fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Martedì, Mar Nov 2020

Nuova Triumph Trident

Debutta la nuova Triumph Trident, attingendo dal passato la casa di Hinckley ridefinisce il suo futuro inaugurando quella che sarà per molti la porta di accesso ad una nuova passione motociclistica.


Dobbiamo abituarci, i debutti delle novità quest’anno saranno per lo più digitali, o saranno comunque lontani dai saloni. Triumph ha scelto una presentazione digitale per inaugurare l’era del più piccolo dei suoi tre cilindri, il nuovo 660 che equipaggerà questa Trident e probabilmente altri nuovi modelli. In realtà non è poi così piccolo, parliamo di un motore con una cubatura già seria, capace di erogare 81 cavalli a 6250 giri, cavalleria più che sufficiente per divertirsi in strada soprattutto con quella corposità, linearità e allungo che solo un tre cilindri può mettere insieme. Il tutto per soli 189kg a secco, che definiscono un ottimo rapporto peso potenza, ma soprattutto una moto agile e leggera, una street fighter pura, ma che non spaventa neofiti e chi risale in sella dopo molto tempo.

Triumph Trident laterale

Non è una concorrente della più sportiva e combattiva Street Triple, meno cavalli, meno sofisticazioni, e un prezzo senza dubbio molto abbordabile. La sfida dei designer e degli ingegneri Triumph è stata proprio questa, progettare e costruire una moto accessibile ma dal grande impatto emotivo. Ed è stato proprio attingendo dal passato che è arrivata l’ispirazione, una linea modernclassic che alla nuda meccanica unisce un serbatoio che riprende linee del passato sofisticandole in una più moderna roadster, un faro tondo da sette pollici ma con contenuti a led tecnologici, e un codino corto e pulito, che non ruba nulla alla meccanica ma imprime una linea moderna a questa nuova Trident.

Leggera, agile, stilosa, i contenuti ci sono e sono parecchi, anche il motociclista esperto non resterà deluso. Il tre cilindri Triumph è abbracciato da un telaio tubolare,  di bell’impatto il forcellone pressofuso, la forcella è a steli rovesciati e le sospensioni sono Showa, i cerchi a cinque razze hanno un aspetto leggero e moderno, bello lo scarico corto sotto motore che personalmente ritengo una delle soluzioni esteticamente più belle. Un paio di pinze radiali ci sarebbero state bene, ma anche così la Trident non ne soffre. Non mancano però le chicche tecnologiche di sicurezza, la Trident ha l’ABS, il controllo di trazione disattivabile, e due mappature di guida, standard e rain.

Triumph Trident strumentazione

Un occhio particolare in Triumph è stato dato ai costi di gestione, abbordabile il prezzo d’acquisto, ottimo il rapporto prezzo dotazione, ma buoni anche i costi di gestione. La cilindrata contenuta permette già bassi costi per le tasse, ma anche i tagliandi portati a ben 16.000km permettono di mettere mano al portafoglio raramente ai grandi viaggiatori o a chi, specialmente in questo periodo, sceglie la moto come mezzo di spostamento anti-covid, un anti-covid con tanto stile però.

Per questa Trident Triumph non ha lesinato nemmeno sui contenuti tecnologici e di customizzazione, il piccolo dashboard dal design classico ma dalle potenzialità enormi ha il display a colori, offre la connettività con l’app MyTriumphConnectivy, dispone del navigatore turn by turn e ha il collegamento con la GoPro, una chicca Triumph che abbiamo già visto sulla Scrambler.

Scarico Triumph Trident

Tanto lo stile che emana questa Trident, dal design del serbatoio con disegnate le linee della bandiera britannica, ai fregi Triumph su molti particolari della moto, ma tanti anche gli accessori disponibili, ben 45, compreso il sofisticato quickshifter, la presa usb sotto sella, diversi parti in alluminio per migliorare il look, protezioni e il Triumph Track+ per avere un controllo totale della moto dallo smartphone.
Quattro le colorazioni disponibili: Sapphire Black, Crystal White, Silver Ice/Diablo Red e la Matt Jet Black/Matt Silver Ice, la Tridend sarà disponibile da Gennaio 2021 a 7.995€. Disponibile anche per la patente A2.

Questa nuova Trident promette tanto ai motociclisti, promette emozioni, promette una moto di grande sostanza e di stile ad un prezzo contenuto, una moto che non vuole passare inosservata, sfacciata nel mischiare il moderno al retrò.

 

GALLERY