Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Sardegna Gran Tour 2019
Sardegna Gran Tour 2019 – Vissuto da aMotoMio
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Il richiamo della terra Sarda per i motociclisti è sempre forte, una terra dove la natura è ancora vera nella sua spettacolare bellezza, dove il mare e le montagne si incontrano in un paesaggio unico di colori e di profumi.


Se aggiungete una rete stradale che sembra fatta apposta per far godere il motociclista, ma anche un groviglio di sentieri per soddisfare il più esigente dei fuoristradisti.
Sarà un caso che per anni proprio sull’isola si è svolto per molti il famoso Rally di Sardegna e che questa terra attiri ogni anno migliaia di motociclisti?
Lo sanno bene anche i soci di Adventure Riding e in particolare Renato Zocchi che, guarda caso è stato il creatore del succitato evento mondiale.

Sardegna Gran Tour Sardegna Gran Tour
Sardegna Gran Tour Sardegna Gran Tour


Da questa premessa è nato il Sardegna Gran Tour che è giunto alla seconda edizione.
L’anno scorso non siamo riusciti a partecipare, ma l’onda entusiastica dei partecipanti ha fatto sì che non abbiamo voluto mancare a questa edizione 2019.
Un’idea semplice, ma nello stesso tempo geniale: un Tour di quattro giorni sfruttando la notte per traghettare e partire fin dal primo mattino sull’isola, un itinerario studiato con due notti in ottimi alberghi e poi il ritorno con la stessa metodica dell’andata per sfruttare fino all’ultimo la vacanza.
Due possibilità di scelta off-road o stradale, ma con l’assoluta libertà di modificare la scelta in ogni momento, previo avviso all’organizzazione, se la voglia, la stanchezza o qualunque cosa ci facesse cambiare idea.

Sardegna Gran our

Massima libertà, ma anche totale comunione dell’esperienza, visto che il viaggio, le tappe e anche le pause pranzo sono comuni ai due tracciati così da fare davvero corpo unico.
Un’organizzazione precisa e puntuale quella di Adventure Riding e del Moto Club Gonnesa, che inizia fin dall’iscrizione che prevede, nel caso non lo si fosse, anche il tesseramento alla FMI (Federazione Motociclistica Italiana), la manifestazione è organizzata sotto l’egida della Federazione e fa parte del calendario Adventouring, così da avere anche una totale assicurazione.
Naturalmente non manca il patrocinio della Regione Sardegna e la fattiva collaborazione del Moto Club Gonnesa che si è occupato della parte burocratica e di permessi sull’isola.
Precisione quasi maniacale anche nelle comunicazioni pre-evento, con mail dettagliate di informazioni, consigli e  tracce specifiche da caricare sui navigatori.
Attenzione ai dettagli anche in tema di sicurezza con uno staff preparato, due auto fuoristrada con carrello per eventuali emergenze e un medico in moto al seguito.

Sardegna Gran Tour Sardegna Gran Tour
Sardegna Gran Tour Sardegna Gran Tour


Sarà banale, ma anche solo una segreteria funzionante e attenta capace di dare istruzioni precise per imbarco, biglietti, sistemazione in cabina e negli alberghi ha il suo bel perché, come anche la presenza di personale Garmin (Sponsor della manifestazione insieme a OJ abbigliamento, SC Project, Arai, Anlas Pneumatici) capace di risolvere i piccoli problemi e le incapacità, come nel nostro caso, nell’utilizzare apparecchiature satellitari seguendo le tracce.
Così si parte da Milano, ma anche da Roma, per raggiungere il primo vero ritrovo di tutto il gruppo a Livorno per l’imbarco.
Circa sessanta moto, alcune con passeggero, con la prevalenza della scelta verso l’Off-Road, con età decisamente variegata, dai trenta agli ottant’anni.
L’atmosfera è amichevole, serena e tranquilla, si respira la voglia di divertirsi, di guidare e di condividere.
Una sensazione che si amplifica appena si comincia a guidare verso Livorno che non è solo un trasferimento, ma una tappa vera e propria dell’evento, con tanto di percorso e traccia da seguire.
Si formano piccoli gruppi spontaneamente che condividono la strada verso il traghetto.
La stessa cosa si ripeterà poi appena sbarcati con persone che si uniscono seguendo la voglia del momento, del ritmo di guida o semplicemente del caso.
Non esistono classi sociali, ne ruoli si è tutti uguali, uniti nella comune passione.

Sardegna Gran Tour

Seppur sia facile trovare percorsi incantevoli e vari in Sardegna Adventure Riding è riuscita a preparare un itinerario fatto di strade incantevoli, ben tenute e con traffico davvero minimo, non solo ha ottenuto anche permessi per strade e sentieri altrimenti difficilmente percorribili in moto.
Risultato si guida godendosi il panorama che varia in continuazione salendo dal livello del mare fino a oltre 1500 metri in una terra rurale con colori e profumi che in questo periodo dell’anno sono intensi.
Si guida in montagna e all’improvviso dietro la curva spunta il mare sullo sfondo, a volte anche un gregge di pecore o qualche mucca, quindi impariamo che quando c’è il cartello che segnala pericolo di animali….probabilmente ci sono davvero!
Un percorso e un tour che lascia la massima libertà di gestirsi il tempo, il ritmo e le eventuali deviazioni per visitare qualche punto di interesse.
L’importante è transitare ai punti di ristoro e segnalare tempestivamente eventuali variazioni così da aver garantita l’assistenza e la sicurezza.
Tappe previste in alcuni punti non perdibili della Sardegna come l’Argentiera, Stintino e la sua spiaggia, la Roccia dell’Elefante, ecc. ma anche zone e scorci meno noti ma non meno interessanti.

Sardegna Gran Tour Sardegna Gran Tour
Sardegna Gran Tour Sardegna Gran Tour


Ogni sera ci si confronta e ci si racconta; stradisti e fuoristradisti a scambiarsi le emozioni vissute in un arricchimento umano davvero.
Prima di ogni tappa un briefing per illustrare il percorso, le curiosità, le eventuali difficoltà e nel caso i punti pericolosi, poi solo il piacere di guidare che si evidenzia nei sorrisi che spuntano ogni volta che si toglie il casco.
Nonostante la prevalenza dei partecipanti fosse per il percorso fuoristrada e tutto faccia pensare al giro stradale come un ripiego vi possiamo assicurare che nulla è più falso.
Anche gli amanti dell’asfalto sono rimasti ampiamente soddisfatti dall’itinerario e crediamo che possa essere una ottima idea per viaggiare con la sicurezza del “Gruppo” senza averne totalmente la schiavitù di ritmi e attese.
Quattro giorni intensi, che diventano cinque con il rientro, quasi 1700 km di cui la maggior parte di curve e, per gli enduristi un 30 %  abbondante in off-road, da vivere in totale sicurezza e allegria, cementando le amicizie e trovandone di nuove, un modo di viaggiare dove forse l’unica preoccupazione è quella di ricordarsi di fare benzina.

Sardegna Gran Tour

Un’esperienza che consigliamo, anzi se volete assaggiare l’organizzazione di Adventure Riding potete partecipare alla prima edizione dell’ Italian Lake & Mountain Marathon che si svolgerà ai primi di ottobre…noi ci saremo!  ()

Grazie a BMW Motorrad Italia per averci messo a disposizione una splendida BMW R1250GS

Abbiamo utilizzato: Giacca, pantaloni e guanti Jollisport – Casco Caberg Levo – Stivali Stylmartin Miles – Intimo SIXS

Sulla Pagina Facebook di aMotoMio oltre 150 foto dell’evento.

GALLERY



Flap
Profilo