fbpx
Sardegna in moto
Categoria: trafiletti

Non sono mai stato di quelli che amano tornare sempre agli stessi posti, mi piace cambiare, mi piace scoprire e vedere sempre qualcosa di nuovo, eppure con la Sardegna non ci riesco.


Son passati anni, davvero tanti, da quando per la prima volta sono andato in terra sarda in moto, ero giovane, eravamo giovani e quella vacanza è impressa nella memoria.
Poi ci sono tornato a distanza di circa vent’anni con un gruppo di uno storico forum di cui facevo parte, i Motoamichetti, per una breve vacanza, sembrava già tanto, ma già da quelle esperienze avevo capito che la Sardegna ha qualcosa di magico.
Non parlo solo del mare stupendo, sarebbe limitante anche se sufficiente per giustificarlo, parlo della sua varietà, della cultura, della storia, della natura e, diciamolo, anche per le sue strade.

Mancava forse l’occasione per tornarci, il tempo e probabilmente solo la scusa giusta, così quando quattro anni fa Adventure Riding ha presentato il suo Sardegna Gran Tour la molla è scattata, dovevo assolutamente andarci.
Ecco che così nel 2019 mi aggrego alla compagnia di Renato Zocchi e sperimento la Sardegna fatta seguendo una traccia, una rotta capace di portarmi alla scoperta delle zone meno conosciute della Sardegna senza però dimenticare i posti più belli e interessanti da vedere.

Era la costa Orientale e già la statale che ne prende il nome è uno spettacolo, asfalto perfetto, curve in un susseguirsi senza soluzione di continuità e panorami da urlo.

Un tour stradale che ha pienamente sodisfatto la mia voglia di vacanza e riacceso la brace mai spenta nei confronti dell’Isola.
Poteva bastare se non che la proposta di tornarci l’anno successivo facendo il percorso ON – OFF non poteva essere rifiutata.

Ecco un altro mondo la scoperta della Sardegna nascosta, dei suoi sentieri, dalle sue montagne, della sua natura, l’aspetto più selvatico e forse vero.
Panorami che spuntano dall’alto costeggiando le linee tagliafuoco, insomma una coinvolgente novità che ha avuto il sapore di una nuova scoperta di un territorio conosciuto.
A questo punto poteva bastare, basta Sardegna, già sarebbe logico ma ormai gli sterrati dell’isola i sentieri che si inerpicano sempre più in alto o che costeggio lo splendido mare mi hanno stregato.

Rieccomi invece quindi di nuovo ad aspettare il traghetto per l’edizione 2021 del Sardegna Gran Tour che nemmeno il covid19 è riuscito a fermare. Le zone sono le stesse, ma i percorsi cambino c’è sempre qualcosa da scoprire, qualcosa di nuovo emozioni, colori e profumi con cui inebriarsi.

Dai una volta all’anno in Sardegna si può fare…già ma perché solo una volta se settembre è forse la stagione più bella e guarda caso lo Swank Rally si fa in Sardegna…

Nel giro di tre anni ho fatto una scorpacciata di curve, e terra dell’isola, difficilmente ho seguito gli stessi percorsi e ogni volta ho trovato qualcosa di nuovo, qualcosa per cui valeva la pena tornare.

Si ma adesso è il caso di darsi una regolata, basta Sardegna…sì ma non quest’anno, ormai sono tornato ad ammirare uno dei mari più belli del mondo, ci penseremo più avanti…forse!!!

Back To Top