcycles conferma il lancio dell'ultima edizione della leggendaria Daytona, vincitrice di numerosi campionati Supersport, che verrà presentata ufficialmente in occasione di uno speciale evento stampa durante il GoPro British Grand Prix a Silverstone il prossimo venerdì 23 agosto 2019.

    La nuova Daytona Moto2TM 765 Limited Edition rappresenta il perfetto risultato in termini di specifiche, derivante dalla partnership di Triumph con il Campionato Mondiale FIM MotoGPTM;

    Triumph lancerà due versioni della tanto attesa Daytona il prossimo 23 agosto: una per Europa e Asia e una per Stati Uniti e Canada. Entrambe monteranno il nuovo tre cilindri 765 cc derivato dalla Moto2TM con un telaio prettamente sportivo con potenza e coppia massima mai raggiunte da una 765cc di serie, oltre alle più alte specifiche di semprein termini di equipaggiamento e una livrea racing in edizione limitata.

    I due modelli verranno svelati in un evento stampa il 23 agosto durante la MotoGP GB a Silverstone, dove saranno ufficialmente comunicate le specifiche complete. Entrambe le motociclette saranno, inoltre, presentate in uno spettacolare giro di parata durante il weekend di gara, guidate da due ex campioni del mondo di motociclismo.

    Questa nuova Daytona in Edizione Limitata offre il massimo che si possa ottenere in strada da una vera e propria Moto2TM.

    Con una tiratura limitata di soli 765 per ogni modello -Europa / Asia e Stati Uniti / Canada-, Triumph prevede un grande successo per questa motocicletta davvero speciale.

  • Triumph Press Event – Con quelli “Veri”

    Sarà banale per molti, ma per chi di mestiere per campare fa altro e, nonostante nove anni di un sito che ormai ha un suo valore consolidato, si considera ancora un amatore esperienze a fianco di affermati Giornalisti di autorevoli testate è sempre un’esperienza arricchente.

  • Triumph Rocket 3 TFC 2019: muscoli in edizione limitata!

    Quando si parla di muscoli, tanti muscoli, non si può che parlare della Triumph Rocket. Lanciata nel 2004 la Triumph Rocket 3 è una moto diventata negli anni leggendaria e che oggi si rinnova ostentando ancora più muscoli, più coppia e imponenza. La nuova Rocket 3 fa parte del programma Triumph Factory Custom (TFC) e arriva sul mercato con un nuovo motore tre cilindri da 2.500 cc che ridefinisce la categoria che essa stessa ha creato dominandola per prestazioni ed equipaggiamento.

    Solo 750 unità di Rocket 3 TFC saranno disponibili nel mondo, ciascuna identificata con una placchetta numerata. Un packaging esclusivo TFC accompagnerà la moto mentre verrà consegnata al cliente.

    Saranno solo 750 gli esemplari di Rocket TFC venduti in tutto il mondo, numeri che la rendono la moto più esclusiva e desiderabile di Triumph. Caratterizzata dal badge TFC ornato con dettagli dorati e da una bellissima placca numerata montata sul supporto della strumentazione ogni Rocket TFC è da considerarsi un esemplare unico e non replicabile.

    Ogni proprietario di Rocket TFC riceverà -insieme alla moto- anche uno speciale kit TFC dedicato, che comprende una lettera numerata firmata dal CEO di Triumph, Nick Bloor, un libro personalizzato, uno zaino in pelle marchiato TFC e un telo copri moto Rocket 3 TFC.


    IMPONENTE E RAFFINATA

    Imponente, maestosa e curata in ogni più piccolo dettaglio, come evidenziato dai nuovi fari LED che rappresentano un marchio di fabbrica per Triumph, la nuova Rocket 3 TFC è “vestita” da esclusive sovrastrutture in fibra di carbonio, che comprendono parafango anteriore, coperchi dei terminali di scarico, protezione para calore dei collettori, cupolino, coperchio dell’albero di trasmissione, para tacchi e cinghia serbatoio.

    Lo stile muscoloso della Rocket 3 TFC è reso ancora più importante dalle nuove ruote in lega a venti raggi gommate con un imponente pneumatico posteriore da 240 mm.

