Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Anlas Winter Grip Plus
Gomme Invernali Anlas Winter Grip Plus -Test aMotoMio
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Un test di gomme invernali pubblicato a Giugno ha senso? Probabilmente no, ma del resto se si devono provare delle gomme invernali è giusto che il test sia fatto per un pò di tempo e nel periodo giusto.


Quindi utilizzare le gomme nei mesi più freddi e arrivare fino a quando sarebbe logico, ma non indispensabile come vedremo, tornare alle gomme “Estive”.
Una prova iniziati in pieno inverno, quando il freddo era pungente e che è continuata lungo tutta la fredda stagione fino ad arrivare al sospirato ritorno di temperature miti.
Circa tremila chilometri con queste Anlas Winter Grip Plus montate su una datata BMW R1200GS, non molti, ma probabilmente nello standard di molti motociclisti “Normali”.
Le misure sono quella da libretto, indice di carico compreso, quindi utilizzabili tutto l’anno rispettando le norme del codice della strada vigenti.*
Dopo le positive prime impressioni abbiamo continuato ad usare la moto così gommata per l’uso quotidiano e con piccole uscite fuoriporta.

Anlas

Abbiamo volutamente evitato situazioni limite, vuoi perché lo stesso già citato codice lo vieta, ma soprattutto perché ci teniamo alla nostra incolumità e sicurezza.
Quindi nessuna strada innevata, ghiacciata e foto d’effetto, non ne saremmo capaci, siamo semplicemente dei motociclisti come la maggior parte del popolo delle due ruote a motore, semplicemente sensazioni durante l’uso di queste coperture invernali.
Però la sensazione di sicurezza percepita l’abbiamo notata comunque, soprattutto quando le strade sono umide, fredde e, come spesso nella fredda stagione, scivolose, con una tenuta e una stabilità, anche e soprattutto in frenata, notevole.
In queste condizioni la maggior impronta, l’inerzia del profilo e della mescola non disturbano, anzi aiutano ad aumentare la percezione di tenuta.
Dopo un po’ di chilometri di affiatamento si guida esattamente come con normali pneumatici senza nessuna particolare controindicazione.
Insomma ci si abitua a una sensazione leggermente diversa, ma efficace e rassicurante, probabilmente anche psicologicamente.
Di fatto non ci siamo mai trovati in difficoltà e abbiamo potuto goderci la guida in totale serenità e tranquillità.
Il fatto di aver montato gomme di misure da libretto, 110/80-19 e  150/70-17,  ha permesso alla nostra BMW di superare, ovviamente, tranquillamente anche la revisione seppur oltre il fatidico 15 aprile, grazie alla dicitura magica M+S.

Winter Grip Plus

Così abbiamo esteso la prova fino a maggio inoltrato quando un inverno più lungo del solito ha finalmente ceduto il passo a temperature più miti e asfalti asciutti.
Volutamente perché eravamo curiosi di verificare la potenzialità di queste gomme anche nel periodo estivo.
Abbiamo solo riportato le pressioni ai valori consigliati dalla casa motociclistica che avevamo ridotto precedentemente di 0,1 bar all’anteriore e 0,2 al posteriore.
La guida ne ha risentito positivamente e la moto seguiva le linee, anche in velocità, con stabilità e precisione.
Rimaneva sempre un piccolo accenno di inerzia nei cambi di direzione, probabilmente dovuti al profilo più arrotondato.
Seguendo poi la logica automobilistica del cambio stagionale delle gomme, sempre con la complicità di F.lli Moro che sopporta le nostre piccole follie, siamo tornati alle gomme “estive”.

F.lli Moro

La sensazione di differenza di profilo è facilmente percepibile, non ne avevamo dubbi, e così anche la velocità di inserimento e discesa in piega, ma non così netta da far rimpiangere le Anlas.
Anlas Winter Grip Plus sono perfette in inverno ma, come ogni compromesso, non possono essere altrettanto prestazionali come le altre gomme, e comunque vero che vale anche il contrario.
Ne vale la pena? Ci eravamo già posti la domanda e la risposta ha una doppia faccia.
Se usate la moto abitualmente d’inverno con spostamenti frequenti, cittadini e non, e volete la certezza di una sicurezza, ripetiamo, anche psicologica le WGP fanno per voi, permettono una guida rilassata e tranquilla concedendo al pilota la possibilità di concentrarsi sulla strada in ogni situazione di asfalto.



