fbpx
Categoria: Le nostre prove

In pista o ci vai nei turni liberi per i c…emh fatti tuoi oppure ci vai a fare un corso con gli istruttori. Nessuna via di mezzo. Punto. Ma anche no, niente di più sbagliato, la via di mezzo esiste eccome.

Mettiamo che tu voglia andare in pista, senza particolari “impegni”, quindi sceglieresti i turni liberi, però magari è la prima volta, però magari vorresti qualcuno che ti fa vedere qualche traiettoria, però magari se di quei rari esemplari di pistaiolo che non “nasce imparato” e che quindi vorrebbe carpire qualche trucchetto in più…insomma turni liberi ma se ci fosse un istruttore non guasterebbe…ecco SI PUO’ FAREE (cit. Mel Brooks) e la soluzione di chiama Free Riding By Luca Pedersoli.

La formula è semplice quanto efficace, compri dei turni liberi, ma a tua disposizione ci sono dei “tutor” che t spiegano le regole e che poi indossano la tuta per farsi qualche giretto in pista con te, se vuoi…. e a nostro avviso la giornata prende tutta un'altra piega divertente. E siccome siamo motociclisti normali come voi, abbiamo deciso di avvalerci di questa opportunità anche per la nostra giornata sulla pista di Modena. Intanto perché non conoscendo assolutamente il tracciato volevamo qualcuno che ci “tirasse” per qualche giro, e poi perché dovendo fare delle foto decenti avevamo bisogno di imparare in fretta le curve del circuito modenese.

Al di la di questa seconda battuta gli istruttori della Free Riding ci hanno pazientemente spiegato le regole, i punti nevralgici del circuito le bandiere e via discorrendo. Una volta finito il breafing siamo saliti in sella per un “tour guidato” (ma nemmeno tanto lento) per assaggiare la pista in scioltezza e tranquillità. E come noi molti altri neofiti della saponetta hanno profittato dei consigli dei due piloti presenti, nella fattispecie Alberto Cecotti e Marco Borciani.

Potrà sembrare stupido, ma un primo turno così fatto butta sicuramente meno tensione addosso e aiuta a sciogliere subito il ghiaccio con moto e cervello, passando dal polso. Sarà anche superfluo dirlo ma la carica di simpatia (e disponibilità) dei ragazzi della Free Riding è veramente contagiosa e aiuta in maniera esponenziale il divertimento. Senza contare che a turno finito, qualche dritta l’ho anche recepita, sposta il gomito, giù col culo e tutte quelle finezze (doppio significato) che a volte sfuggono se nessuno te le fa notare.
Noi vi consigliamo di provare questa via “di mezzo” che di grigio ha veramente poco ma si discosta decisamente sia dai poli estremi bianco e nero.

{youtube}M-lX23XyjFk|520{/youtube}

Le date le potete trovare man mano qui e qui
Inutile ricordare che Luca Pedersoli organizza veri e corsi di tutti i livelli, di cui vi abbiamo già proposto le nostre esperienze

Abbigliamento

Fagna. Casco LS2 396.2 Carbon - Tuta Arlen Ness Hide - Stivali Falco 307 ESO LX - Guanti OJ Duel - Paraschiena Clover CE Back pro5 - Intimo Sixs
Wolf. Casco X Lite X-802 ultra carbon -  Tuta Macna Flash - Stivali Stylmartin Stealth SE - Guanti Spidi race Vent - Paraschiena Zandonà Shark EVC - Intimo Sixs
Flap. Casco HJC RPHA10 Plus Carbon - Tuta Arlen Ness Fury - Stivali TCX RS2 Evo - Guanti Clover RS4 Evo - Paraschiena Zandonà Spine EVC Carbon Look - Intimo Hevik.

Ringraziamenti:

- Per le foto Carlo Flaminio Photographer  http://flaminiocarlo.wix.com/photograffiando

- Per le Riprese Video Racebooking by Alberto Fontana www.racebooking.net

- Per aver calmato l'ansia e per tutta la simpatia gli istruttori Cecotti e Borciani

- Per aver dato gas in tutta sicurezza Autodromo di Modena, struttura splendida

Fagna

{AG}2015_04_freeriding{/AG}

Back To Top