Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Ott 2019
  • Kiara Fontanesi

    E anche a questo giro mi viene il dubbio che non solo non vi sia equilibrio nella diffusione delle notizie ma, cosa ben più grave, che non vi sia proprio equilibrio nel giubilo che dovrebbe pervadere gli appassionati di sport motoristici di tutti i livelli.

  • Motodays 2019: incontra Carl Fogarty, Tony Cairoli e Hubert Auriol

    Per l’undicesima edizione di Roma Motodays il testimonial d’eccezione arriva dalla Gran Bretagna: il leggendario Carl ‘King’ Fogarty. Ma ci saranno anche Tony Cairoli, di ritorno dalla prima gara del mondiale Motocross, in Patagonia e il francese Hubert Auriol, il primo vincitore della Dakar sia in moto che in auto. Carl Fogarty sarà a Roma Motodyas giovedì e sabato, mentre Cairoli e Auriol saranno presenti sabato e domenica.

    King Carl Fogarty, ‘Foggy’, si è laureato quattro volte campione del mondo della Superbike dopo aver vinto tre volte il famigerato Tourist Trophy all’Isola di Man, dal 1988 al 1990. Vincitore di ben 59 gare in sella alla Ducati 916 e 996, Fogarty ha conquistato i suoi allori in Superbike nel 1994, 1995, 1998 e 1999 e si è ritirato nel 2000, a soli 35 anni, a causa di un rovinoso incidente che gli ha compromesso la mobilità del braccio sinistro.

    Ma Carl Fogary non sarà l’unico campione in Fiera nei giorni di Roma Motodays. Ci sarà anche Tony Cairoli, fresco vincitore per l’undicesima volta degli Internazionali d’Italia di Motocross. Il nove volte campione del mondo arriverà in Fiera Roma direttamente dalla pista di Neuquen, in Patagonia, teatro della prima sfida iridata della stagione, che è andata in scena lo scorso weekend e che ha visto Tony Cairoli autore di due splendide doppiette. Con la sua proverbiale disponibilità, Tony Cairoli incontrerà il pubblico di Roma Motodays, firmerà autografi e risponderà alle loro domande nelle giornate di sabato e domenica. In esposizione anche la sua moto.

  • MXGP Imola, Tim Gajser chiude i giochi, la gallery

    Con tre round di anticipo Tim Gajser si è laureato campione del mondo della MXGP, riportando il titolo in casa Honda. Il titolo è arrivato dopo 9 vittorie in campionato, che hanno chiuso i discorsi con Febvre, Herlings e il nostro Tony Cairoli che ha chiuso anzitempo la stagione. C'è quel po' di italianità in questa vittoria visto che a supportare Gajser c'era il team italiano Giacomo Gariboldi.

    Nel round di Imola era sufficiente un ottavo posto per portare a casa il titolo, ma partito con la giusta energia è incappato in uno scontro, faticando poi a recuperare, ma arrivando al traguardo al quinto posto sufficiente per festeggiare la corona mondiale. Nella seconda gara ormai il più era fatto, e con la libertà di correre senza grosse pressioni Gajser se l'è giocata per lo più con Seewer, portando a casa una seconda posizione dopo una lotta all'ultimo tassello.

    Ma al campionato mancano ancora come detto tre round, e alla casa dell'ala dorata interessa molto quel titolo costruttori ancora in palio, quindi difficilmente vedremo un Gajser sazio nel round in Svezia.

    Foto di Fabio Baratti

    GALLERY

  • MXGP Lombardia: Tony Cairoli re sotto la pioggia di Mantova

    Dopo ben un mese di pausa forzata, a causa delle abbondanti piogge che hanno fatto slittare il GP di Cina al 15 Settembre, si riparte in Italia con la 5° tappa stagionale del mondiale di motocross nella pista internazionale Città di Mantova; tracciato molto tecnico e spettacolare, gestito da uno dei sodalizi più antichi d’Italia, il moto club Mantovano “Tazio Nuvolari” fondato nel lontano 1914.

  • MXGP Olanda: continua la grande marcia di Cairoli

    Il week end ha regalato un'altra doppietta al tricolore italiano, quella di Toni Cairoli, che sulla pista olandese di Valkenswaard, ha imposto agli avversari la sua classe, a cominciare da quel Tim Gajser che sembra ad ora l'unico a poterlo impensierire.

    A più 22 punti dall'inseguitore dopo soli tre round, con 5 vittorie su sei disponibili al suo attivo, per ora la cavalcata verso il decimo titolo sembra qualcosa di possibile. Le prossime date porteranno Cairoli in Italia, la prima in Trentino, ma pesa sulla sua cavalcata la mancanza in pista di Jeffrey Herlings.

    Tocca agli altri piloti suoi avversari, a partire dagli storici avversari Clemet Desalle e Gautier Paulin a dare un taglio a questa cavalcata che diversamente regalerà all'Italia e al suo alfiere un evento storico, il decimo titolo.

  • MXGP Ottobiano: doppietta per Tony Cairoli, mondiale aperto

    A Ottobiano Tony Cairoli non poteva sbagliare e da campione qual’è ha centrato l’obiettivo. Cairoli ha vinto il gran premio, e lo ha fatto nel migliore dei modi, con una magica doppieta, primo in gara1 e in gara2. Con il leader del mondiale Jeffrey Herlings assente per una frattura alla clavicola, il pilota siciliano della KTM non si è lasciato scappare l’occasione di recuperare punti importanti ai fini della classifica iridata. Con questa vittoria pesante Cairoli ha guadagnato 50 punti passando da -62 a -12 dal pilota olandese. Mondiale riaperto, l’inseguimento al 10 titolo mondiale per Tony Cairoli può continuare. Ora si vola per due gare in Indonesia, 1 e 8 luglio.

