Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Ott 2020

SARDEGNA GRAN TOUR 2020

6 luglio 2020 Livorno – Vittuone km 358

Vero che il Sardegna Gran Tour 2020 è finito ieri, ma alla fine stamattina la bocca della Grimaldi ci ha sputato tutti insieme all’alba in continente.


Occasione per i saluti e per scambiarci i vari contati di amicizie nuove che si vanno ad aggiungere a quelle consolidate. Facce stanche ma che probabilmente sarebbero pronte a risalire sulla nave e tornare a scorrazzare sugli asfalti e sulle terre Sarde.
Invece la casa ci aspetta, così come lasciamo il porto prendendo varie direzioni, chi con calma chi con fretta secondo del tempo a disposizione e dei chilometri da fare.
Certo che le curve della Sardegna ci hanno un po’ viziato e così dopo qualche decina di chilometri di autostrada decidiamo che si deve soffrire, o godere, fino in fondo; quindi paghiamo il pedaggio a Lavagna e decidiamo che fino a casa seguiremo strade secondarie.
Vuoi non tuffarti su per la verde Val d’Aveto e poi infilarti in Val Trebbia fino a Bobbio? Del resto tempo ne abbiamo e quindi di nuovo le nostre moto danzano a destra e sinistra seguendo il ritmo della strada. Vuoi poi non fare una pausa pranzo sul Penice? Ormai siamo lanciati e vogliamo chiudere in bellezza e in compagna questa manciata di giorni dove la moto e l’amicizia è stata protagonista.
Poi la strada presenta i bivi che portano alle nostre case e così i saluti diventano necessari, ma è solo un arrivederci…

5 luglio 2020 Arborea - Olbia km 280

Per l’ultimo giorno in terra sarda decidiamo di dedicarci al percorso “Stradale” visto che tra le strade da percorrere c’è Il primo tratto della famosa Bosa-Alghero. Non solo ma la promessa di un pranzo con prodotti tipici a chilometro zero potevano convincere anche i più incerti. La mattina scorre così, guidando allegri sull’ asfalto che scorre spesso costeggiando il mare e le belle spiagge della Sardegna. Il colore del mare in tutte le sue sfumature a far da contrasto al verde e alle diverse sfumature di marrone che la stagione colora all’interno. Il comune di Borutta (SS) ci accoglie con la sua bella basilica Benedettina che sovrasta la città. Lo stesso Sindaco ci accoglie dopo aver fortemente voluto la nostra sosta ci spiega l’intenzione di far conoscere un territorio che spesso non viene considerato a favore della vacanza balneare e invece tanto può offrire. Un pranzo quindi, ospiti dell’amministrazione locale, fatta di prodotti tipici della zona, dalla pasta alle carni fino ai salumi e formaggi senza dimenticare, ovviamente dolci, mirto e filu Ferri. Un pranzo indubbiamente poco motociclistico, ma del resto si poteva rinunciare a un tal piacere della gola? Indubbiamente una zona e un paese da ricordarsi bene di inserire nel prossimo itinerario Sardo. Il pomeriggio diventa così corto ma ancora tante curve ci aiutano a digerire nel nostro trasferimento verso Olbia. Le pratiche di imbarco segnano la fine del Sardegna Gran Tour 2020, anche se domani avremo ancora il trasferimento verso casa, ma ci penseremo domani....appunto

4 luglio 2020 Arborea - Arborea  km 267 Km

Il vento porta sollievo al caldo e fa ben sperare per una giornata meno torrida.  
La strada, o il fuoristrada, diventa il protagonista della giornata. Percorriamo ancora l’interno della terra Sarda eppure percepiamo il mare vicino, giusto il tempo di salire in quota per vederlo apparire all’orizzonte.
Strade e sentieri che si intrecciano nella campagna dell’isola svelandone il lato più selvaggio, più rurale, più vero.
Poi all’improvviso il Mare; forse banale visto che l’immaginario collettivo associa la Sardegna solo con il mare, mentre l’isola offre molto di più, anche come storia e cultura.
Un aspetto che avremo occasione di approfondire grazie al Moto Club Gonnesa che ha preparato la pausa pranzo presso il complesso nuragico di Seruci. Cibo buono e una visita al nuraghe che dall’alto dei sui circa 3000 anni ha ancora molto da raccontare.
Il pomeriggio riparte con un percorso che costeggia il tanto desiderato mare che fa bella mostra di se diventando mossa cornice per il nostro procedere, le spiagge di Piscinas e la costa occidentale della Sardegna danno il meglio di se quando il sole comincia piano piano a scendere.
Anche oggi curve infinite e sentieri da scoprire immersi nel verde dove il traffico del sabato pare sparire.
Un attimo , come disse Quasimodo,  ed è subito sera; il tavolo conviviale diventa momento di scambio di esperienze ed opinioni, ma anche di preparazione per la giornata di domani, l’ultima su questa terra che non smette mai di stupirci.

