Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Rievocazione 6 giorni Varese
VII Rievocazione della Sei Giorni Moto di Varese (1951-2018)
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

E’ ancora buio quando il giallo faro della mia XT600 illumina la strada che porta a Varese; precisamente via Marconi, in pieno centro, dove è prevista la partenza della settima edizione della Rievocazione della Sei Giorni Moto di Varese.


Proprio nella terra che ha visto nascere case motociclistiche di fama mondiale, e aziende che sono fiore all’occhiello dell’industria italiana nel settore delle due ruote, torna anche quest’anno la rievocazione  dell’International Six Days 1951 che ha reso celebre Varese nel mondo.
Una manifestazione che viene presentata come una cavalcata divertente di circa 150km, riservata a moto storiche fino al 1998 (Unica eccezione Vespa Sei Giorni e SuperCau) con annessi: concorso d’eleganza, prove di regolarità, abilità e precisione.

6 Giorni Varese

Insieme a me ci sono Ernest Pozzali di (Motoemozione) e  Nicola Andreetto (Motoreetto) a cavallo di moto che hanno sulle ruote almeno vent’anni come da regolamento…anche se in realtà nel nostro caso gli anni sono abbondantemente oltre i trenta.
Ancora una volta abbiamo voluto unire le nostre forze, visto il risultato della precedente collaborazione, ma soprattutto per la voglia comune di passare una piacevole giornata in moto in compagnia.

6 Giorni Varese

Suggestivo fin dalle prime ore vedere splendide moto all’ombra del campanile simbolo di Varese, moto che hanno fatto la storia e continuano, nonostante gli anni, a percorrere le nostre belle strade nonostante molte di queste siano degli inizi del secolo scorso.
Il successo della passata edizione è testimoniato dall’esaurimento degli ottanta posti disponibili e dalla presenza di equipaggi e squadre provenienti da Svizzera, Francia e Germania.
Organizzato dal Club Auto Moto Storiche Varese, degnamente rappresentati dal direttore dell’evento Alberto Vaser e dall’istrionico Beppe Macchi si presenta subito come ben organizzato e preciso in ogni dettaglio, ad esempio nei tappetini da posizionare sotto le moto o la busta iscrizione contenente tutte le informazioni necessarie per lo svolgimento della manifestazione.

Briefing

Colazione al bar compresa nel pacchetto dell’evento e siamo pronti per partire.
Un veloce Briefing e la Sunbeam (1927) n° 1 apre la manifestazione seguita da tutte le altre 85 moto presenti.
Per un giorno ci dimentichiamo dell’inquinamento e l’aria si riempie di quel profumo di benzina e della miscela, vista la presenza di molti motori a due tempi, con una massiccia partecipazione di Vespe.
Pochi chilometri per la prima sosta a Biandronno dove nei cortili della SWM Motorcycles si svolgono le prime prove cronometrate di precisione e, piacevole sorpresa, Ennio Marchesini ci comunica la possibilità di visitare la linea produttiva della risorta azienda Varesina.

SWM

Si riparte per costeggiare la sponda lombarda del lago Maggiore fino al punto aperitivo, analcolico ma ricco, e poi più su fino al primo controllo timbro di Portovaltravaglia.
Difficile perdersi, anche se ci abbiamo ampiamente provato, ma con noi c’erano Marco Belli  e Alberto De Bernardi (Varese Motorland) che ci hanno coccolato guidandoci nelle loro terre.
Comunque il percorso ben segnalato da frecce e nessuna necessità di correre permetteva di godere dei panorami che queste terre sanno regalare.
Dopo Maccagno la strada sale prepotentemente verso l’altro con numerosi tornati che portano a Monteviasco per la pausa pranzo all’agriturismo Pian del Lares.

6 giorni Varese 6 giorni Varese
VAMS VAMS


Un’occasione conviviale che con le abbondanti e ottime portate appesantiscono i guerrieri, ma rinfrancano gli spiriti per affrontare la seconda parte della giornata.
Il Passo della Forcora è teatro della seconda parte di prove cronometrate di precisione e punto da dove inizia la discesa verso il secondo punto di controllo e poi di nuovo verso Luino da cui poi si devia per Arcumeggia per tornare a Varese attraversando il Parco Regionale Campo dei Fiori.
Siamo di nuovo alla partenza pronti per la sfilata del concorso di eleganza dove viene giudicato il look e il suo abbinamento al mezzo guidato.
Anche qui un tuffo nel passato a rivedere caschi a scodella, pantaloni alla zuava, giacche e accessori che ben competono con la preziosità delle due ruote portate a concorso.

VAMS

Un altro successo per questa VII rievocazione della Sei Giorni Moto di Varese (1951-2018) organizzata dal Club VAMS - Varese Auto Moto Storiche in collaborazione con Varese Terra di Moto e da Vespa Club Rho Squadra Corse Cau, con il patrocinio di Varese Sport Commission e Camera di Commercio di Varese, una edizione che butta le basi per la prossima edizione a cui sicuramente non potremo mancare.
E’ di nuovo buio e il faro giallo, questa volta, traccia la rotta verso casa, una nuova esperienza vissuta ed emozioni aggiunte in questa vita su due ruote.

VANS

Classifiche:
Prove cronometrate di precisione: Marco e Federico Belli su Yamaha SR250 1997
Coppa Dame: Floriana Elli
Squadre: Vespa Club Rho
Concorso di eleganza: Antonio Castiglioni su Moto Guzzi GT 500 1934

aMotoreettoemozione

Ernest “Poz” Pozzali – Motoemozione: Yamaha XT 550 1982
Nicola Andreetto – Motoreetto: Suzuki GS550 1980
Flavio “Flap” Carato – aMotoMio: Yamaha XT 600 1987



Link utili:
Club VAMS
Varese Terra di Moto
SWM Motorcycles
Ariete
Varese Motorland
Di Traverso School

Abbiamo Utilizzato: Casco Cast Helmets MT III - Giacca District e Jeans Dakar di PMJ – Stivali Stylmartin Continental – Maschera Ariete Feather – Paraschiena AXO – Calze SIXS

GALLERY


Flap
Profilo