Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Ott 2019

1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s
Triumph Scrambler 1200XC

La categoria delle Scrambler sta fiorendo sempre di più, o meglio sta ritornando prepotentemente e anche Triumph rinnova e aggiorna la sua gamma con le nuove Street Scrambler e Scrambler 1200XC e XE.


Nuove modern classic che seguono la storia che Triumph stessa ha iniziato con moto costruite per soddisfare al meglio le esigenze e il piacere della guida su ogni superficie.
Le origini delle scrambler secondo Triumph risalgono alle origini degli anni ’60 quando le antenate delle attuali moto cambiavano il modo di interpretare lo stile dell’epoca.
Moto nude e crude, con il doppio scarico mozzato, alto o basso, si può dire con certezza che le Triumph siano state le prime vere “Desert Sled”.
Una tendenza che ha ispirato la prima produzione del genere, partendo dalla Bonneville T-120TT, T120C e la TR6’C’.
Le moto che Steve McQueen portò nel deserto, con cui Bud Ekins corse e vinse in Off-Road, e che arrivarono al traguardo nella Baja 1000: la gara nel deserto più difficile di tutti i tempi.
Un passato ricco che riprende poi nel 2006 con il lancio della prima Scrambler dell’era moderna.
Con la Scrambler Triumph ridefinì nuovamente i parametri di questo segmento, innescando le tendenze che oggi vediamo nel mondo motociclistico.
Una moda, ma non solo, che ha sempre più seguaci nel mondo, dai riders urbani alle star del cinema, tutti innamorati dell’iconico stile Triumph e di una silhouette senza tempo.

Triumph

Oggi Triumph alza l’asticella con la presentazione delle nuove Scrambler 1200 in doppia versione: la più “specialistica” XE e la XC protagonista della nostra prova, che voglio diventare il punto di riferimento della categoria.
Una moto dall’estetica classica dove il serbatoio, sprovvisto di saldature a vista, e il doppio scarico laterale sono gli elementi caratterizzanti.
Una linea classica con stile ma con contenuti di prestazioni e componentistica ai massimi livelli, oltre a finiture impeccabili.

Scrambler 1200XC Scrambler 1200XC
Scrambler 1200XC Triumph


Di riferimento anche i contenuti tecnologici e di elettronica; Impossibile entrare nei dettagli di tanta tecnologia allo stato dell’arte:
-    Strumentazione TFT di seconda generazione
-    5 modalità di guida
-    Cornering ABS e cornering Traction Control
-    IMU e sistemi tecnologici completamente integrati
-    Illuminazione Full LED, incluso faro anteriore DRL
-    Blocchetti intuitivi a joystick a 5-vie
-    Blocchetti retroilluminati
-    Frizione assistita
-    Accensione Keyless
-    Cruise control
-    Presa di ricarica USB sotto la sella con apposito vano imbottito
-    Predisposizione Manopole riscaldate
-    Sistema di gestione di GoPro integrato (Prima moto al mondo)
-    Sistema di navigazione turn-by-turn, controllo del telefono e musica Bluetooth attivato da un modulo di connettività opzionale

Pertanto vi invitiamo a curiosare sul sito Triumph per saperne di più.

Estetica dicevamo da urlo con grafiche sobrie ed eleganti, ma soprattutto tanta sostanza a partire dal motore Bicilindrico parallelo High Power 1200cc della Bonneville, affinato specificatamente per l’uso Scrambler.

Triumph Motorcycles Triumph
Scrambler 1200XC Scrambler 1200XC


La potenza di 90 cavalli a 7,400 giri/min è esuberante e più che abbondante per divertire su strada e, nel caso, anche nel fuoristrada che, grazie alla ruota anteriore da 21”, questa Triumph può concedere.
Motore dotato di ben cinque diverse mappature: Road, Rain, Off-Road, Sport e Rider (Questa totalmente personalizzabile dal pilota).
Tanta cavalleria tenuta a bada da un ottimo impianto frenate con reni anteriori doppio disco Brembo da 320 mm, con pinza Brembo M50 radiale monoblocco a 4 pistoncini, mentre a posteriore troviamo un disco da 255mm, pinza Brembo flottante a 2 pistoncini; un sistema frenante sempre ben modulabile e pronto.
Ovviamente con un raffinato e mai invasivo ABS escludibile come del resto il controllo di trazione.

Triumph

Ottimo il telaio e la ciclistica che garantisce sempre coerenza e precisione grazie anche alle ottime sospensioni, Showa le forcelle e Ohlins gli ammortizzatori posteriori, completamente regolabili.
Sospensioni morbide ma non cedevoli che nella configurazione standard si sono rivelate un buon compromesso sia sul veloce sia sulle martoriate strade Pavesi e nelle banche strade che abbiam attraversato.
Frenata pronta e decisa, molto modulabile,
Una moto capace di dare confidenza fin da subito, comoda, con una lunga sella piatta pronta ad accogliere anche l’eventuale passeggero, e precisa nella guida con tutti i comandi posizionati in maniera ergonomicamente ideale, forse solo un po’ fastidiosi gli scarichi a destra che interferiscono, allargando, con le gambe quando si guida in piedi sulle pedane.
Ma il pezzo forte, come dicevamo è il motore, pieno, forte, con una costante spinta in ogni marcia, eppure anche ben dosabile giocando con la rotazione del gas e con un cambio preciso dove la frizione, seppur a cavo, si è rivelata comunque morbidissima e ben modulabile.

Scrambler 1200XC

Una moto polivalente per chi vuole eleganza nell’uso quotidiano, praticità nell’uso turistico e piacere di guidare quando ci si vuole divertire.
A noi è piaciuta molto e aspettiamo solo l’occasione per porcela godere per un po’ più di tempo.

Per tutti i dettagli, la gamma e le caratteristiche tecniche vi rimandiamo al sito TRIUMPH

Grazie a Triumph Motorcycles Italia per la prova e le foto.

Abbiamo utilizzato: Giacca District e pantaloni Legend di PMJ - Stivali ACE di Stylmartin - Guanti Tucano Urbano Bob Skin - Casco Caberg Freeride - Maschera Ariete Feather Lite

GALLERY



Flap
Profilo


PERSONALIZZAZIONE
Naturalmente esagerata la possibilità di personalizzazione con oltre 80 accessori dedicati, oppure affidandosi a due proposte per mettere in mostra il carattere di questa motocicletta.
Due “Inspiration Kit” perfetti da usare così come sono o come punto di partenza per quei motociclisti che vogliamo realizzare una Scrambler 1200 “fatta su misura”:

‘Escape’ Inspiration kit
Con un marcato stile “adventure touring”, il kit ‘Escape’ è caratterizzato da nuovi accessori che includono:
-    Telaietti rigidi e kit di montaggio
-    Kit Paramani
-    Kit barra posteriore
-    Faretti fendinebbia a LED
-    Cavalletto centrale
-    Parabrezza e kit di montaggio

‘Extreme’ Inspiration kit
Accessori che mettono in mostra lo stile sfacciatamente off-road, includono:
-    Silenziatori Arrow in carbonio (omologati)
-    Copriradiatore in alluminio
-    Tappo serbatoio olio lavorato
-    Parafango anteriore alto
-    Traversino manubrio nero
-    Indicatori di direzione a LED e kit riposizionamento fanale posteriore
-    Estensione per cavalletto laterale
-    Protezioni motore in acciaio inossidabile
-    Griglia coprifaro
-    Cornice faro