Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Anlas Winter Grip Plus
Gomme Invernali Anlas Winter Grip Plus – Prime impressioni di aMotoMio
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Arriva l’Inverno e con i primi freddi la scelta è tra lasciare la moto nel box o continuare ad usarla.
Noi pur non essendo degli irriducibili eroi invernali non disdegniamo l’uso della moto nella stagione più fredda che, come ogni periodo dell’anno del resto ha sempre qualcosa di buono da offrire.


La tecnica poi negli ultimi anni ci è di aiuto e anche le gomme da moto hanno subito un progressivo miglioramento e un allargamento di gamma che è arrivato ormai anche alle gomme invernali (M+S = Mud + Snow).
Certo ci si deve confrontare con un codice della strada che non è al passo con la tecnologia, come vedremo più sotto, ma seppur anche il buonsenso e la logica consiglino di non usare la nostra due ruote con ghiaccio e neve sulla strada, potrebbe per giunta capitare di ricevere anche una salatissima multa.

Anlas

Comunque eravamo curiosi di mettere alla prova le gomme invernali e nello specifico le nuove Anlas Winter Grip Plus.
Anlas è un’azienda Turca, produttrice di pneumatici, leader, appunto in Turchia, nel settore moto. Un’azienda dinamica che sta cercando di guadagnarsi un ruolo importante anche in Europa, puntando su prodotti dalle caratteristiche particolari, a volte uniche, come nel caso delle gomme Winter Grip Plus.
La linea ANLAS delle Winter Grip Plus nel 2017 è stata estesa nelle misure, arrivando persino al 190/55WR17, così coprendo praticamente tutta la gamma sul mercato, supersportive comprese.
Winter Grip Plus è, quindi,  uno pneumatico invernale M+S (mud + snow), con struttura a lamelle (simile a quella impiegata sulle gomme da neve automobilistiche), che sfrutta l’utilizzo di innovativi polimeri, combinati alla tecnologia “Zero Degree Radial”, che permette alle gomme di rendere sicuro l’utilizzo della nostra motocicletta anche quando umidità, sale e basse temperature, per assurdo anche ghiaccio e neve, rendono insidioso l’asfalto.

Anlas Anlas WGP
Anlas WGP Anlas WGP


Così eccoci da F.lli Moro con la nostra fida BMW R1200GS MY 2009, per montare le Anlas WGP; stesse misure e stesso codice di carico e velocità che volendo ci permetterà di usarle per tutti i 12 mesi, anziché dover rispettare il periodo previsto dalla legge, ma questa decisione per ora la rimandiamo.
Sulle prime fa strano vedere il disegno tipicamente automobilistico delle gomme da neve e le lamelle che si estendono su tutta la superficie del battistrada.
Questione di abitudine ma in fondo, soprattutto sul posteriore non stanno per nulla male esteticamente.
La pressione ci è stata consigliata con una riduzione di 0,1 bar all’anteriore e 0,2 bar al posteriore, ma anche qui si tratta di scelte soggettive.
Nei primi metri si percepisce una sensazione di maggior impronta a terra, e anche nelle prime curve la sensazione è di un profilo poco appuntito, quindi, più rotondo, con una discesa in piega molto più graduale.

Winter Grip Plus

Non siamo tester professionisti ne piloti, pertanto difficilmente riusciamo a trovare le “50 sfumature di nero” nei neri cerchi di gomma, però averle montate su una moto che conosciamo bene ci può dare una percezione decisamente più vicina alla realtà.
Dopo qualche decina di chilometri ci si dimentica quasi di aver gomme invernali, non fosse per il profilo dell’anteriore che richiede ancora un po’ di abitudine.
La sensazione sul freddo asfalto cittadino è di notevole tenuta, soprattutto in frenata sull’anteriore e anche quando le provinciali ci portano verso la periferia e a temperature vicine allo zero guidiamo sciolti, senza mai esagerare, ma con una decisa tranquillità.

