Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Giovedì, Gio Ott 2020
  • Fine di settimana di Superbike, Jonathan Rea e il giro da sei sorpassi

    Arriva il week end e il motorsport non può mancare, tocca ancora alla Superbike mettere ordine nella vita da lockdown motociclistico, con tanti eventi e contenuti speciali sul sito della World Superbike.

  • Jonathan Rea nel team Kawasaki della 8 ore di Suzuka

    Jonathan Rea si unisce al Green Team per partecipare alla 8 ore di Suzuka, la gara di endurance alla quale le case giapponesi tengono in particolar modo. Il pilota nord irlandese diventato bandiera di una Kawasaki che costringe la Dorna a costruire regolamenti ad-hoc, si schiera con con Leon Haslam e Kazuma Watanabe per cercare di portare a casa il prestigioso titolo.

    Lo scorso anno il team verde si è classificato secondo dietro al team Yamaha, che per l'occasione aveva schierato l'intero team Superbike, Michael Van der Mark e Alex Lowes. Allo stesso modo Kawasaki non vuole lasciare nulla di intentato e prova a schierare un 3 volte campione del mondo della Superbike insieme ad un pilota notoriamente molto competitivo come Leon Haslam.

    La 8 ore di Suzuki, come dicono gli stessi protagonisti, è gara di fatica sia per i piloti che per le moto, vedremo se l'insaziabile Rea metterà in bacheca un altro trofeo trascianando il trio in verde.

     

     

    aMotoMio.it

     

     

     

  • MotoGP Brno e Superbike Portogallo: incredibile KTM, insaziabile Rea

    MotoGP e Superbike che sorprendono e confermano, a Brno in MotoGP vince incredibilmente Binder su KTM, mentre in Superbike in Portogallo Jonathan Rea fa tripletta rimettendosi in testa al campionato

  • MotoGP Phillip Island e Superbike Jerez: tra pazzia e tragedia!

    Dall'alba al tramonto, forse è il titolo giusto per una Domenica di gare e passione che tra acuti, battaglie e delusioni hanno regalato grandi emozioni al pubblico degli appassionati. Vincitori dei vincitori, nessuna sorpresa, ne escono a testa alta Marc Marquez e Jonathan Rea, due mostri che stanno stracciando piste e cronometri solo per il gusto di farlo, anche quando non è strettamente necessario.

  • MotoGP: motomercato, il Dovi, Ducati e Jonathan Rea

    Siamo a inizio stagione e come capita ormai da alcuni anni già impazza il motomercato per l'anno successivo. Naturalmente a tenere banco è soprattutto Ducati con i suoi due attuali piloti, uno in fase di rinnovo e l'altro, probabilmente, in fase di divorzio.

    Andrea Dovizioso è in fase di trattative con Ducati, impegnata a tenersi l'attuale capolista del campionato, ma senza allontanarsi troppo dai 2 milioni di ingaggio annuale pagati con l'ultimo contratto. Non giova a Ducati il secondo esperimento plutimilionario degli ultimi anni, Jorge Lorenzo, che con i suoi 12 milioni e mezzo all'anno e le attuali difficoltà crea aspettative nell'angolo del Dovi, dopotutto sulla piazza Ducati non ha così tanta scelta, soprattutto che si trovi a proprio agio con il desmopower. Dall'altra parte anche il Dovi dovrà cercare di non essere troppo avido, dopotutto il titolo lo deve ancora vincere, il secondo arrivato è solo il primo di quelli che hanno perso.

    Jorge Lorenzo sempre più vicino a iniziare una nuova avventura, questa volta in sella alla Suzuki, in cerca di un top rider per terminare il suo percorso di avvicinamento alla testa della classifica. Per Suzuki sarebbe un gran colpo, per Jorge la situazione ideale, quella di poter tornare su una moto con una dinamica più standard, più giap, e magari con un ingaggio non troppo al ribasso.

    Per Yamaha ufficiale i giochi sono fatti, ma resta il tema delle Yamaha clienti, orfane del team Tech3 che prenderà in carico le KTM che dovranno essere in configurazione ufficiale.

    Il primo colpo di mercato è di KTM che oltre ad aver confermato Pol Espargaro, si porta a casa il talentuoso Joan Zarco, che passa al team KTM ufficiale, mentre Jarve Poncharal sembra intenzionato a confermare Hafizh Syahrin e a portare in MotoGP Miguel Oliveira, chiudendo così il nuovo squadrone KTM, ma a partire da Zarco fino al nuovo team Tech3, mancano ancora le ufficialità.