    Nella WMX dove le “terribili” ragazze Sidi hanno dato spettacolo, la nostra campionessa del mondo Kiara Fontanesi (Yamaha) ha vinto gara1, anche lei all'inseguimento del titolo mondiale a pochi punti dalla leader della classifica.

  • MXGP Trentino: Cairoli ci prova, ma è la giornata di Gajser

    Per tutti gli appassionati come noi delle ruote artigliate, lo scorso è stato un grande weekend, con il mondiale MXGP del Trentino, che per il 4° round stagionale è sbarcato sulla storica e molto apprezzata pista del ciclamino a Pietramurata, località trentina a due passi dal lago di Garda.

    Primo di tre appuntamenti mondiali del bel paese, seguiranno round 4 il 18 maggio sul tracciato Tazio Nuvolari di Mantova e il 18 Agosto (data da verificare) ad Imola all’interno dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari.
    Come dicevamo grande weekend di emozioni con Tony Cairoli (Red bull ktm)  carico dalle vittorie dei primi 3 gp e determinato a vincere il suo 10° titolo  mondiale, impresa che nella storia del motocross è riuscita solo al Belga Stefan Everts con 223 gp disputati e 165 podi.

    Tony Cairoli MXGP Trentino

    In gara 1 Tonino nazionale scatta in prima posizione per rimanerci fino a 5 giri dalla fine, quando lo Sloveno Tim Gajser, che già della prova di sabato dimostrava di gradire particolarmente il circuito trentino dominando la manche di qualifica, passava al comando per restarci fino alla bandiera a scacchi.
    Stesso epilogo in gara 2 con Gajser che parte al comando guadagnandosi l’holl shot, contrastato dal solo Cairoli che lo sorpassa in un paio di occasioni ma poi a causa di una scivolata è costretto ad arrendersi allo scatenatissimo pilota HRC.

    Tim Gajser MXGP Trento

    Terzo gradino del podio per il pilota francese Gautier Paulin che ha terminato tutte e due le manche 3° con un ritardo, dal gruppo di testa, di 50 secondi, distacco che la dice lunga sulla bagarre e sul ritmo forsennato dei primi due. Ottime le prestazioni degli altri italiani con un 5° assoluto di Ivo Monticelli e un 7° di Alessandro Lupino.

    Nella mx2 doppio successo per il pilota spagnolo della KTM Jorge Prado, il campione del mondo in carica, solo 4° in classifica generale causa un doppio zero in Gran Bretagna a causa di problemi fisici, ha dimostrato sul terreno impervio del Ciclamino di essere ancora l’uomo da battere.

    MXGP Trentino gruppo

    Tra gli italiani discreto risultato di Michele Cervellin con 9° e 12° posto.

    Oltre al mondiale mx si è svolta la seconda tappa del campionato europeo 125 (EMX 125) dominato dall’italiano Mattia Guadagnini, a punti anche gli italiani Barcella (7°), Bonacorsi (10°), Giuzio (14°), Facca (15°), Roncoli (16°), Valsecchi (19°).

    L’europeo 250 (EMX250) dominio assoluto in entrambe le manche di Alberto Fossato, gli altri italiano a punti sono Lapucci (12°), Ravetta (17°), Facchetti (18°), Adamo (19°) e Puccinelli (20°)

    Fabio Baratti


    Risultati e classifiche

     

     GALLERY

     

  • MXGP: Tony Cairoli insegue ancora

    Nuova puntata dell'inseguimento per il nove volte campione del mondo Tony Cairoli al decimo titolo mondiale. Nella doppia manche di Francia, andato in scena nel week-end sulla pista di Saint Jean d’Angely, non è riuscito a battere l'olandese Jeffrey Herlings, ancora primo in classifica con 486 punti della MXGP. Il nostro campione della Sicilia ha cercato di tenergli testa, ma nelle due gare vinte entrambe dall'olandese, Cairoli si è piazzato terzo in Gara1 dietro a Desalle e secondo in Gara2 dietro a Herlings.

    Ancora tante le date, 11, e le gare, 22, per il campione della KTM, i punti per Tony Cairoli sono attualmente 424 con un distacco importante ma non impossibile. Il decimo titolo mondiale che porterebbe nella leggenda Cairoli è ancora a portata. Di sicuro non lo vedremo risparmiarsi, prossimo appuntamento in caso nostra sulla pista di Ottobiano (PV).

  • MXGP: Tony Cairoli vince e tiene la testa del mondiale

    Secondo appuntamento del mondiale motocross che ha visto ancora brillare il grande Tony Cairoli, gara andato in scena nel week-end in Gran Bretagna sul circuito di Matterley Basin. Il round ha visto un duello aperto tra l'alfiere della KTM e Tim Gajser, duello che è finito in pareggio con Cairoli che vince Gara1 e Gajser che vince Gara2 rimettendo così la palla al centro.

    Ma alla fine del round la tabella rossa resta comunque saldamente nelle mani di Cairoli, in virtù delle due gare vinte nel round di aprtura del mondiale MXGP in Argentina. Il prossimo round è quello di Valkenswaard (Olanda), dove il campione siciliano tenterà di allungare la classifica che potrebbe portarlo al titolo numero 10!