Anlas WGP

Certo la Psicologia fa molto e da motociclisti sappiamo quanto il giudizio personale, le passate esperienze, la marca e i consigli di amici e altri utenti sappiano condizionare in parte la nostra sensazione di fiducia e sicurezza.
In questo caso poi la “promessa” di Anlas e i pareri positivi di altri utenti certamente ci hanno regalato una maggior fiducia in queste Winter Grip Plus.
Un primo assaggio di qualche centinaio di chilometri su strade umide e fredde, sia viottoli e stradine di campagna sia veloci autostrade per provare a renderci subito conto delle possibilità che queste gomme possono dare.
Anche sul veloce, diciamo anche poco oltre i limiti autostradali, le gomme hanno un ottimo comportamento di stabilità e direzionalità, solo risultano, ovviamente, leggermente più rumorose delle classiche gomme “Estive”!
In tutte le condizioni abbiamo guidato tranquilli e senza la minima perdita di aderenza, sia l’ABS sia il Traction control sono mai intervenuti;  a testimoniare le ottime doti di grip del battistrada.

Winter Grip Plus

Abbiamo ancora davanti però i mesi più freddi e più difficili dell’anno che useremo per verificare ulteriormente se queste Anlas sapranno mantenere le promesse, anche sul bagnato a basse temperture.
A fine stagione risponderemo definitivamente alla fatidica domanda: ne vale la pena? Per ora sembra di si!
Daremo il nostro giudizio finale sul comportamento delle Winter Grip Plus, un test fatto come sempre da motociclisti Normali che cercano di guidare in maniera responsabile.

Stay Tuned

Grazie a ANLAS Italia per la fiducia e a F.lli Moro per l’assistenza.

GALLERY



Flap
Profilo


COSA DICE IL CODICE DELLA STRADA
Il Codice della Strada all’art. 6, comma 4, lettera e; prescrive che “i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e ghiaccio”.
Chiarimenti arrivano dalla Direttiva del Ministero dei Trasporti del 16 gennaio 2013 in tema di “Circolazione stradale in periodo invernale ed in caso di emergenza neve”   che impone l'obbligo di pneumatici da neve dal 15 novembre al 15 aprile con tolleranza di un mese per adeguarsi (montare gomme e togliere gomme invernali). Da questo obbligo sono però “esclusi i ciclomotori a due ruote  e  i  motocicli”anche se di fatto “Nel periodo di vigenza dell'obbligo i ciclomotori a due ruote  e  i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto”.
Inoltre la circolare, dello stesso Ministero, del 27 maggio 2016 (n. 12424-DIV3-C), la stabilisce “Al fine di evitare difficoltà al settore si ritiene opportuno consentire l’uso, in riferimento alla penultima linea delle conclusioni della circolare 104/95 del 31/5/1995, di pneumatici invernali (contraddistinti dalle marcature aggiuntive M+S, MS, M-S, ovvero M&S), nel periodo compreso tra il 15 Ottobre e il 15 Maggio, anche con indice di velocità Q, fatto salvo quanto stabilito dalla direttiva del Ministro delle Infrastutture e dei Trasporti e dal punto 6 della circolare 104/95.
Si precisa infine che l’uso degli pneumatici invernali consentiti e cioè quelli con i parametri riportati sulla carta di circolazione ivi compreso l’indice di velocità non ha restrizioni di carattere temporale e che pertanto essi possono essere usati durante tutti i mesi dell’anno solare”.

RIASSUMENDO
Fermo restando il divieto di circolare con strade ghiacciate o innevate e durante le nevicate, sempre che qualcuno ne abbia la voglia e il coraggio, possiamo montare pneumatici invernali, anche se non sono obbligatori per le due ruote, con la possibilità di montare, dal 15 novembre al 15 aprile, gomme con un codice di velocità inferiore a quello riportato sul libretto con un minimo del codice M (130 km/h)
Però saremo obbligati a sostituirle di nuovo dopo la data del 15 aprile con gomme dall’indice di velocità regolare, un po’ quello che avviene sulle auto di grandi prestazioni.
Potremo però, se quanto indicato sul libretto corrisponde alla dicitura sullo pneumatico, utilizzare le gomme per 12 mesi all’anno senza vincolo alcuno.
In questo caso però probabilmente avremo un consumo delle stesse superiore alla media e probabilmente anche prestazioni inferiori rispetto alle gomme “Estive”.
Perché quindi investire un treno di gomme alternativo, dal costo pari a circa il 30% in più rispetto al pari misura tradizionale?
La risposta sta’ probabilmente in quella sicurezza e tranquillità che vuole avere il motociclista che non vuole rinunciare al piacere della guida anche in Inverno, a chi non vuole mettere il letargo l’amata due ruote.