fbpx
MotoGP Misano:Marquez
Categoria: Sport

Una domenica carica di emozioni quella della MotoGP a Misano, carica di aspettative come un temporale, e come un temporale scoppia all’improvviso a quattro giri dal termine dando il via ad una catena incredibile di eventi.


I festeggiamenti di fine gara rappresentano benissimo le mille emozioni che si sono mescolate in questa domenica, con la regia impegnata a inseguire un Marquez euforico al parco chiuso, la festa in blu di Quartararo da un’altra parte del tracciato, e il giallo dell’addio del pubblico italiano a Valentino Rossi davanti alle tribune di tutto il circuito.

Sembrava la solita sfida al’OK Corral tra Pecco Bagnaia e Marc Marquez, sembrava che tutto fosse rimandato al prossimo gran premio, sembrava che Pecco giro dopo giro avesse sfiancato la furia di Marc Marquez, ma poi il nastro si è riavvolto di colpo e abbiamo visto tutto un altro film.

Bagnaia e Marquez a Misano


IL NASTRO SI RIAVVOLGE: all'inizio c'era Marc Marquez, e forse anche alla fine

Non è stata una vittoria di Marquez, anche se la cattiveria agonistica di questo pluricampione del mondo lo ha tenuto incollato alla prima posizione nonostante tutte le difficoltà fisiche, è stata una sconfitta per Pecco Bagnaia, bello, intenso, veloce, ma non ancora abbastanza consistente per vincere un titolo.

Doveva essere la domenica della resistenza, doveva essere la domenica che rimandava ogni festeggiamento della MotoGP, ma poi a quattro giri dalla fine tutto è finito nella ghiaia e abbiamo dovuto guardare qualcos’altro. E’ strano come in pochi centimetri d’asfalto si dipanino diversi futuri, diverse strade, e oggi ad essere stata imboccata è quella di Marc Marquez e Fabio Quartararo.

Quartararo che chiude il cerchio del destino, pilota quasi ripescato, una prima stagione in crescendo ma a scoppio ritardato, poi un campionato segnato da paure e sfortune, oggi finalmente porta a casa un titolo fatto di maturità, fatto di consistenza più che di vittorie, quelle che se il prossimo anno non saranno però più delle cinque rimediate quest’anno, non basteranno a fermare un Marquez che è nuovamente capace a fare la differenza.

MotoGP Marquez vince MIsano


LA GARA: quei pochi centimetri che cambiano tutto

Gara che ha poco da raccontare, a senso unico con il duello serrato tra Bagnaia in fuga e Marquez ad inseguirlo. Una breve pausa con Miller a dividerli prima di cadere e poi il confronto tra due velocissimi campioni, in attesa di vedere chi avesse scelto la gommatura migliore. Soft per Marquez e dura/media per Bagnaia. A sette giri dal termine Marquez inizia ad avere il fiato corto, tutto sembra decidersi, ma a quattro giri dalla fine Pecco perde l’anteriore e la porta a Marquez è spalancata. Nel finale c'è tempo solo per lo spettacolo di Bastianini che mette la sua Ducati davanti a Quartararo e sale sul podio.

Ducati che chiude l’anno leccandosi ancora le ferite, difficile capire se la scelta della dura all’anteriore sia stata un’azzardo, ricordando che sia Miller che Bagnaia sono caduti alla stessa curva nello stesso modo, qualche cosa non ha funzionato. Di sicuro Ducati per il 2022 ha molte carte da giocare, dallo squadrone esagerato con otto moto in pista, a due dei giovani più promettenti: Bagnaia e Martin. Manca solo il sigillo che continua a sfuggire.

Grande però il fair play degli uomini in rosso, perdono, piangono, ma fermano il neo campione del mondo per stringergli la mano e fargli i complimenti, un giusto ma inaspettato riconoscimento visto la forte spinta competitiva della MotoGP.

Pecco Bagnaia a Misano


E’ TEMPO DI ADDII: alla Valentino Rossi

Scanzonato, sorridente e “sempregiovane”, è il volto di questo Valentino Rossi che saluta il pubblico tra fuochi d’artificio, premiazioni, interviste e qualche pacca sulla spalla. Anche in un momento in cui la sua vita sta per cambiare radicalmente, in cui il mondo in cui ha vissuto per 25 anni si sta sbriciolando, non gli manca il sorriso da eterno ragazzo irriverente, quello che lo ha reso il personaggio che è. Vien da chiedersi se anche il mondo in cui ha vissuto… si sbriciolerà.
A noi che siamo solo amanti di questo sport, ne fan ne detrattori, ci mancherà.

Link ai risultati e classifiche

Classifica MotoGP MIsano

 

 

 

 

Back To Top