Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Ott 2020

Caberg Flyon

Può un casco Jet comportarsi come un integrale? Calma, non agitatevi, chi scrive sa benissimo che in termini di sicurezza non c’è confronto, perlomeno, e soprattutto per quanto riguarda la mancanza della mentoniera.


Per di più sempre il digitatore da tastiera è un amante dell’integrale, con ampie concessioni nei confronti dei pratici modulari, che usa il Jet in alcune occasioni dove deve cedere all’estetica e allo stile, o banalmente alla praticità del momento.
Si, perché diciamolo, il Jet è pratico, veloce da indossare, fresco d’estate e da quel senso di vento in faccia che molti nostalgici del periodo pre casco obbligatorio ricordano.
Ma stiamo divagando e voglio tornare immediatamente alla prima domanda, forse provocatoria, che è la stessa che mi è venuta, insieme alla risposta, nell’uso tardo autunnale e invernale di questo novo casco Flyon di Caberg.

Caberg

Un casco filante dalla superficie frontale molto stretta con una lunga visiera trasparente che ne caratterizza ulteriormente l’estetica.
Calzata comoda, ma molto avvolgente per essere un Jet che si protende verso il mento dando una sensazione di sicurezza e stabilità in testa.
Sensazione che viene confermata quando la velocità aumenta e l’aria scivola letteralmente via sulla visiera per sfuggire verso la parte posteriore del Flyon senza turbolenze e silenziosamente.
Probabilmente la linea della calotta, che deriva dallo sportivo integrale Drift di casa Caberg, unita allo studio della ben profilata visiera, dotata di Pinlock di serie, ha un effetto benefico sull’aerodinamicità. Da segnalare che la visiera ha un blocco, sul lato sinistro, per evitare l’apertura accidentale della stessa.
Certo con una moto con cupolino è facile, facile dare un‘opinione positiva seduti su un comodo GS. Così abbiamo sperimentato l’uso, sempre con clima invernale, anche su moto Naked e Classiche.
Pensavamo di soffrire, vuoi per il freddo, vuoi per il rumore, e invece il casco ha dato le stesse risposte, comportandosi, come protezione all’aria, quasi pariteticamente ad un integrale.

Caberg Flyon Flyon Caberg
Caberg Flyon Meccanismo visiera


Ammettiamo che un casco Full Face è sicuramente più silenzioso e che qualche spiffero arriva, ma vi assicuriamo che siamo rimasti stupiti dal comportamento dinamico di questo Flyon.
Oltre al confort del morbido rivestimento, removibile e lavabile, da segnalare la praticità del cinturino con fibbia micrometrica.
Non manca la comoda e utile visiera scura a scomparsa che si manovra facilmente con una slitta sul lato sinistro del casco vicino al meccanismo della visiera.
Un casco questo Flyon, presentato all’ultima EICMA pensato per l’utilizzo urbano, regno dei Jet, ma che va ad indirizzarsi prepotentemente anche verso gli utenti con motociclette di media/grossa cilindrata senza dover rimpiangere le caratteristiche di un casco integrale o apribile.
Utenti che vogliono godersi lunghe passeggiate e piccoli viaggi senza rinunciare alla praticità di un Open Face.
Tra le cose che abbiamo voluto verificare rientra anche il sistema di ventilazione, tradizionale se vogliamo, con un estrattore e presa d’aria sulla sommità, che però è sdoppiata, una dietro l’altra, con una più sensibile possibilità di regolazione.
La prima, più grande, diventa la principale a cui si aggiunge una seconda con aperture e canalizzazioni diverse, per incrementare maggiormente il passaggio d’aria.
Così la combinazione di apertura delle due può dare ben quattro livelli di aereazione a cui si aggiunge la possibilità di aprire o chiudere l’estrattore posteriore.

Flyon Caberg Prese d'aria
Estrattore Fibre composite


Potrebbe bastare tutto questo a convincere i più scettici, ma abbiamo lasciato per ultimo l’importante dettaglio della calotta in fibre composite per un peso che si aggira, secondo la misura della calotta e quindi della taglia, attorno ai 1300 Gr. che scende di circa un etto nelle versioni in Carbonio.
Oltre all’elegante bianco viene proposto in diverse colorazioni che potrete trovare, insieme alla scheda tecnica, sul sito CABERG.
Come tutti i caschi dell’azienda Bergamasca anche il Flyon ha la predisposizione per il sistema di comunicazione dedicato Just Speak Evo, ma anche per altri sistemi grazie agli spazi studiati per gli speakers e per il microfono a cui è dedicata addirittura una specifica scanalatura.

Flyon Caberg Interfono


In vendita da questo mese di febbraio con un prezzo al pubblico a partire da € 239,99, non poco, ma giustificato dall’ottima qualità e le caratteristiche presenti in questo casco.

Un Jet che si comporta dinamicamente come un integrale, ora c’è.

Tutta la gamma sul sito CABERG

Foto di Roberto Serati

Gallery



Flap
Profilo

Potrebbe interessarti anche:
Casco jet Caberg Freeride Old White - Test aMotoMio
CASCO JET CABERG UPTOWN – Test aMotoMio
Tucano Urbano El’ Jet Racing Collection - Test aMotoMio