    Il manubrio piatto è cablato internamente, ulteriori rifiniture e dettagli includono la verniciatura bicolore "carbon black/matt carbon black" decal in lamina satinata, accenti dorati e badge 3D Triumph elettro formato. Le pedane passeggero si nascondono perfettamente contribuendo a mantenere pulita la linea minimale del codino della Rocket 3 TFC.


    TANTA TECNOLOGIA

    La strumentazione TFT a colori di ultima generazione, dal design minimal ed elegante, è esteticamente ancora più appagante, oltre ad essere decisamente più completa rispetto al quadro della strumentazione della precedente versione.

    Cornering ABS e controllo di trazione, consentono di sfruttare al massimo le incredibili prestazioni del Triple da 2.500 cc permettendo una gestione perfetta dell’accelerazione e della frenata secondo l’angolo di inclinazione a cui si trova la moto. Inoltre, le quattro modalità di guida (Road, Rain, Sport e Rider -personalizzabile-) regolano la risposta dell’acceleratore e le impostazioni del controllo di trazione in base alle condizioni di guida o alle preferenze del pilota.

    Proprio per offrire un'esperienza di guida di livello superiore, la Rocket 3 TFC offre di serie il Triumph Shift Assist e l’Hill Hold Control. La funzione Hill Hold offre, invece, il miglior supporto possibile al pilota in caso di partenze in salita.

    La nuova strumentazione TFT della Rocket 3 TFC è stata progettata per offrire ancora più funzionalità se abbinata al modulo di connettività Bluetooth in optional. Una volta installato, questo sistema offre il primo sistema di controllo "GoPro" integrato al mondo, il sistema di navigazione "turn-by-turn" di Triumph con tecnologia Google, la gestione delle chiamate in ingresso e la possibilità di ascoltare la musica installata sul proprio smartphone.


    TAYLOR MADE

    Dopo la nascita del reparto TFC, che ha dato vita già nel 2014 alle Triumph TFC Bobber e TFC Scrambler, il lancio di questo secondo modello TFC 2019 messo a disposizione dei motociclisti di tutto il mondo sottolinea la volontà di Triumph di offrire motociclette sempre più belle, performanti ed esclusive. Il reparto TFC di Triumph dal quale sono nate le Triumph TFC Bobber e TFC Scrambler, esprime tutta la passione per le moto di un'azienda, di un marchio, di persone che della motocicletta hanno fatto una passione vera, quella capace di rendere un modello unico.

     

    SPECIFICHE TECNICHE

      NEW ROCKET 3 TFC

     

    Motore

    Motore 3 cilindri in linea raffreddato a liquido doppio albero a camme in testa
    Cilindrata 2458 cc
    Alesaggio/Corsa 110.2 mm x 85.9 mm
    Potenza massima Oltre 170 cv
    Coppia Massima Oltre 221 Nm
    Alimentazione Iniezione elettronica con acceleratiore Ride-by-Wire
    Scarico 3-1-3 in acciaio inossidabile con tre silenziatori Arrow e catalizzatore
    Trasmissione finale Ad albero con giunto cardanico
    Frizione A comando Idraulico con funzione antisaltellamento
    Cambio 6 marce
    Telaio In alluminio
    Strumentazione Schermo TFT multifunzione con indicazioni di tachimetro digitale, trip computer, contagiri digitale, indicatore di marcia inserita, livello carburante, service, temperatura ambiente, orologio e riding mode (Rain/Road/Sport/Rider -configurabile). Optional il modulo Bluetooth per attivare il sistema Triumph TFT Connectivity System.
    Forcellone Monobraccio in alluminio
    Ruota Anteriore In alluminio 17x3.6”
    Ruota Posteriore In alluminio 16x7.5”
    Pneumatico Anteriore 150/80 R17V
    Pneumatico Posteriore 240/50 R16 V
    Sospensione Anteriore Forcella rovesciata Showa ø47mm a cartuccia, regolabile nel precarico e nell’estensione.
    Sospensione Posteriore Ammortizzatore Showa con Piggyback, con regolazione remota del precarico. Escursione ruota 107 mm
    Freno Anteriore Doppio disco da 320 mm di diametro con pinze radiali monoblocco Brembo Stylema M4.30. Cornering ABS
    Freno Posteriore Disco da 300 mm con pinza monoblocco Brembo M4.32. Cornering ABS
    Altezza Sella 773 mm
    Inclinazione Cannotto 27,9°
    Avancorsa 143.9 mm
    Peso a Secco TBD
    Capacità Serbatoio 19 litri
    Consumo Carburante TBC
    Emissioni CO2 TBC