    Sfumata la trattativa con Zarco, Honda per ora ha ancora per le mani un buon Dani Pedrosa da affiancare al già confermato Marc Marquez, situazione tranquilla e redditizia per il galletto. Ma anche qui per ora nessuna ufficialità.

    Importante la questione delle due Yamaha clienti in cerca di una casa, una struttura adeguata per gestirle. Forse il progetto di Yamaha era di liberarle quando Valentino Rossi avesse appeso il casco al chiodo, e Poncharal ha visto bene di muoversi in anticipo. I candidati per ora sono l'Angel Nieto Team (Pramac) e il Marc VDS.

    In tutto questo c'è una pedina da fantamotociclismo, ma non troppo, potrebbe venire dalla nemesi della MotoGP. Il tre volte campione del mondo della Superbike Jonathan Rea è in scadenza di contratto con Kawasaki. Talentuoso e determinato, diventato ormai protagonista anche dei regolamenti, potrebbe decidere di avventurarsi in MotoGP se la proposta tecnica e finanziaria fosse adeguata. Le Yamaha clienti e una KTM del team Tech3 potrebbero essere interessanti. Il pilota nord irlandese ama le derivate di serie, ma potrebbe decidere che combattere contro altri 20 piloti è una cosa, contro 20 piloti e un certo tipo di regolamento è altra faccenda. Con buona pace di tanti.

    aMotoMio.it

  • Superbike 2018: più complicata di Risiko+

    Non si placa il cruccio degli organizzatori della Superbike, che dopo i test di Jerez e aver visto Johnny Rea correre appresso alle migliori MotoGP con una Superbike in configurazione 2018, si sono chiusi in uno stanzino a verificare e riverificare i conti fatti per il regolamento 2018, e a fine riunione hanno confermato tutti i calcoli di ingegneria applicata al grido di "le stelle non mentono".

  • Superbike Aragon: Rea vs Davies è 1 a 1, ma quanta adrenalina!

    Un dualismo feroce ormai quello tra Jonathan Rea e Chaz Davies, che rende i due avversari dei veri titani nell'arena e che regala grandi battaglie per gli appassionati, ma non perdete d'occhio il numero 33, Marco Melandri, perchè si sa che tra i due litinganti...

  • Superbike Assen: Rea e Davies, divampa la lite

    Campionato Mondiale Superbike che prende fuoco, si incendia nel confronto già poco british tra Jonathan Rea e Chaz Davies, una vendetta che poteva consumarsi in Gara1 con una prestazione maiuscola di Chaz Davies, ma che si è spenta come il motore della Panigale numero 7. Ed è di nuovo dominio di Jonathan Rea.

  • Superbike Germania: Davies e Ducati incontenibili

    Doppietta a colpi dei pesanti pistoni del bicilindrico Ducati per Chaz Davies, che con due gare esaltanti regola Jonathan Rea, pronto a trasformarsi in Ragionier Consistenza per mettere a frutto il grande vantaggio già accumulato. Melandri e Sykes di vedetta.

  • Superbike Laguna Seca: pareggio per Davies e Rea

    Le gare americane sono state dominate dal solito trio, Davies, Rea e Sykes, lasciando un po' staccato Marco Melandri, tanta adrenalina in pista, ma anche la commozione nel ricordo di Nicky Hayden.

  • Superbike Magni-Cours in TV: Bautista il ribelle a duello con Jonathan Rea

    Mancano poche ore all'inizio delle ostilità in Francia il round francese della Superbike, a Magny-Cours. Mancano solo tre round alla fine del campionato, e Jonathan Rea mantiene ancora un buon vantaggio sul Alvaro Bautista sulla Ducati Panigale V4R. Difficile capire se il pilota spagnolo, fresco di firma del contratto con Honda HRC sarà in grado di mantenere la concentrazione con il clima difficile che si è venuto a creare con la casa di Borgo Panigale.

    In ballo ci sono ancora 180 punti, mentre il vantaggio di Rea è di 91, al nord irlandese basterebbe una buona gestione, ma alcuni outsider potrebbero rendergli la vita difficile, a partire dal compagno di marca Razgatlioglu, in procinto di lasciare Kawasaki e desideroso di dimostrare  quanto è stato sbagliato metterlo in disparte, ma anche lo squadrone Yamaha che con Lowes e Van der Mark ha dimostrato di avere la possibilità anche di vincere qualche gara.

    Osservato speciale Loris Baz, che corre in casa.

