Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Mercoledì, Mer Gen 2020
  • Apre il museo privato del grande Giacomo "Ago" Agostini

    15 titoli mondiali, 123 Gran Premi vinti, 18 titoli italiani, 10 Tourist Trophy e un totale di 311 vittorie in gara: questi i numeri impressionanti della carriera agonistica di Giacomo Agostini, che si estende dagli inizi degli anni ’60 fino alla seconda metà dei ’70, gran parte della quale in sella ad una MV Agusta.

  • Battuta all'asta la MV Agusta F3 800 per l'Unicef

    MV Agusta annuncia la donazione di una moto F3 800 Edizione Speciale dedicata all’UNICEF, a sostegno della sua lotta mondiale per la difesa dei diritti dei bambini. La moto, prodotta in un unico esemplare dalla livrea bianco-azzurra e che riporta il logo dell’organizzazione, è stata battuta all’asta lo scorso 9 agosto nel corso di un evento di beneficienza tenutosi in una location esclusiva nella prestigiosa cornice di Porto Cervo.  

    Giunto alla sua seconda edizione, il “Summer Charity Gala” di UNICEF è stato organizzato in collaborazione con LuisaViaRoma, la nota casa di moda fiorentina.

    Dopo il welcome cocktail e la cena placée con vista sullo scenario incantevole della rada, l’asta di beneficenza vedeva proposti ai generosi ospiti opere d’arte, pezzi unici ed esperienze esclusive. La MV Agusta F3 800 Edizione Speciale UNICEF montava lo stesso 3-cilindri in linea del modello di serie, capace di sviluppare quasi 150 CV e raggiungere velocità di oltre 240 km/h. Molto apprezzata, è stata oggetto di contesa tra appassionati. Il fortunato vincitore, anonimo, se l’è aggiudicata per la ragguardevole cifra di 100.000 €, somma che sarà interamente devoluta ai programmi dell’UNICEF per la protezione dei bambini. A chiusura della serata un after party molto movimentato con esibizioni dal vivo di Shirley Bassey,  Ellie Gould e dei DJ Guy Gerber e Blond:Ish.

    Timur Sardarov, CEO di MV Agusta, ha così commentato: “Sono così felice che la nostra F3 800 Edizione Speciale abbia trovato un compratore così generoso! Tutte le nostre moto sono prodotte a mano, e ci vogliono tanta passione, orgoglio e l’esperienza di una vita per costruirle. Questa Edizione Speciale è unica, e sapere che aiuterà l’UNICEF in una causa altrettanto unica rende le donne e gli uomini coinvolti nella sua preparazione ancora più orgogliosi. Voglio ringraziare UNICEF per averci dato questa opportunità di sostenerli nel loro lavoro straordinario a favore dei bambini.”

  • Campionato Mondiale Superbike in bilico!

    Pausa di campionato e pausa di riflessione, il campionato mondiale Superbike al giro di boa della stagione e al giro di boa, l'ennesima, del suo formato, alla ricerca disperata di un'idendità rubata, tra mistificazioni e lotte di classe. Chi la spunterà? Il pubblico appassionato o il palazzo del potere?

  • CIV 2017 - Imola Round

    Il circuito di Imola ha fatto da cornice ad uno dei weekend più entusiasmanti che il CIV abbia vissuto di recente. Fatta eccezione per il nome del vincitore delle due gare SBK (il solito Michele Pirro) gli appassionati hanno senza dubbio potuto godere dello spettacolo portato in pista dai grandi e nuovi nomi che da questa stagione militano nel campionato nazionale.

  • Giacomo Agostini farà il giro d'onore al Classic TT

    Giacomo Agostini sarà ospite al Tourist Trophy Classic, due nomi che messi insieme formano il mito del motociclismo. Giacomo Agostini, quindici titoli mondiali, è stato uno dei grandi interpreti del TT quando faceva parte del circuito mondiale, ma è anche stato uno dei piloti che ne ha decretato l'uscita di scena per la troppa pericolosità, mortale, della gara.

    Sarà il pilota di testa del giro d'onore del Classic TT, e lo sarà a bordo di una MV Agsuta 350 Quattro Cilindri di Roberto Iannucci, una di quelle moto che Giacomo ha contribuito a creare il mito Agostini, o viceversa.

