Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Mercoledì, Mer Ott 2020

Moto Guzzi Fast Endurance

Matteo Giordani e Carlo Maderna del 117 Racing Team si sono aggiudicati il Moto Guzzi fast Endurance 2020 grazie al secondo posto conquistato nell’ultima gara sul circuito di Misano.


All’ultimo via si sono presentati appaiati in classifica ben tre team, oltre ai vincitori erano ancora in piena lotta per il titolo lo Stylecar Racing Team e Garage 71. E così, sul circuito romagnolo e sotto la pioggia, è andata in scena un’altra gara entusiasmante e ricca di colpi di scena, capace di regalare ancora una volta emozioni e divertimento a tutte le coppie di piloti al via in sulle Moto Guzzi V7 III dotate di Kit Racing GCorse e gomme Pirelli Phantom SportsComp RS.

La coppia Giordani-Maderna non ha commesso alcuna sbavatura, al contrario degli altri due equipaggi ancora in corsa per il  titolo, Stylecar Racing Team (Stefano Bonetti e Francesco Curinga) e Garage 71 (Samuele Colonna e Davide Rossi); il primo colpo di scena è arrivato dopo soli 10 minuti di gara, con Samuele Colonna incappato in una scivolata che lo ha costretto al ritiro; Stefano Bonetti è invece caduto a metà gara, mentre era al comando tallonato da vicino proprio da Maderna. Ripartiti ma col titolo ormai lontano, gli esperti road racers hanno poi chiuso la gara al nono posto.

Con gli avversari in classifica ormai fuori gioco, il 117 Racing Team non ha però avuto vita facile a mantenere il comando della corsa, nelle fasi finali ha dovuto cedere la prima piazza all’imperioso ritorno della coppia Gianfranco Rubini - Jacopo Rizzardi, in sella alla V7 III del Guaracing Factory Team. Salito in sella dopo l’ultimo cambio pilota, Rizzardi è rientrato in pista al comando, posizione che ha poi mantenuto, allungando, fino alla bandiera a scacchi. Per loro si tratta della prima vittoria nel Trofeo: è il quinto equipaggio vincitore in cinque gare, a ulteriore dimostrazione del grande equilibrio che regna nel Moto Guzzi Fast Endurance.

Sul terzo gradino del podio è salito il team Circuito Internazionale d’Abruzzo, trascinato dal velocissimo Riccardo Mancini, in coppia con Nicola Maccaferro. Mancini aveva già dato prova delle sue performance durante le prove cronometrate del sabato, disputate sull’asciutto, stampando un incredibile 1’59”315. Il diciottenne ha poi siglato il giro veloce anche in gara, sul bagnato, in 2’16”106.

Quella del monomarca dell’Aquila è l’ormai nota formula “guzzista” di intendere le corse, che sta facendo sempre di più il pieno di consensi e che premia, oltre alle doti velocistiche dei singoli piloti, l’affiatamento tra compagni di squadra.