     

  • Triumph Scrambler 1200 XC – Prova di aMotoMio

    La categoria delle Scrambler sta fiorendo sempre di più, o meglio sta ritornando prepotentemente e anche Triumph rinnova e aggiorna la sua gamma con le nuove Street Scrambler e Scrambler 1200XC e XE.

  • TRIUMPH SPEED TWIN – Prova aMotoMio

    Difficile resistere al fascino Inglese di questa bella bicilindrica che riprende il nome della sua illustre progenitrice del 1938, la prima con motore bicilindrico parallelo.
    Ora la Speed Twin 1200 è pronta a rinnovare i fasti con contenuti tecnici e tecnologici che la pongono ai vertice della categoria Modern Classic.

  • Triumph Speet Twin: il ritorno del mito british

    Una rivoluzione nel mondo motociclistico di allora, la prima Triumph Speed Twin del 1938, con il primo motore bicilindrico parallelo racchiuso in un telaio che cambiava le regole del gioco, fu una rivelazione i motociclisti di inizio 900. La sua maneggevolezza e reattività hanno fatto sì che Triumph diventasse un nome tra le moto per prestazioni e guida dinamica, un riferimento per tutto ciò che venne dopo.

    Per il 2019, la nuovissima Speed Twin 1200cc reintroduce questo illustre nome Triumph nella linea Modern Classic, provando nuovamente a fissare quei riferimenti per i motociclisti in ambito di maneggevolezza, dinamica e feeling di guida nel segmento delle Roadster.

    La nuovissima Speed Twin vanta tutto lo stile custom contemporaneo della Street Twin, ma aggiunge dettagli premium ancora più accattivanti. Offre tutta la potenza, la coppia e la tecnologia della Thruxton R, in un modo ancora più moderno e accessibile. Inoltre, offre tutta la sicurezza, il comfort e il feeling di guida della Bonneville T120, ma con un'ergonomia in sella ancora più avvolgente.

    Il risultato, proprio come la sua omonima del 20° secolo, è una motocicletta iconica, ma con l'assetto del telaio, la posizione di guida, la capacità di frenata, le sospensioni e la potenza di un vero roadster moderno.

    Il motore bicilindrico parallelo 1200cc High Power 8 valvole con manovellismo a bassa inerzia e una testata ad alta compressione adotta un nuovo coperchio albero a camme in magnesio, un gruppo frizione rivisto e nuove cover motore. Il risparmio di peso di 2,5 kg rispetto al motore Thruxton. Con 97cv a 6.750 giri / min., il nuovo motore della Speed Twin raggiunge un impressionante aumento del 76% rispetto alla versione 2016 della Street Twin e il 49% in più rispetto alla Street Twin 2019. Il nuovo motore Speed Twin offre anche una coppia massima di 112 Nm a 4.950 giri / min., un incredibile 40% in più rispetto alla Street Twin 2019.

    Dotazione:

    •     Cerchio in alluminio a 7 razze da 17 pollici,
    •     Pirelli Rosso Corsa 3 di serie
    •     ABS e traction control disinseribile di serie
    •     Posizione di guida eretta, comoda e avvolgente.
    •     Tapered handlebars and new upper yoke and risers
    •     Una nuova e comoda sella alta solo 807mm da terra la rende accessibile a tutti i motociclisti
    •     Un risparmio significativo di 10 kg rispetto alla Thruxton contribuiscono a migliore maneggevolezza e reattività.
    •     Parafanghi, cover corpo farfallato, rifinitori laterali e paratacchi in alluminio spazzolato
    •    Tappo serbatoio Monza
    •     Cerchi in alluminio a 7 razze
    •     Forcellone in alluminio anodizzate
    •     Cornice faro verniciata
    •     Piastra manubrio brandizzata Speed Twin