    Il TT Classic si corre ad Agosto, il giro d'onore di Giacomo Agostini sarà il 26 Agosto sul circuito del Mountain Course per le 37,73 miglia. Sarà sicuramente spettacolare rivedere insieme tre elementi che hanno contribuito a creare ben più di un mito, qualcosa che ancora oggi lascia il segno.

  • La lotta “Brutale” DI MV Agusta contro l’AIDS

    E' noto che i motociclisti il cuore ce lo mettono sempre, che sia la passione per andare in moto o per cercare di fare del bene. Anche le case motociclistiche, quando sono composte da veri appassionati, riescono a fare la loro parte. MV Agusta ha così annunciato la donazione di una Brutale 800 RR LH44 Serie Limitata all’amfAR, la fondazione per la ricerca sull’AIDS, venduta all’asta nel corso del tradizionale evento di gala tenutosi il 23 maggio, durante il Festival di Cannes.

    L’evento annuale di beneficienza dell’amfAR è uno dei più frequentati dalle celebrities presenti al Festival del Cinema di Cannes, e si è svolto al prestigioso Hotel du Cap-Eden-Roc di Cap d’Antibes. Quest’anno, tra le opere d’arte messe all’asta, tra cui un Mickey Mouse di marmo scolpito da Gualtiero Vanelli, anche la Brutale LH44 dedicata a Lewis Hamilton, padrino dell’evento. Prodotta in una serie limitata di soli 144 esemplari, riporta il leggendario numero “44”, vittorioso su tutti i circuiti del mondo. La Brutale 800 LH44 è un’autentica icona del design, ispirata da una leggenda della pista, e ben lo sapevano I partecipanti all’asta che le hanno fatto raggiungere una quotazione pari a sei volte il suo prezzo di listino.

    Nel corso degli anni, amfAR ha raccolto oltre 220 milioni di dollari attraverso la loro asta di beneficienza a Cannes, sostenendo così la ricerca sull’AIDS in tutto il mondo. Giunta alla sua 26esima edizione, la serata di gala dell’amfAR è uno degli eventi più attesi del Festival, e ha visto la partecipazione di star del calibro di Mariah Carey, Tom Jones, Antonio Banderas, Mila Jojovich e molti altri volti noti dello star system di Hollywood.

    Timur Sardarov, CEO di MV Agusta, ha detto: “Sono felice che MV Agusta sia al fianco di amfAR nella sua lotta all’AIDS. So che molti degli ospiti presenti alla serata sono fan di MV, e alcuni di loro sono anche proprietari di una nostra moto. La Brutale 800 RR LH44 è pura arte motociclistica, e sono orgoglioso che abbia contribuito ad aiutare amfAR a continuare il lavoro straordinario che sta facendo.”

  • La MV Agusta Superveloce 800 vince il concorso Villa d'Esta

    E' stata la MV Agsuat Superveloce 800 a vincere il premio nella sezione Concept Class del Concorso d'Eleganza Villa d'Este, un riconoscimento che da ancora più valore alla proposta che, per Adrian Norton, è stata prima di tutto una provocazione, vista per la prima volta a EICMA 2018.

    Invitata dagli organizzatori del Villa d'Este, ha sorpreso anche la stessa MV Agsuta, che dopo i riconoscimenti già acquisiti a EICMA, non pensava poter attrarre ancora più attenzione.

    Come dice Adrian Norton, Design Director di MV Agusta/ CRC (Centro Ricerche Castiglioni): "Lo stile distintivo della Superveloce, una combinazione di elementi retrò ispirati alle caratteristiche forme sensuali delle motociclette da corsa MV Agusta degli anni ’60, e uno stile visionario unito alle ultime tecnologie, hanno fornito le basi per lo sviluppo di una proposta di design provocatorio; con linee sospese tra passato e futuro"

    Esattamente 90 anni fa sulle rive del lago di Como si teneva la prima edizione di quella che sarebbe diventata una delle manifestazioni più prestigiose e tradizionali del mondo per i veicoli storici. Dal 1929 il Concorso d'Eleganza Villa d'Este espone le vetture d'epoca e le motociclette storiche più preziose ed originali. Dal 2002, a fianco a queste, sono stati introdotti anche le concept car, concept bike e prototipi.

