fbpx
Caduta Pecco Bagnaia
Categoria: Sport

Fabio Quartararo conquista la gara MotoGP del Sachsenring approfittando di un nuovo passo falso di Pecco Bagnaia, titolo per Ducati ormai lontano?

Ci sono voluti solo quattro giri per mettere un’ipoteca seria sul titolo mondiale 2022, Fabio Quartararo è ormai lanciato verso la seconda corona grazie alla sua capacità di essere sempre concreto, sempre continuo, sempre presente sul traguardo. Qualcuno forse potrà rivendicare che i titoli ormai si vincono con i piazzamenti, ma il francese sta dimostrando che si vincono con la concretezza, che può significare una vittoria o quando va male un piazzamento.

Pecco Bagnaia e Fabio Quartararo

UNO CONTRO TUTTI: l'armata Ducati si arrende a una sola Yamaha

Ducati armata sprecona, in dotazione ha sicuramente la migliore arma da velocità, non più difficile, capace di mettere potenza e manovrabilità a disposizione di tutti, ma mentre alcune stelle improvvisate si susseguono al traguardo, nessuno riesce a capitalizzare tanto potere e portare la corona a Borgo Panigale. Pecco è sicuramente il gran capitano di questa compagine, ma proprio lui che dovrebbe saper alternare ad episodi sfortunati come quello della Catalunya altri più redditizi come quello promesso per la Germania, proprio Pecco “pecca” di quel salto di qualità che serve per arrivare a mettere le mani sulla corona.

Tutto da ridiscutere quindi per il 2023, dove altre incognite potrebbero terminare questa fase di supremazia per Ducati, dal ritorno di Marquez, alle 4 moto Aprilia in pista, a un ipotetico step in avanti di Yamaha che permetta al francese di battersela su tutte le piste, se mai gli dovesse davvero servire.

Aprilia Maverick Vinales

Discorso a parte per Aprilia, che nuovamente oggi ha dato prova di avere grandi potenzialità anche se ha mancato il podio. Il segnale importante è arrivato finalmente da Maverick Vinales, per buona parte della gara incollato alla moto del compagno di squadra anche se vittima di un guasto all’abbassatore. Ora ad Assen serve una replica, dopo la fiducia dimostrata da Aprilia tocca a Maverick chiudere l’ultimo gap.

GARA CORTA: speranze terminate presto

Gara partita con il balzo in avanti di Fabio Quartararo, seguito da Bagnaia, Espargarò e Zarco. Tocca a Pecco trovare il punto per sedare la fuga del francese e sembra poterlo fare, ma durante il quarto giro cade alla curva uno e chiude tutte le speranze. Inizia la fuga del francese, tallonato a distanza da Zarco e poi dal duo Aprilia. Il miracolo Vinales termina al giro diciassette per un guasto, si apre la strada per Miller che festeggia il contratto con KTM strappando il terzo posto ad Aleix Espargarò.

Vinales e Espargarò Germania

Le pagelle:
Fabio Quartararo 10: ha la stoffa del campione del mondo, c’è sempre, non sbaglia, vince anche
Jack Miller 7: è ancora aperta la battaglia per il miglior pilota Ducati dell’anno, sarà un pilota KTM?
Maverick Vinales 7: il pilota di Roses persevera regala ad Aprilia uno sprazzo di luminoso futuro
Yamaha 9: chi vince ha ragione
Pecco Bagnaia 5: due zeri consecutivi, uno incolpevole e questo?
Enea Bastianini 4: l’altro grande assente, atteso a grandi cose, per disputarsi il posto in Ducati ufficiale bisogna fare di meglio

Prossimo appuntamento con la MotoGP è per settimana prossima ad Assen, attendiamo la riscossa Ducati.

Risultati e classifiche

Classifica MotoGP Germania

 

 
Back To Top