Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Feb 2020
  • Da Anvil Motociclette e Indian una nuova creatura: la Shrimp

    Il progetto #AnvilxIndian è iniziato a gennaio e da allora, il brand italiano Anvil Motociclette ha trascorso più di 300 ore per rielaborare il modello Scout Sixty di Indian Motorcycle, travestendolo da tracker. Si chiama Shrimp, in onore del pilota Americano degli anni ’10 Albert Burns, il quale corse e vinse numerose gare a soli 14 anni di età, contro piloti molto più vecchi di lui e con una maggiore esperienza. La Shrimp è stata realizzata da un team di lavoro complesso e ben organizzato composto, oltre che da Phonz e San Marco, brand manager e cofounders di Anvil Motociclette, anche da: un telaista, un ingegnere, un meccanico, un assemblatore, un tappezziere e un carrozziere.

    La presentazione è avvenuta giovedì 14 giugno presso l’Artride durante l’attesissimo festival Wheels & Waves e le attività di promozione della Shrimp continueranno fino al termine dell’evento, domenica 17 giugno. La nuova creazione degli Anvils non sarà solo esposta al pubblico, ma parteciperà alla gara di flat track El Rollo, nella quale Emanuele Marzotto, pilota italiano di flat track gareggerà contro altri piloti internazionali.

    La Shrimp è un mix di parti moderne realizzate da marchi leader mondiali, combinati con componenti artigianali, fatti a mano. Tra i partner del progetto ci sono Ohlins, Pakelo, Zard e Newfren, scelti dagli Anvils per la loro affidabilità ed esperienza nel mondo delle due ruote.

    La costruzione della moto è durata sei mesi, durante i quali il team di lavoro è stato impegnato nelle seguenti fasi: ricerca e sviluppo del tema principale, ricerca dello storytelling, ricerca del pilota da abbinare alla moto, pianificazione del progetto, ricerca tecnica relativa all’ingegneria e alla costruzione, progettazione 3D e infine la costruzione della moto.

    Gli Anvils hanno preso in consegna la Scout Sixty a febbraio e hanno iniziato a spogliarla del telaio, costruendo qualcosa di completamente nuovo: così hanno reso omaggio ai flat tracker del passato. La storia verrà portata avanti da Emanuele Marzotto che correrà con la Shrimp durante El Rollo.

  • Eventi aMotoMio 2017

    www.amotomio.it, al settimo anno di attività non perde la voglia di perseguire la sua Mission di divulgazione della cultura della moto e del suo mondo.
    Oltre ai nostri test di prodotti, abbigliamento e accessori),  articoli ed itinerari legati al turismo, sensibilizzazione alla sicurezza attiva e passiva, siamo sempre presenti a tante iniziative come la partecipazione e l’organizzazione a/di eventi.

  • Nuovo short movie da ANVIL per INDIAN MOTORCYCLE

    Continua la partnership tra Anvil e Indian Motorcycle con il lancio di un nuovo video emozionale che ripercorre la storia dei pionieri del mondo delle due ruote, in particolare Albert Burns, per celebrare la Shrimp Mille.

    In occasione di EICMA Milano, all’interno dello stand Indian Motorcycle e durante la conferenza stampa di presentazione della nuova FTR 1200, Steven Menneto e Grant Bester Presidente e Vice Presidente EMEA di Indian Motorcycle hanno presentato ufficialmente il nuovo short movie di Anvil. Un tributo ai piloti degli anni ‘10 e in particolare ad Albert Burns, al quale è stata dedicata proprio la special SHRIMP Mille su base Scout Sixty.

    Polvere, derapate, una voce fuori campo che accompagna gli spettatori nella storia dei pionieri del mondo delle due ruote e tante, tantissime emozioni nel vedere continui flashback e flashforward tra le gare del passato, quelle del presente e quelle del futuro. Indian Motorcycle è già molto conosciuto nel mercato statunitense per le prestazioni nel flat track e questo video, così come la special del marchio Anvil dedicata ad Albert Burns, intende ampliare la diffusione del brand e della disciplina anche in ambito europeo, partendo proprio dalle loro origini.

    La narrazione del video racconta di una notte di tempesta in cui il vento soffia tra le foglie, i fulmini illuminano il cielo e una voce spiritica sussurra “se lo costruisci lui ritornerà”, alludendo al ritorno terreno per un ultimo giro di pista del pilota Albert Burns soprannominato “Shrimp”. Nella scena successiva gli Anvil lavorano nella loro officina su una Indian Scout Mille per trasformarla: quella è la chiave per far tornare “Shrimp”. Nel frattempo la voce fuoricampo di Shrimp, racconta brevemente la sua vita fino al momento della sua morte avvenuta in una competizione a Toledo.

  • Tutti a Scuola 2 – Report di aMotoMio

    Quando si parla di scuola la mente di molti ricorre a un passato fatto di studio, compiti, interrogazioni e magari qualche nota sul diario…
    Però da Motosplash “Scuola” significa passione, un modo diverso di intendere l’insegnamento, un modo diverso di apprendere, di imparare, cosa significa guidare una moto.

  • WILDAYS - PASSIONE SELVAGGIA

    La dove la polvere della pista secca la gola, la dove l’atmosfera è infuocata, la dove possenti cavalcature riposano tra la paglia in attesa di galoppare, la dove il sole picchia duro e il “cantinero” serve cervezas senza sosta...ecco, là, su quella linea di frontiera….proprio là dove finisce la ragione ed inizia la passione vivono i pionieri dei Wildays.

  • Wildays 2018 – Report aMotoMio

    “Born to be wild” potrebbe essere la colonna sonora di questa edizione di “Wildays” una seconda che migliora e aggiusta il tiro con l’esperienza dell’edizione dell’anno scorso.
    La sostanza però è sempre la stessa: un evento da vivere intensamente, dove i protagonisti sono le persone, i gruppi e le loro personalissime moto.

  • WILDAYS 2019 - Tre giorni di Passione Special

    Cambia il periodo, ma non cambia il luogo e la formula di uno degli eventi più riusciti e completi del panorama motociclistico.
    Wildays giunto alla sua terza edizione conferma la bontà della scelta di unire in un unico evento diverse discipline, tutte a modo loro stilose e modaiole, e condirle con musica e Street Food.

  • Wildays 2019: è lo European Lady Riders Weekend

    I Wildays si stanno avvicinando a gran passo, il festival motociclistico più pazzo d'Italia sta allestendo tutti i palcoscenici di uno spettacolo fatto soprattutto dei mille volti della passione a due ruote, una vita vissuta, bevuta e ballata nell'arco dei tre giorni di grande follia motociclistica.

    Oggi si parla di una grande e importante novità di WILDAYS 2019: la prima edizione del European Lady Riders Weekend, un'intera area dedicata al motociclismo femminile! Dopo la notizia sull'offerta Lady Riders esclusiva di quest'anno, che permette a tutte le ragazze che vengono con la loro moto di avere 1'ingresso gratuito.
     
    Ora però è il momento di svelare qualcosa in più: Wildays infatti ha deciso di dedicare un'area ai principali club e realtà del motociclismo femminile europeo, con stand e attività in pista, a cui possono partecipare tutti.

    I Wildays si colorano non solo di rosa, ma dei tanti colori che portano le motocicliste insieme alla loro passione. Che aspetti a registrarti?

    www.wildays.com/iscrizione-lady-riders/