Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Set 2020
  • Moto2 Fenati: MV Agusta straccia il contratto

    Due gare di squalifica per il brutto episodio di cui Romano Fenati si è reso protagonista durante la gara di Moto2, durante la quale affiancato a 250km/h all'ora a Stefano Manzi sporge la mano e afferra la leva del freno dell'avversario per frenare la moto. Un episodio incredibile, pericoloso e quanto mai scorretto, che pone domande serie sulla capacità di Romano Fenati di controllare i propri impulsi d'ira.

    Il gesto, impossibile da nascondere e sopra ad ogni limite possibile, è stato visto in mondo visione, da qui la preoccupazione che Fenati abbia problemi a controllarsi, incredibile che non ci abbia pensato, e se era chiaro per il pilota ha proseguito comunque nella sua azione.

    Chiare e nette le reazioni dal mondo della MotoGP, da chi reclama la squalifica a vita come Crutchlow, chi come Valentino Rossi che già aveva espulso proprio per problemi comportamentali il pilota dalla sua struttura che dichiara essere una sconfitta per la sua Academy, al commentatore Meda che reclama sulla tenue pena inflitta dalla direzione gara.

    I temi che solleva questo episodio sono davvero tanti, ma si ripropone ancora una volta la debolezza della commissione gara che si inchina alle necessità di spettacolo e odiens. Fanno più notizia per gli septtatori questi episodi che le gare in sé, e come accaduto per i diversi casi che hanno coinvolto Marquez, penalizzare o squalificare un pilota in vista non è salutare per lo spettacolo.
    Stesso ragionamento va rivolto a Manzi, reo secondo Fenati di comportamenti scorretti che avrebbero fatto perdere il controllo a Fenati, su cui ancora una volta la direzione gara non interviene.

    Resta poi l'imbarazzo per la stagione 2019, dove Fenati, il nuovo team MV Agusta che si appresta a debuttare in Moto2 e che aveva sottoscritto il contratto con Fenati, tramite dichiarazioni di Castiglioni si dice pronta a stracciarlo.

  • MotoGP Jorge Lorenzo: stop per altre due gare?

    Dopo il ritorno in pista a Silverstone, sembra che per Jorge Lorenzo ci siano ancora problemi. Gli strascichi dell'infortunio avvenuto nel week end di MotoGP ad Aragon, che gli hanno procurato la frattura a due vertebre, continuano a rallentare il rientro al pilota maiorchino.

    Dopo la due giorni di test a Misano dove ha primeggiato Fabio Quartararo con la Yamaha, dove Jorge Lorenzo ha concluso i test dopo una sola mattinata in pista proprio a causa del dolore e delle non perfette condizioni fisiche, indiscrezioni parlano di un forfait per i prossimi due gran premi, dove Jorge potrebbe saltare Misano e Aragon.

    Un brutto infortunio quello del maiorchino, che si somma alle difficoltà di adattamento alla Honda RC213V, con Honda concentrata su Marc Marquez e poco incline a rischiare di snaturare un duo che porta risultati, Jorge non ha mai trovato feeling con la moto, e si ritrova con sempre più tempo sottratto dagli strascichi degli infortuni.

    L'unica speranza è che le nuove voci sui dubbi a proposito del futuro in Honda ma anche nelle corse, siano solo temporanee e subordinate al rientro totale dall'infortunio. Se non sarà poi in Honda il suo futuro, un campione del suo calibro troverà sicuramente una sella.

  • MotoGP Misano in TV: Marquez a caccia della vittoria perduta

    Mancano poche ore all'inizio delle ostilità, i piloti della MotoGP hanno invaso l'asfalto del circuito di Misano, preceduti da Valentino Rossi che ha voluto festeggiare il fran premio di casa percorrendo la strada che porta da Tavullia al circuito con la sua Yamaha M1, la classica gita fuoriporta, ma con una moto sicuramente fuori dall'ordinario.