  • Miss Italia entra al GF in sella alla MV Agusta Dragster

    Non sarà sfuggito a chi, distrattamente o meno, ha visto la puntata di settimana scorsa del Grande Fratello VIP, una centaura molto speciale si è presentata alla porta d'ingresso su una stupenda MV Agusta Dragster 800, si tratta della miss Italia 2018 Carlotta Maggiorana.

  • Moto2: Romano Fenati con MV Agusta nel 2019

    Continua il percorso di MV Agusta che la porterà a rientrare nel motomondiale  dopo 32 anni di assenza. Il team Forward ha fatto la prima importante acquisizione con Romano Fenati per creare un team all'altezza del nome della casa e che dia da subito la possibilità di lottare per il titolo.

    Il ventiduenne di Ascoli Piceno sarà uno dei due alfieri che gareggeranno con la nuova MV Agusta F2, moto con la quale il prestigioso marchio varesino tornerà nel Motomondiale, dopo ben 42 anni d’assenza dal palcoscenico iridato. Romano ha debuttato quest'anno in Moto2 insieme al Marinelli Snipers Team, dopo essere andato vicino al titolo Moto3 lo scorso anno.

    Roomano Fenati: “Sono molto felice e onorato di prendere parte a questo prestigioso progetto e di entrare a far parte di un gruppo così affiatato e competente come è il Forward Racing Team. Guidare la F2 sarà per me motivo di grande orgoglio e sarà una importante responsabilità, per questo darò tutto il mio apporto e la mia esperienza per ottenere ottimi risultati“

  • MV Agsuta dà il via agli ordini on line su tutta la sua gamma

    Introdotto recentemente con la serie limitata di Superveloce 800 Serie Oro e Brutale 1000 Serie Oro, il sistema di ordinativi online ha riscosso un successo immediato presso appassionati e collezionisti di tutto il mondo ed è stato ora esteso all’intera gamma delle moto MV Agusta.

    Direttamente dal sito ufficiale della casa o attraverso le piattaforme social del marchio, i potenziali acquirenti vengono indirizzati ad una nuova sezione del portale, rendendo così più facile e immediato pre-ordinare qualsiasi modello MV Agusta. Il sistema avvisa automaticamente il concessionario più vicino al cliente, che verrà così contattato per la finalizzazione dell’ordine.

    L’iniziativa è una naturale evoluzione della tradizione di innovazione nell’impiego delle più avanzate tecnologie che da sempre contraddistingue l’azienda, che peraltro non rinuncia a costruire a mano ogni singola moto che esce dagli hangar affacciati sul lago di Varese. E’ proprio quest’anima duplice, che pervade ogni aspetto dei processi aziendali, a rendere uniche le moto MV Agusta. Lo sviluppo della propria presenza in rete e delle piattaforme social sono rappresentative di questo spirito, permettendo un contatto diretto e senza filtri con la vasta e crescente base clienti diffusa nel mondo.

    Timur Sardarov, CEO di MV Agusta, ha detto: “Crediamo che l’ecosistema digitale rappresenti un’opportunità di crescita unica a livello mondiale oltre a un mezzo per rafforzare ulteriormente il legame che ci unisce ai nostri clienti. A partire da oggi sarà più facile stabilire un contatto tra la nostra rete di concessionari nel mondo e gli appassionati del marchio, permettendo di iniziare il processo di acquisto direttamente dal sito ufficiale mvagusta.com ”

  • MV Agusta nei fumetti di Rinascente con la Brutale Serie Oro

    Con “Love to Ride”, l’iniziativa di Rinascente a cura di Moto.it in occasione di EICMA, una Brutale 1000 Serie Oro sarà tra le protagoniste del fuorisalone più esclusivo.

  • MV Agusta sbarca in Cina con il colosso Loncin

    La storica casa motociclistica MV Agusta Motor ed il gigante industriale cinese   Loncin Motor Co., Ltd., hanno siglato un accordo strategico a lungo termine per lo sviluppo di una nuova famiglia di prodotti a marchio MV Agusta nella gamma delle cilindrate 350-500 cc.

