Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Venerdì, Ven Lug 2020

Time Attack Finale Emilia

Dopo la sosta invernale i Winter Test di Codogno, che hanno aperto ufficialmente la stagione 2020 del Campionato Nazionale Moped e del Campionato Nazionale 50cc, poi il silenzio.


Nel corso della settimana che portava alla prima prova di Cecina, in programma l’otto marzo, l’evento è stato annullato a causa della pandemia causata dal Covid-19. Tutti motori sono rimasti spenti, le moto chiuse in garage dove comunque i preparatori hanno avuto molto tempo libero per prendersene cura.
Una pausa forzata che è sembrata infinita fino a domenica 21 giugno, quando i ferri del CNM hanno potuto tornare in pista per quella è stata a tutti gli effetti la prova inaugurale del 2020. Una sfida a tempo, compromesso necessario per poter ripartire già a giugno.

Moped

Sul circuito di Finale Emilia i piloti hanno avuto a disposizione un’ora di tempo, seguita a tre turni di prove libere da 20’ ciascuno, per far segnare il miglior riferimento possibile.

In una giornata calda e soleggiata tutti i tempi di riferimento fatti segnare nel 2019 sulla pista emiliana sono stati abbattuti, ad eccezione della classe T80, in cui Lorenzo Lusoli non è riuscito ad abbattere il record fatto segnare dal team Piuttosti in 43”411, fermando il cronometro in 46”160. Il tempo migliore di giornata è andato al Campione Nazionale 2019 Mattia Pavani, che con il suo Proto di classe S100 ha fatto segnare 41”997. Patrizio Neri è stato il più rapido di classe P65 in 47”086, mentre Roberto Borella si è aggiudicato la S50 in 48”349. Debutto competitivo anche per il CN50, che ha visto svettare su tutti Ruben Zappoli in 43”433.

Squadra Corse aMotoMio

Squadra Corse aMotoMio
Anche se a ranghi ridotti la Squadra Corse aMotoMio si è ben difesa a Finale Emilia. Su tutti ha spiccato l’assenza del Campione Nazionale Moped 2019 Vincenzo Cuda, che ha rimandato il rientro in pista dopo la trionfale stagione passata. Sono mancati anche il Team Manager Flavio Carato e i Piloti Roberto Carnaghi e Angelo Cozzi, mentre ha fatto il proprio debutto nelle vesti di meccanico Matteo Sciatà, l’ultimo arrivato nella squadra.

Matteo Sciatà

A difendere l’onore di aMotoMio ci hanno quindi pensato Domenico Dotta, iscritto in classe S50, e Mattia Tremolada, atteso al doppio impegno nel CNM in P65 e nel CN50 con in classe Sport. Dotta ha fatto affidamento alla propria enorme esperienza, capendo che per far rendere al meglio il Garelli occorreva sfruttarne al massimo la ciclistica, sopperendo alla carenza di motore con linee morbide, tonde e sinuose che lo hanno portato al quinto posto di classe, con il tempo di 54”801.

Domenico Dotta

Tremolada è invece riuscito a rientrare nei primi venti classificati nella numerosa e combattutissima P65, che ha marcato le venticinque unità in pista. Grandi i progressi del Piaggio Ciao ‘Hidi’, che dopo un debutto difficile nella prova di Ottobiano nel 2019, ha avvicinato sensibilmente gli avversari di riferimento nella propria classe. Come nel caso del Garelli di Dotta, ancora una volta si sono rivelati preziosissimi i consigli tecnici e di guida di Sciatà, che si è improvvisato mentore della giovane squadra che ha preparato il Ciao nel corso della primavera.

Mattia Tremolada

Si è presto trasformata in un incubo invece la nuova avventura nel CN50, dove l’Aprilia RS50 ha subito un guasto tecnico dopo pochi giri del secondo turno di prove libere, facendo prendere un grosso spavento al pilota.

Non perdetevi anche il report del Meccanico Satanico! (A breve su questo schermo)

GALLERY



Mattia Tremolada

Foto di Luca Tremolada

La Squadra Corse aMotoMio ringrazia:
Caberg Helmets (Sponsor Tecnico)
Ariete (Sponsor Tecnico)
HERO Italia (Sponsor Tecnico)
WEMOTO Italia (Sponsor Tecnico)
JOLLISPORT (Sponsor Tecnico)
MPM s.r.l. (Logistica)
IVO Garage
Bruna Cislaghi Boutique