    Occhi puntati sul campione del mondo Marc Marquez, ormai in possesso di un margine considerevole dagli avversari, è però in cerca della vittoria dopo aver ceduto gli ultimi due gran premi all'ultima curva. Ad attenderlo i due vincitori delle ultime due gare, Andrea Dovizioso e Alex Rins, ma anche due degli alfieri di casa Yamaha che potrebbero insidiarlo, il velocissimo Quartararo, atteso alla prima vittoria, e Maverick Vinales.

    Incognita Valentino Rossi, nel GP di casa potrebbe fare bene, ma deve completare il percorso che lo ha riportato in crescita negli utlimi gran premi. C'è abbastanza carne al fuoco per diversi e per vedere unabella gara.

    Programmazione TV su Sky e TV8

  • MotoGP Misano: Andrea Dovizioso lascia solo le briciole

    Misano come non te l'aspetti, domina la gara Andrea Dovizioso, che lascia a Lorenzo e Marquez la disputa per il secondo gradino del podio, arranca la Yamaha, ma il pubblico italiano esce dal circuito con un ricordo spettacolare.

  • MotoGP Misano: colpaccio di Marc Marquez

    Una strategia magistrale quella di Marc Marquez, che sul tracciato umido di Misano mette a segno il colpaccio per annullare lo zero britannico, il Dovi resta spettatore in casa Ducati, mentre l'acuto Ducati spetta a Danilo Petrucci.

  • MotoGP MIsano: confronto Rossi-Marquez, ma Lorenzo si sente escluso

    Si consuma l'ennesimo siparietto tra Valentino Rossi e Marc Marquez, incalzato dai giornalisti che ormai hanno imparato che la MotoGP deve fare un po' di fumo, l'arrosto poi al massimo lo si compra già confezionato. Durante la conferenza stampa di inizio week end, un giornalista ha incoraggiato i due a stringersi la mano, ma Rossi ha rifiutato adducendo che non ci sono problemi tra lui e Marquez, per lo meno non da discutere in pubblico. Marc dal canto suo dimostrando di volerlo fare, dopo tutto chi pensa di aver subito torti non è lui, ha dato prova di non avere in realtà qualche genere di rimorso, e quindi problemi a farlo.

    Ovviamente in questo spettacolo tutti vogliono essere protagonisti, quindi non poteva mancare l'opinione di Jorge Lorenzo, che per dimostraredi non avere sudditanze psicologiche nei confronti di Valentino, a differenza di Marquez dice, ha bollato come da bambino l'atteggiamento di Valentino Rossi.

    Atteggiamenti che attirano più della bagarre in pista, che hanno dei fondamenti che partono dalla pista e che anche in passato, tra altri piloti, hanno infiammato i tifosi, ma che si sbaglia quando lo si augura per attrarre pubblico nelle gare, come qualcuno vorrebbe in Superbike.

  • MotoGP MIsano: Jorge Lorenzo sarà regolarmente in pista

    Mancano poche ore all'inizio del week end del MotoGP di Misano, data attesa quanto quella del Mugello per noi italiani, ma ancora di più da molti piloti che hanno casa non lontano dal circuito adriatico. Occhi puntati su Jorge Lorenzo, che dopo alcune indescrezioni che lo davano fuori per altri due MotoGP a causa dei postumi dell'infortunio alle vertebre, sarà regolarmente al via del GP di Misano.

    Le indiscrezioni erano arrivate dopo che Jorge aveva interrotto i test MotoGP alla fine della mattinata del primo giorno a causa del forte dolore che ancora accusava. Da lì alcune indiscrezioni, forse ipotesi, arrivate dall'angolo di Lorenzo, ipotesi fortunatamente tramontata. Il termine anticipato dei test è stata più che altro una mossa per allungare il periodo di recupero e avere più possibilità di scendere in gara gà da Misano.

    Evidentemente il maiorchino e il suo staff non hanno reputato fondamentale i risultati dei test sulla moto, in una stagione ormai segnata da infortuni e problemi di adattamento.

  • MotoGP Misano: vince Marc Marquez, ma Quartararo emoziona

    Duro, coriaceo, insaziabile, scaltro, Marc Marquez vince di forza questo MotoGP di Misano, battendo all’ultimo giro la resistenza di un Fabio Quartararo che si dimostra sempre più il futuro di questa MotoGP, paladino della Yamaha e di tutti quelli che vorrebbero l’interruzione di un dominio che sembra sempre più lontano dal tramontare. Week end appannato per le Ducati, Valentino Rossi ad un passo dal podio.

