fbpx
Pecco Bagnaia
Categoria: Sport

Pecco Bagnaia mette in scena un altro week end perfetto, pole, domina la gara e poi vince resistendo all’assalto di Quartararo, ma dalle retrovie spunta Enea Bastianini, e Misano festeggia.


Sono sempre sudate le vittorie di Pecco Bagnaia, ma possiamo scommettere che al pilota italiano sta bene così piuttosto che lottare faticosamente per le posizioni di rincalzo come accaduto tante volte. Due gare consecutive dove Bagnaia ha messo in mostra non solo i muscoli, ma anche cervello, freddezza e consistenza. La scelta azzardata di montare una morbida al posteriore alla fine ha pagato, con una strenua resistenza negli ultimi giri, e un ultimo giro completamente in apnea, Pecco porta a casa un’altra vittoria.

Pecco Bagnaia e Fabio Quartararo


ALLA MOTOGP SERVE UNA BESTIA… o il Bestia!

Buona la prova comunque del candidato campione del mondo, ha tenuto, ha rincorso, ha ricostruito e alla fine ha lasciato a Bagnaia solo cinque punti, troppo pochi per i punti messi in palio dalle quattro gare rimaste, ma Pecco ci fa sognare. Il francese è solido, e al momento non ci sono piloti in grado di impensierirlo, potrebbe gestire se il livello di competitività degli avversari non fosse così alto.

Ma le emozioni offerte da questa Misano non sono finite con Pecco. Ecco che arriva uno splendido Enea Bastianini, alla ricerca del suo giusto posto nella MotoGP dall’inizio di stagione, il “bestia” oggi ha fatto vedere di che pasta è fatto, riuscendo a scavalcare posizione dopo posizione, piloti del calibro di Marquez, Miller, Mir, Espargarò e con nel mirino forse anche Quartararo. Pecco e il Bestia, che coppia!

Marc Marquez a Misano


LA GARA: un ultimo giro perfetto

Gara partita all’insegna di Bagnaia che tiene la sua pole e mette alla frusta le capacità della sua gomma morbida. Dietro si danno battaglia Marquez, Martin, Espargarò, ma dalla selezione escono Miller e Quartararo. A metà gara Quartararo riesce ad agguantare Miller, poi dalle retrovie spunta Bastianini e uno dopo l’altro fulmina tutti negli inseguitori e si piazza terzo. Negli ultimi giri Quartararo chiude progressivamente il gap con Bagnaia e si presenta all’ingresso dell’ultimo giro pronto ad attaccare. Ma Pecco, che sembrava a secco di gomme, mette in scena il giro perfetto, tiene a distanza Quartararo che può solo osservare l’italiano prendere la bandiera a scacchi.

Questa doppia vittoria forse dà sollievo e indicazioni a Ducati, che alla sua compagine di piloti di grande talento, consistente e numerosa, mancava annoverare un bomber capace di finalizzare tanti sforzi. E’ Pecco quel bomber?

Maverick Vinales Aprilia


I DEBUTTANTI DI LUSSO della MotoGP: serve tempo

Gli osservati speciali oggi hanno dato risultati alterni, Marc Marquez dopo la grande prestazione dell’ultima gara ha avuto un po’ più di difficoltà sul corto e tortuoso tracciato di Misano. Dopo aver lottato con Martin, Rins, Mir, Espargarò, alla fine ha messo a segna una buona quarta posizione.

I debuttanti invece hanno tenuto la pista, Vinales chiude con una tredicesima posizione, mostrando segni di adattamento e miglioramento e atteso nella top ten insieme al compagno di squadra. Andrea Dovizioso chiude ultimo in questa prima uscita, ma dopo un anno di stop è riuscito a portare a termine la sua gara facendo chilometri, alla ricerca di feeling con la sua nuova M1.

Prossimo appuntamento negli Stati Uniti tra un paio di settimane, unica divagazione fuori dal continente dopo il Qatar.

Risultati e classifiche

 

 

 

 

Classifica MotoGP Misano

Back To Top