Se invece la usate sporadicamente solo quando l’occhiata di sole, o la giornata favorevole ispira un’uscita fugace, forse la scelta è superflua; forse, perché in effetti sulla sicurezza si dovrebbe sempre investire.
Crediamo che la scelta migliore sia quella di sostituire le gomme seguendo la logica del susseguirsi delle stagioni, così da avere il massimo della tenuta, e del piacere, evitando anche il probabile maggior consumo che le “invernali” potrebbero subire con l’asfalto caldo.

Anlas

Dopo i suddetti circa 3000 km il consumo è apparso regolare con la promessa di ancora molta strada da fare.
Una piacevole sorpresa queste Anlas Winter Grip Plus che ora riposano le box in attesa che torni il 15 ottobre per tornare a regalarci il meglio che sanno dare.

Tutta la gamma sul sito ANLAS

GALLERY


Flap
Profilo


* COSA DICE IL CODICE DELLA STRADA

Il Codice della Strada all’art. 6, comma 4, lettera e; prescrive che “i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e ghiaccio”.
Chiarimenti arrivano dalla Direttiva del Ministero dei Trasporti del 16 gennaio 2013 in tema di “Circolazione stradale in periodo invernale ed in caso di emergenza neve”   che impone l'obbligo di pneumatici da neve dal 15 novembre al 15 aprile con tolleranza di un mese per adeguarsi (montare gomme e togliere gomme invernali). Da questo obbligo sono però “esclusi i ciclomotori a due ruote  e  i  motocicli”anche se di fatto “Nel periodo di vigenza dell'obbligo i ciclomotori a due ruote  e  i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto”.
Inoltre la circolare, dello stesso Ministero, del 27 maggio 2016 (n. 12424-DIV3-C), la stabilisce “Al fine di evitare difficoltà al settore si ritiene opportuno consentire l’uso, in riferimento alla penultima linea delle conclusioni della circolare 104/95 del 31/5/1995, di pneumatici invernali (contraddistinti dalle marcature aggiuntive M+S, MS, M-S, ovvero M&S), nel periodo compreso tra il 15 Ottobre e il 15 Maggio, anche con indice di velocità Q, fatto salvo quanto stabilito dalla direttiva del Ministro delle Infrastutture e dei Trasporti e dal punto 6 della circolare 104/95.
Si precisa infine che l’uso degli pneumatici invernali consentiti e cioè quelli con i parametri riportati sulla carta di circolazione ivi compreso l’indice di velocità non ha restrizioni di carattere temporale e che pertanto essi possono essere usati durante tutti i mesi dell’anno solare”.

RIASSUMENDO
Fermo restando il divieto di circolare con strade ghiacciate o innevate e durante le nevicate, sempre che qualcuno ne abbia la voglia e il coraggio, possiamo montare pneumatici invernali, anche se non sono obbligatori per le due ruote, con la possibilità di montare, dal 15 novembre al 15 aprile, gomme con un codice di velocità inferiore a quello riportato sul libretto con un minimo del codice M (130 km/h)
Però saremo obbligati a sostituirle di nuovo dopo la data del 15 aprile con gomme dall’indice di velocità regolare, un po’ quello che avviene sulle auto di grandi prestazioni.
Potremo però, se quanto indicato sul libretto corrisponde alla dicitura sullo pneumatico, utilizzare le gomme per 12 mesi all’anno senza vincolo alcuno.
In questo caso però probabilmente avremo un consumo delle stesse superiore alla media e probabilmente anche prestazioni inferiori rispetto alle gomme “Estive”.
Perché quindi investire un treno di gomme alternativo, dal costo pari a circa il 30% in più rispetto al pari misura tradizionale?
La risposta sta’ probabilmente in quella sicurezza e tranquillità che vuole avere il motociclista che non vuole rinunciare al piacere della guida anche in Inverno, a chi non vuole mettere il letargo l’amata due ruote.