Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Superbike 2019
Superbike 2019: conto alla rovescia, il ripassone
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Siamo agli sgoccioli, una nuova stagione del mondiale Superbike sta per dar fuoco alle polveri, nuovi regolamenti, nuovi piloti, nuove moto e nuova passione, siamo pronti allo spegnimento del semaforo? Ripassiamo i regolamenti!


La Superbike cambia pelle, o si fa un lifting, o perde il senno, decidete voi come metterla, ma sta di fatto che la nuova stagione che sta per partire questo fine settimana, porterà un po' di novità alle già numerose complicanze delle scorse stagioni. Ormai è assodato che per seguire questo passionale campionato è necessario tenere a mente un po' di cose, e allora facciamo un veloce riassunto su nuovi regolamenti, chi vedremo correre e dove li vedremo correre.

Superbike 2019 Pit lane


REGOLAMENTI... MAMMA CHE MAL DI TESTA

Negli scorsi anni abbiamo visto Dorna impegnata ad aggiungere a ogni ripresa un pezzetto in più per cercare di rendere più interessante il campionato delle derivate, mettendo in fila le strampalate idee e i risultati si potrebbe dire che non siano del mestiere, ma intanto capiamo cosa vedremo quest'anno. Le gare passeranno da due a tre, ridotta a poco cosa la mitica Superpole, ormai semplice qualifica, avremo Gara1 ancora il Sabato con griglia maturata dalla qualifica del Sabato mattina. Il palinsesto della domenica invece cambia e recupera un pezzettino di storia con l'aggiunta di una speed race, che prenderà il nome di Superpole Race, con svolgimento là dove una volta era posizionata Gara1, la domenica mattina, ma con un formato breve in soli 10 giri. La griglia di partenza sarà ancora quella della qualifica, metà giri ma anche metà punteggio, l'intento di Dorna è quello di mettere in campo una gara all'ultima sportellata, dove i pochi giri lasceranno liberi i piloti di stracciare le gomme.

Qualche dubbio è sorto negli addetti al lavoro, qualche pilota potrebe giocare di tattica evitando di mettere a rischio Gara2, dove il punteggio è pieno. La griglia di Gara 2 dipenderà dall'arrivo della Superpole Race, proprio come fosse qualcosa a metà tra una gara e una qualificazione. Bottino finale disponibile nel week end ben 62 punti!!!

Restano le questioni poi legate alla "facoltativa" e "libera" discrezione del gestore di rivedere il limite dei giri delle singole moto dipendentemente dai risultati. La questione è sotto i riflettori, Ducati con la nuova Panigale entra con un limitatore posizionato molto alta, che potrebbe essere rivisto. Anche la debuttante S1000RR potrebbe ricevere qualche ritocco. E' noto che il regolamento in questione non piace a diverse case, anche se qualcuno continua a raccontare che è stato accettato serenamente da tutti (non di certo da Kawasaki), ma ormai è operativo dallo scorso anno e Dorna, come noto, non ammette errori.

Superbike 2019 box Yamaha


IN PISTA QUALCUNO ARRIVA QUALCUNO PARTE

Iscrizioni di lusso quest'anno nella Superbike, qualche casa si è accorta che a dar retta alla Dorna... non si fa buona cosa. La vetrina delle derivate è importante per le superbike di produzione, al di là che i regolamenti modello stock abbiano fatto lievitare il costo di base delle moto in vendita, verità negata da pochi ormai, per venderle una volta in vetrina, non si può far figuracce. Così vedremo il rientro semi-ufficiale di Honda con HRC impegnata nello sviluppo della moto, e di BMW che deve promuovere a suon di risultati la nuovissima S1000RR.

Altra novità di rilievo sarà il debutto della Ducati Panigale V4R, la nuova 4 cilindri della casa di Borgo Panigale, ma soprattutto sulla sua sella debutterà Alvaro Bautista, talento inespresso della MotoGP che ha già fatto vedere di che pasta è fatto nei test invernali. Insieme a questi debutti chiaramente i soliti grandi nomi, volti noti a iniziare da re Jonathan Rea, al rientrante Leon Haslam, Chaz Davies, Marco Melandri, il debuttante Simone Cortese campione mondiale della Supersport, Tom Sykes che dopo anni cambia casacca, Leon Camier impegnato nel dare risultati alla Honda, e ancora Alex Lowes, Michael van der Mark e tanti altri. Le moto in pista saranno la Kawasaki ZX10RR, Ducati Panigale V4R, Yamaha YZF-R1M, Honda CBR1000RR, BMW S1000RR. Resta una piccola probabilità di vedere il rientro anche di Suzuki con la sua GSX-R1000R.

Purtroppo all'appello mancheranno due splendide moto italiane, con l'uscita di scena di Aprilia con la sua RSV4RF e MV Agusta con la F4RR, entrambe traslocate in MotoGP. Una grossa perdita.

Superbike 2019 Jonathan Rea


DOVE LA VEDREMO

Dove! Ovviamente in pista, battute a parte potete vedere i 13 circuiti del mondiale, a partire da quello di Phillip Island, sulla pagina della Superbike. Ma visto che appare difficile ai comuni mortali presentarsi su tutte le piste del mondiale, quest'anno la grande novità è il passaggio delle derivate al network di Sky, più precisamente a pagamento su Sky MotoGP o Sky Sport Uno, e in chiaro su TV8. Vedremo se il passaggio sarà positivo o meno, il palinsesto per ora è poco chiaro, ma le programmazioni dovrebbero coprire tutte le gare con una presentazione in studio su TV8 di Davide Camicioli, già visto su TV8 per MotoGP e Formula1, con l'arrivo di Max Temporali. Su Sky Uno per la prima data andranno in onda solo la diretta delle gare, per ora il palinsesto è tutt'altro che ricco, complice forse il poco tempo, o forse una scarsa convinzione del network cryptato, hanno ridotto al minimo la programmazione. Avremo un ulteriore diminuzione dello spettacolo?

Di sicuro i non paganti perderanno la possibilità offerta da Mediaset di rivedere le gare sul portale on demand a qualsiasi ora, questione non da poco con un palinsesto della durata di due giorni. L'opzioni sarà disponibile per gli abbonati Sky.

Superbike 2019 Tom Sykes

I nostalgici ovviamente attendono il ritorno ai fasti di La7, con approfondimenti prima e dopo la gara, approfondimenti tecnici dai box, giro in pista con il pilota, i paesaggi del paese ospitante, paddock live con i piloti appena scesi dal podio e molto altro. Di Mediaset non dispiacerebbe continuare a vedere il buon Max Temporali scorrazzare sui circuiti del mondiale con una Superbike in prestito. Davvero Sky ci crede? O solo un gioiello in più sulla corona? Lo vedremo.

Resta come sempre l'opzione Eurosport, che come ogni anno seguirà tutta la stagione con il suo solito palinsesto ben fornito.

Non resta che abbassare la visiera e chiudere la vena, siete pronti?

Wolf

Ritratto di Wolf

www.worldsbk.com/it