    I mezzi, interamente progettati e ingegnerizzati dalla casa di Schiranna, sono destinati ad occupare il segmento premium di un mercato in forte crescita. La fase industriale si svolgerà in partnership con Loncin, leader nella produzione motociclistica in Asia.
    Come in tutte le moto MV Agusta, anche in questi 4 nuovi modelli  il DNA della casa sarà immediatamente evidente, a partire dal design, e insieme al rombo inconfondibile e alla dinamica di guida conquisterà i nuovi rider.

    Questa alleanza strategica permetterà ad MV Agusta di allargare il proprio portafoglio prodotti, guadagnando consensi sempre maggiori a livello globale, in particolare nei mercati asiatici attraverso la collaborazione con Loncin Motor Co., Ltd.
    Questa collaborazione rappresenta un passo importante nell’attuazione del piano di crescita accelerata di MV Agusta. L’obiettivo dell’azienda è di allargare l’accesso al marchio, con l’aumento dei rider MV Agusta ed una conseguente crescita del fatturato, non solo di quello relativo alle cilindrate più piccole ma anche di quello legato alla gamma tradizionale delle moto MV Agusta da 675, 800 e 1000cc.

    I nuovi modelli, più piccoli ed accessibili, saranno disponibili presso i concessionari MV Agusta a partire dalla fine del 2021.
    MV Agusta e Loncin precisano inoltre che la loro collaborazione non si limiterà allo sviluppo di questa nuova famiglia di 4 prodotti nella gamma 350-500cc, ma prevede l’aiuto di MV Agusta all’ingresso di Loncin nel segmento premium con l’alto di gamma 800cc. MV Agusta, attraverso il proprio centro di ricerca e sviluppo CRC, affiancherà Loncin nello sviluppo di una nuova famiglia di prodotti per VOGE, il marchio di alta gamma di Loncin. Il target è il mercato delle medie e grosse cilindrate, affrontato con l’apporto tecnologico ed il know-how di MV Agusta.

  • MV Agusta torna nel Motomondiale in Moto2

    Quarantadue anni dopo il ritiro, MV Agusta ritorna da protagonista in quella che è la massima espressione delle competizioni motoristiche: il Motomondiale insieme al Forward Racing Team. L’inedito progetto, che prenderà parte nel Campionato del Mondo Moto2, è già in uno stadio avanzato di sviluppo. Il debutto in pista è previsto per il prossimo mese di luglio.

    La storia delle competizioni motoristiche è strettamente legata a quella di MV Agusta, la casa motociclistica europea più vincente di ogni epoca con 75 titoli iridati (38 piloti e 37 costruttori) dal 1952 al 1974. La scuderia del conte Agusta, infatti, era schierata al via della prima gara di quello che diventerà il Motomondiale. All’esordio Carlo Ubbiali conquistò il quarto posto, per poi vincere già la settimana successiva in Olanda. Era il 3 luglio 1949. John Surtees, lo stesso Ubbiali, Mike Hailwood, Phil Read e poi, naturalmente, Giacomo Agostini: piloti entrati nella leggenda e che hanno fatto la storia del motociclismo, in sella a moto MV Agusta. Un’epopea leggendaria, che ha segnato anche la storia italiana, con MV Agusta simbolo della rinascita e poi del successo di una nazione intera.

    “MV Agusta è il marchio che ha vinto di più nella storia del motociclismo” ha dichiarato Giovanni Castiglioni, Presidente di MV Agusta. “Vedere ritornare MV Agusta ai Gran Premi è un grande onore per me. Il Campionato del Mondo Moto2 è molto competitivo e per avere successo è necessario portare la nostra massima tecnologia ed esperienza nello sviluppo delle moto da corsa”.

  • MV Agusta: cinque anni tutti all'attacco, nuovi modelli, nuovi mercati

    MV Agusta, storica azienda italiana e player globale nella produzione di moto di alta gamma, ha appena annunciato il suo piano industriale quinquennale.

