Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Apr 2020

Inizio a scrivere questo report di viaggio esattamente tre mesi dopo il nostro ritorno. Volutamente! Ho voluto lasciare che le emozioni, le sensazioni e (perché no?) la malinconia per aver lasciato di nuovo la Nuova Zelanda sedimentassero un bel po’, convinto così di poter scrivere con obbiettività, lasciando il tumulto delle emozioni un po’ lontano. 

Eppure mi accorgo, mentre riempio questo foglio bianco, che probabilmente non sarà proprio così, visto che colori, profumi e “buone cose” si accalcano subito nei miei ricordi e vorrebbero colorarlo questo foglio, così immediatamente, quasi fosse un quadro cubista.Un viaggio in moto in Nuova Zelanda, riserva sempre qualcosa di speciale, anche se , come nel mio caso, è stata la mia seconda esperienza.

 

Nuova Zelanda

Solcare le strade d’oltreoceano è sempre magico, coinvolgente a volte fin troppo perché innamorarsi della “terra di mezzo” è troppo facile; e se lo dicessi solo io sarebbe scontato, ma lo ammettono anche i miei compagni di viaggio. Già compagni, plurale, perché nel febbraio 2019 abbiamo organizzato un viaggio di gruppo, con l’onere e l’onore (questo immenso) di fare da Tour Leader e portare il gruppetto alla scoperta di Aotearoa (questo il nome Maori). Sei moto, otto persone, per un viaggio che sotto molti potrei definire quasi perfetto.

Nuova Zelanda

Le moto, tutte BMW, ci aspettavano a Christchurch dagli amici di Paradise Motorcycles Tour New Zealand (che per la cronaca da oggi sono entrati nella "Trip Advisor All Of Fame") già equipaggiate di borse e bauletti, pronte e impazienti di partire un po’ come noi.  Ho volutamente allungato la prima tappa viaggiando dapprima verso nord in direzione Kaikoura, poi piegando verso l’interno per raggiungere Hanmer Spring. Si come primo giorno di viaggio, un po’ provati dal fuso orario, potrebbe sembrare ardito, ma vi assicuro che ai primo scorci di oceano pacifico, alle prime curve, al primo “realizzare” dove fossimo, tutto è svanito e abbiamo guidato fluidi come se fossimo li da sempre, anche se si guida “contromano”.

Nuova Zelanda

Ci si abitua presto alla guida all'inglese, ma ci nonostante la concentrazione deve rimanere sempre alta. Per fortuna le strade pressoché deserte dalla South Island aiutano e non poco. Dalle montagne di Hanmer Spring catapultarsi sul mar di Tasmania comporta guidare su strade con talmente tante curve perfette che credi già di essere nel tuo paradiso privato e il meglio deve ancora venire. Perchè la stupenda West coast è li ad attenderci e con essa le bellezze naturali di una delle strade panoramiche, su cui possiate mai guidare, un'alternanza di costa, saliscendi, foreste incredibile e clima stupendo.

Nuova Zelanda

Già, avere sole pieno per tutta la costa ovest si può definire un colpo di fortuna notevole visto che sul mar di Tasmania il clima è mutevole e lo fa piuttosto in fretta. Bella la sosta per “firmare” i sassi alla Bruce Bay, suggestivo l'incontro con i Kiwi(bird) al Wild Life Centre di Franz Josef, ma il tema di questi giorni viaggio è la pura guida motociclistica, con tracciati talmente belli da volerli rifare più e più volte. Cosa che si è verificata per la Cardrona Valley Road talmente bella, suggestiva da “convincerci" (oi che fatica!!!) a percorrerla almeno 3 volte ed eletta come una delle più belle strade guidate durante la Vacanza.

Collega Wanaka (sul lago omonimo si guidi su un'altra strada da film) a QueensTown; in quest'ultima abbiamo fatto tappa per due giorni; iil primo per “prendere fiato” ed esplorare la “capitale degli sport avventurosi”, il secondo giorno per andare a trovare Il signore degli anelli a Glenorchy e per assaporare con calma tutti i dintorni. Lasciata Queenstown siamo andati a trovare Burt Munro...ma questa è un altra storia, la racconteremo un altra volta.

Quello che è certo che il tour 2019 è riuscito talmente bene che stiamo pensando di ripartire nel gennaio 2020. Se sei interessato o semplicemente curioso scrivici (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) ti daremo tutte le info necessarie perché noi siamo motociclisti normali....come te.

Supporto Logistico, alloggi e noleggio moto : Paradise Motorcycles Tour New Zealand. Thanks friends

Abbigliamento del viaggio: Completo Clover Scout, casco Caberg Levo, Stivali Tcx Clima Surround, Occhiali Emblema, Borsa a Serbatoio supplementare Givi.

 

Fagna

 
GALLERY