  • MotoGP San Marino in TV: nessun favorito, lo spettacolo è servito

    Torna il campionato mondiale MotoGP sul circuito di San Marino sul circuito Marco Simoncelli di Misano.

  • MotoGP San Marino: la prima del Morbido, Rossi beffato all’ultimo giro

    La prima volta in MotoGP di Franco Morbidelli accade al GP di San Marino, una gara dominata dal primo all’ultimo giro riporta l’attenzione su questo pilota che troppo spesso passa in secondo piano. Grande gara di Valentino Rossi, peccato la beffa all’ultimo giro.

  • MotoGP Suzuki: la tribuna blu a Misano con un pacchetto Vip

    Alex Rins ha colto un'entusiasmante vittoria nel Gran Premio di Gran Bretagna della MotoGP e punta a ripetersi nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, in programma a Misano Adriatico il 15 settembre.

    Suzuki celebra il clamoroso successo e offre a tutti gli appassionati la possibilità di assistere alla tappa romagnola del Motomondiale da un punto di osservazione privilegiato

    Chi acquisterà i biglietti nei concessionari Suzuki si accomoderà nella TRIBUNA SUZUKI, proprio di fronte alla curva del Carro e riceverà in omaggio il SUZUKI VIP PACK con esclusivi servizi.

    Il trattamento VIP dà infatti la possibilità di usufruire gratuitamente di un comodo parcheggio riservato, situato a breve distanza dalla Tribuna D, e di accedere a un’esclusiva lounge Suzuki, allestita a sua volta a ridosso degli spalti. Questa struttura consentirà agli spettatori di trovare ristoro tra una gara e l’altra nella giornata di domenica 15 settembre.

    Il VIP Pack include inoltre un kit di abbigliamento ufficiale, con una t-shirt e un cappellino Suzuki MotoGP da indossare in occasione della gara per trasformare la Tribuna D in un'enorme macchia blu Suzuki

    Inoltre, il biglietto Suzuki permette di avere la priorità durante la sessione autografi dei piloti Suzuki programmata per il pomeriggio di Sabato.

    Suzuki mette in vendita i biglietti presso i suoi concessionari a prezzi decisamente competitivi rispetto a quelli praticati dai normali canali di vendita a prescindere dal vantaggio economico garantito dal VIP Pack in omaggio. Il biglietto per la sola giornata di domenica è infatti proposto a 140 Euro, mentre quello valido anche per le qualifiche di sabato 14, costa 175 Euro. Per i giovani nati dopo il 31 dicembre 2006 e accompagnati da un adulto pagante sono disponibili anche biglietti ridotti, che costano 12 Euro per la sola domenica oppure 20 euro per i due giorni.

  • MotoGP Test Misano: Quartararo ancora il più veloce

    Prima giornata di test a Misano per la MOtoGP terminata. Con un nutrito gruppo di piloti con vari acciacchi, qualche pilota ha terminato anzitempo le qualifiche, qualcuno ha tenuto semplicemente un profilo basso, Parliamo di Dovizioso, Quartararo, Oliveira, Mir ma soprattuto Jorge Lorenzo, che ha preso parte al test per un periodo davvero breve.

    Alla fine della giornata è di nuovo Fabio Quartararo a imporsi davanti al compagno di squadra Franco Morbidelli, segno che la compagine del team clienti Yamaha continua a funzionare bene, e che i due giovani piloti stanno emergendo sempre di più. Sul terzo gradino del podio si piazza idealmente il campione del mondo Marc Marquez, il pubblico attende con impazienza il momento in cui in pista arriverà il confronto tra la generazione attuale e il nuovo che avanza.

    Bene in generale la compagine Yamaha, con Vinales 4° e Rosii 5°. In buon spolvero la compagine KTM con il dimissionario Johann Zarco settimo tempo dietro al compagno Pol Espargaro.