    Programmazione TV su Sky e TV8

    Programmazione TV su Eurosport e DAZN

     

  • Superbike Magny-Cours: Jonathan Rea campione del mondo da record

    E' bastata una gara per eleggere campione del mondo Jonathan Rea, che con una gara pazzesca stradominata mette il sigillo e scrive il suo nome nella storia. Soffre e si riscatta Chaz Davies, esalta Marco Melandri, torna il blu sul podio in Gara2.

  • Superbike Misano: paura Davies e poi il Macho Melandri

    Due gare cariche di emozioni quelle di Misano, dopo il Dovi Power il week end si chiude con Merlandri Super Macho che regala a Ducati una bella distrazione per dimenticare lo spavento di Chaz Davies, argina come sempre Rea che allunga in classifica.

  • Superbike Phillip Island: Ducati e Melandri piglia tutto

    Una doppia vittoria davvero ben augurante quella di Marco Melandri e della Ducati nel round di apertura di Phillip Island, in Australia, per il campionato mondiale Superbike, il ravennate regola gli avversari in due gare molto differenti, ma che Marco costruisce giro dopo giro, credendoci fino all'ultimo centesimo di secondo!

  • Superbike Portimao: Jonathan Rea imprendibile!

    Doppietta senza appello di Jonathan Rea nel round portoghese di Portimao, dove nessuno è riuscito ad impensierire il campione del mondo in fuga solitaria. Buono un round di Chaz Davies, due podi per Melandri, MV Agusta quasi da sogno.

  • Superbike Qatar in TV: si chiude l'era delle due gare

    Week end di chiusura del campionato mondiale Superbike, con la corona già assegnata a Jonathan Rea non tutti i giochi sono ancora chiusi, i piloti delle derivate si batteranno per le ultime selle del 2019, con piloti illustri impegnati nell'esame finale. Da tenere d'occhio Marco Melandri, già in grande spolvero nell'ultimo round, e Tom Sykes, dato per accasato su diverse selle nobili, l'inglese con un titolo mondiale all'attivo deve trovare casa.

    Ancora da definire la presenza nel 2019 per alcune case, da tenere d'occhio quelle che potrebbero essere le ultime presenze in pista per Aprilia e MV Agusta, ma nel frattempo godiamoci questo ultimo round in notturna, dove il re dei re della Superbike potrebbe portare a casa un'altra doppietta.

    Ultima data anche per l'attuale configurazione, dal 2019 vedremo il nuovo format a tre gare, con una gara lampo la Domenica mattina, in grado di riportare l'attenzione sulla Superbike.

    Da non dimenticare, si corre Venerdì e Sabro sera.


    Programmazione su Mediaset

    Programmazione su Eurosport


    www.worldsbk.com

     

    aMotoMio.it

  • Superbike Qatar: Jonathan Rea insaziabile, Chaz è secondo!

    Data conclusiva del campionato mondiale Superbike dominato da Jonathan Rea con una splendida doppietta, che con la moto già depotenziata mette in mostra ancora di più il suo talento. C'è anche un Chaz Davies sorridente per aver raggiunto la seconda piazza in campionato mentre Sykes lascia sull'asfalto le sue speranze. Crescono le Yamaha.

  • Superbike Thailandia Gara1: torna Jonathan Rea

    Gara 1 del campionato mondiale Superbike in Thailandia finita con la vittoria di Jonathan Rea, che dopo la doppietta i Marco Melandri si rimette in marcia per fabbricare un altro titolo mondiale, Dorna permettendo. Il campione del mondo ha dominato la gara dai primi giri fino alla fine, mentre dietro a lui hanno chiuso due Ducati, prima quella non ufficiale del team Barni con in sella Fores e terzo Chaz Davies sulla Panigale del team Aruba.it.

    Lo spettacolo è arrivato da un intrepido Leon Camier, che sembra di nuovo pronto a fare la differenza sull'ennesima moto che ha bisogno del suo aiuto. In seconda piazza per parecchi giri a dato vita ad un bel duello prima con Fores e poi con Davies, sembra un'altra Honda nelle sue mani.

    In difficoltà Marco Melandri, che chiude solo ottavo, come Sykes partito velocissimo, ma poi lentamente ha scalato di posizione fino a chiudere sesto.


     

    amotomio.it

  • Superbike Thailandia: sono ancora Rea e Davies i mattatori

    Il campionato mondiale Superbike esce dal caldo infernale della Thailandia con due gare caratterizzate da spettacolo e da qualche conferma, torna Jonathan Rea sul primo gradino e si porta in testa al campionato, anche se soffre nella seconda giornata dove lascia il campo al solito rivale, Chaz Davies.