3 luglio 2020 Olbia- Arborea  km 337 Km

La nave della Grimaldi ha apprezzato tanto la compagnia di noi simpatici motociclisti e ha pensato bene di tenerci con se per altre due ore abbondanti ritardando così l'inizio della nostra spedizione in terra Sarda.
Caldo e ritardo non impediscono alla colorata banda di prendere il via scatenando, chi più chi meno, i cavalli sulle strade dell’isola.
Il primo tratto off-road presenta a molti la sabbia locale che trasforma il nostro KTM in un millepiedi zampettante che cerca di sopravvivere alle leggi della fisica.
Per fortuna i tratti successivi diventano più facili e con un terreno più compatto diventando davvero vivibili per i neofiti e godimento puro per quelli bravi.
I tratti di asfalto poi sembrano bisce da seguire danzando gustandosi i panorami che si alternano in questa scoperta dell’entroterra della Sardegna, strade che diventano un toboga emozionale per chi vuole guidare alla ricerca della curva perfetta contando sempre su un asfalto in ottime condizioni.
Il ritardo accumulato porta molti a scegliere, dopo un ottimo ristoro con prodotti locali, la via più veloce verso l’albergo, solo pochi puri e duri osano dove girano le pale (Eoliche) per godersi incredibili viste dall’alto.
La  meritata cena, il briefing per la giornata successiva chiudono la serata, o meglio danno spazio a una birra fredda nel Saloon con balli in linea Western … tipicamente sardi!
Mentre la notte ci sorprende il pensiero va già a domani e al mare che finalmente cominceremo vedere da vicino.

2 luglio 2020 Vittuone- Livorno km 396Km

La scenografia piazza Gino Valle di Milano si riempie di ardimentosi motociclisti quelli più raffinati pronti per il percorso road e quelli più selvatici pronti a riempirsi di polvere. Distanziamento sociale, anche per il posizionamento delle moto e mascherina per il briefing, il primo del viaggio che Renato Zocchi illustra dando dettagliate e precise informazioni, raccomandazioni e consigli. Qualcuno, (indovinate tra questi chi c’è????), chiede aiuto agli addetti Garmin per verificare le tracce caricate e poi si parte. Attraversiamo la calda Milano verso la val Tidone e poi giù verso il piacentino, poi attraversando il trebbia ci inerpica sugli Appennini su sentieri che in quota regalano panorami spettacolari. Due i tratti off- road odierni, intervallati da strade deserte e curvose come piacciono a noi. Poi da La Spezia la veloce autostrada alla rincorsa del traghetto che non si può perdere! La moto è nel ventre della balena di ferro, domani è un altro giorno.

Vittuone 1 Luglio 2020 – Prologo km 0
Quando un viaggio ti soddisfa fino in fondo hai voglia di ripartire e ripeterlo, così dopo la nostra prima partecipazione al Sardegna Gran Tour, dell'anno scorso, non potevamo resistere alla tentazione di ripetere l’esperienza.

L’unica cosa uguale è l’isola di destinazione poiché la zona e il percorso variano di anno in anno per portare i viaggiatori che partecipano a diverse edizioni alla scoperta della Sardegna, quella più vera, genuina e ovviamente bella.
Per noi la novità di provare a seguire il percorso Off-Road e per questo abbiamo cambiato anche modello di moto optando per una KTM 790 Adventure che KTM Italy ci ha preparato con gomme tassellate Metzeler Karoo 3 e parafango anteriore alto.
La scelta è stata determinata dalla ricerca di una moto che pur permettendo di viaggiare comodamente e speditamente non fosse eccessivamente pesante e che avesse caratteristiche adatte per il fuoristrada, seppur leggero come quello previsto, con la irrinunciabile ruota anteriore da 21” che per un neofita dell’off-road è sicuramente d’aiuto.
Domani mattina si parte, sarà un viaggio emozionante che potrete fare con noi seguendo questo diario di viaggio che giornalmente verrà aggiornato raccontando le emozioni del giorno.

GALLERY



Flap
Profilo

Ringraziamo per questo viaggio:
KTM Italy
Caberg Helmets
Clover Official
Garmin Italia
TCX