    Ducati un po' in sofferenza, con Miller primo dei ducatisti solo decimo, mentre l'acciaccato Dovizioso si piazza dodicesimo.

    In pista anche il nuovo collaudatore della KTM Dani Pedrosa, che chiude penultimo a due secondi dal primo, ma serve un po' di tempo per l'adattamento e per togliersi la ruggine.

    CLASSIFICA
    1 Fabio Quartararo - Petronas Yamaha 1m 32.996s
    2 Franco Morbidelli - Petronas Yamaha +0.023s
    3 Marc Marquez - Repsol Honda +0.226s    
    4 Maverick Viñales-    Monster Yamaha +0.251s
    5 Valentino Rossi - Monster Yamaha +0.300s
    6 Pol Espargaro - Red Bull KTM Factory +0.592s
    7 Johann Zarco - Red Bull KTM Factory +0.694s
    8 Joan Mir - Suzuki Ecstar +0.767s
    9 Takaaki Nakagami - LCR Honda +0.781s
    10 Jack Miller - Pramac Ducati +0.806s

  • MotoGP: Marc Marquez extramotivazioni contro Valentino Rossi

    Valentino Rossi e Marc Maruqez, e tra poco potremo aggiungere il terzo che gode! Scaramucce in pista trasformate in reazioni anche ad azione ritardata, sembra quasi che Valentino Rossi prima di lasciare il motomondiale si sia dato il compito di scalfire la tenuta mentale granitica di Marc Marquez.

    Sta di fatto che Marquez ha dichiarato a fine gara che la scaramuccia in pista con Valentino Rossi a fine qualifica il sabato, gli ha dato un extra motivazione per dare di più nella lotta per vincere la gara, seguita lla dichiarazione piccata del sabato dove sempre all'indirizzo di Valentino, aveva detto che lui lottava per il campionato e non per una gara. La risposta di Valentino è stata più che altro la sua classica risatina sorniona, da qui forse l'intenzione di giocare con Marquez fuori dalla pista, visto che sull'asfalto è diventato complicato per tutti.

    L'episodio è andato in scena durante l'ultimo giro lanciato della qualifica del sabato, quando i due piloti si sono trovati sulla pista e, pur nullo il giro di entrambi perché entrati nella zona verde della pista, si sono dati fastidio fino alla curva dove incrociando le traiettorie hanno di fatto annullato il giro.

    Sta di fatto che sembra essere più lo spagnolo ad avere un astio mai sazio nei confronti di Rossi, tanto da usarlo ancora come "extramotivazione" per correre una gara come quella di ieri.

    In tutto questo si affaccia Fabio Quartararo, che Valentino e non solo, agita nelle interviste a monito di un futuro spauracchio per Marc Marquez, che di sicuro ieri ha dovuto faticare parecchio contro il francese.

  • MotoGP: Valentino Rossi con la Yamaha M1 a Tavullia

    Un sogno fin da quando erano ragazzini, così Valentino Rossi ha definito la cavalcata sulla sua Yamaha M1 da MotoGP che lo ha portato dal Ranch in cui ha sede la sua VR46 Accademy, fino al centro del suo paese natale Tavullia, attraverso le strade del centro marchigiano.

    Una guasconata che ha il sapore dell'eterno Peter Pan, quello che sembra essere Valentino Rossi, che entrato ormai nei quaranta sembra non arrendersi al tempo sia nel fisico che nello spirito. Il tutto come antipasto del gran premio di Misano, in programma questo fine settimana considerato un po' il GP di casa vista la vicinanza a casa.

    Il suo passaggio nel centro abitato, nonostante il rumore poco "omologato" della sua M1 è stato accolto da tanti appassionati e conpaesani, Valentino pur con qualche eccezione resta molto amato tra le persone di Tavullia e lui stesso a differenza di molti altri piloti è voluto rimanere radicato nel territorio che lo ha visto crescere e diventare un campione.

    Terminati i festeggiamenti Rossi si è diretto al Misano World Circuit per dare il via al week end di gara, dove ha varcato regolarmente i cancelli in sella alla M1 mostrando il badge, per poi chiudere con un giro di pista.