    La nuova Speed Twin arriva in 3 varianti colore:

    •     Silver Ice e Storm Grey, con fascia orizzontale Grafite e linea Bianca disegnata a mano
    •     Korosi Red e Storm Grey, con fascia orizzontale Grafite e linea Bianca disegnata a mano
    •     Jet Black

     

  • Triumph Spirit of '59 - Buon Compleanno Bonneville

    La Toscana, in particolare il Chianti (o il “Chiantishire” che dir si voglia) credo siano tra le mete più conosciute e ambite dagli inglesi. E non credo di sbagliarmi di molto in questa affermazione. Quindi quale posto migliore per festeggiare il compleanno di una arzilla “Signora” dal fascino intramontabile?

  • TRIUMPH STREET SCRAMBLER E STREET TWIN

    Linea classica, tecnologia moderna e un indiscutibile carisma. Il loro fascino è dato principalmente dal design senza età, ma anche guidarle è un piacere, perché sono facili. Merito della risposta al gas, pronta, e del tiro in basso, appagante.

  • Triumph Street Triple 765 RS – Prova aMotoMio

    Personalmente ritengo il sette mezzo di cilindrata il migliore compromesso su strada, se poi questa cilindrata è su un tre cilindri Inglese, a mio giudizio, si rasenta l’essenza del piacere.

  • Triumph Street Twin, London Calling - test aMotoMio

    Stile e carattere, questi sono i due pseudonimi con cui si presenta questa Triumph Streetwin, parente stretta della lunga tradizione inglese che vuole il motociclista capace di essere rider e gentleman, viaggiatore e di buone maniere, anche se quello scarico dalla voce rauca...
  • Triumph Thruxton 1200, spirito racer, stile british - test moto

    Union Jack senza compromessi, questa Triumph Thruxton sprizza British style da tutti i pori, è insieme simbolo e rottura di una tradizione che porta avanti lo spirito della motocicletta europea, regala emozioni forti in sella e ferma sul cavalletto, è il viaggio a Londra da cui non si vorrebbe mai tornare.

  • Triumph torna all'endurance off-road con la Scrambler 1200 XE

    Triumph conferma il ritorno nel mondo delle competizioni endurance off-road con la nuova Scrambler 1200 XE, moto che con in sella Ernie Vigil correrà alla Norra Mexican 1000. Stuntman e pilota off-road molto esperto, Ernie Vigil è uno dei piloti ufficiali Triumph, il primo a completare la Baja 1000 a bordo di una Tiger 800. Completamente guarito dall’infortunio dell’ottobre 2018, Ernie ha trascorso le ultime 3 settimane nel sud della California per allenarsi con la Scrambler 1200 preparata appositamente per questa gara, completando così la sua preparazione per questa sfida massacrante.

    La Scrambler 1200 XE di Ernie affronterà la Mexican 1.000 con un allestimento pressoché standard. Le uniche modifiche riguardano la sella racing, i fari, le manopole e i pneumatici specifici per l’utilizzo sugli insidiosi fondi sabbiosi della gara. Non manca una grafica racing bicolore bianco e nera.

    Una nuova sfida, quindi, per la Scrambler 1200 XE, moto che rappresenta una novità assoluta nel mondo delle modern classics, per le sue capacità sia su strada sia in fuoristrada, disciplina in cui può permettersi di sfidare anche moto specialistiche.

    La Norra Mexican 1000 è una gara fuoristrada durissima che attraversa il deserto roccioso per oltre 1000 miglia. i corridori affrontano, oltre agli elementi naturali tipici di questa zona, sabbie morbide e insidiose, e imprevedibili camion da corsa da 1.000 cavalli. Nato nel 1967, il percorso originale di 1.000 miglia, per questa edizione parte da Ensenada, in Messico.

  • Troppo avanti

    Sarà che a volte le intuizioni stilistiche sono troppo avanti, troppo in anticipo sui tempi e sulle mode, a volte sono oggetti che suscitano scalpore e scompaiono dopo poco tempo altri invece rimangono un riferimento per anni, qualcuno invece viene rivalutato e in fondo capito solo anni dopo.