  • Sold-out le nuove MV Agusta Brutale 1000 e Superveloce 800

    A pochi giorni dall’apertura delle pre-ordinazioni sulle piattaforme social dell’azienda, MV Agusta registra il sold-out per i 300 esemplari in serie limitata rispettivamente della Brutale 1000 Serie Oro e della Superveloce 800 Serie Oro. Le prime consegne della Brutale sono previste per il mese di novembre di quest’anno, mentre per la Superveloce i fortunati proprietari dovranno pazientare fino a marzo del 2020.

    La Superveloce 800 Serie Oro è stata definita “la moto più desiderabile e attesa del 2020”, mentre la Brutale 1000 Serie Oro si aggiudicava il titolo di “moto più bella” del salone. Sono così cominciate a giungere, numerose e insistenti, le richieste per una produzione in serie. A pochi giorni dall’annuncio della decisione di produrle in serie limitata - 300 esemplari per ciascun modello - e l’apertura delle pre-ordinazioni, il sold-out definitivo che ne sancisce così anche il successo commerciale oltre che di critica.

    La Brutale 1000 Serie Oro è secondo molti la naked più cattiva e aggressiva di sempre. E’ senza dubbio la più potente “nuda” da 1000 CC, con i 208 CV del suo motore 4 cilindri strettamente imparentato con la F4 RC da Superbike. La sua velocità massima è di oltre 300 Km/h.

    La Superveloce 800 Serie Oro possiede un fascino d’antan che esalta i gloriosi trascorsi della casa. Ma oltre il vestito e la sua bellezza senza tempo, troviamo il telaio in acciaio dove si annida il 3 cilindri in linea da 148 CV per 799 CC di cilindrata con un albero contro-rotante accoppiato ad un cambio a 6 marce e uno scarico triplo collocato in posizione asimmetrica. Tra le dotazioni all’avanguardia strumentazione TFT con grafica dedicata, ride-by-wire multi-mappa e controllo di trazione.

    Timur Sardarov, CEO di MV Agusta, ha dichiarato: “Siamo felici di questo successo, che ci conforta nella scelta di proseguire sulla strada dell’innovazione continua, della ricerca della performance assoluta e del design, che da sempre ci contraddistingue. 600 appassionati hanno dimostrato la loro fede incrollabile nel brand MV Agusta, e di sicuro non li deluderemo, rendendoli orgogliosi di possedere un’opera unica ed autentica di arte motociclistica.”

  • Superbike Imola: Rea espungna la roccaforte Ducati

    Con una doppietta perentoria Jonathan Rea mostra i muscoli sullo spettacolare circuito di Imola, l'attesa del pubblico  era per la Ducati di Chaz Davies che ha potuto solo contenere la perdita. Squadrone Ducati sempre in forma, ma Kawasaki non resta a guardare.

  • Superbike in vacanza, ma il mercato si muove

    Superbike che prova a muoversi mentre si dibatte dalla crisi d'identità in cui è precipitata, con l'organizzatore impegnato a trovare le risposte in un sondaggio tra gli appassionati, il mercato delle moto e dei piloti diventa vorticoso. Non mancano i cambiamenti eccellenti, alcuni sorprendenti, come l'arrivo di Alvaro Bautista in Ducati che per ora non conferma ne Chaz Davies ne Marco Melandri, il cambio di casacca non ancora definito per una pedina di grande spessore come Tom Sykes in attesa di capire se Yamaha gli affiderà una R1M, ma soprattutto i punti interrogativi su due case italiane che non è chiaro se saranno in griglia nel 2019, si parla di Aprilia e MV Agusta.

    Mentre la casa di Noale ormai impegnata in MotoGP potrebbe essere scaricata dal team Milwaukee per la BMW, MV Agusta potrebbe decidere il disimpegno dalla Superbike per dedicarsi al debutto in Moto2, lasciando la Superbike orfana di ben due case. Ci potrebbe essere il debutto di Suzuki, ma per ora non è chiaro.

    In arrivo altri team privati, sia per Yamaha che per Ducati, si va così componendo un puzzle gradito a Dorna, con molti team privati e poche presenze ufficiali, ma senza per ora il consenso del pubblico, che sta abbandonando la Superbike un po' per lo spettacolo impoverito da un progressivo impoverimento di identità con regolamenti complicati e formule strambe, un po' per il progressivo declassamento della serie a campionato minore. E come abbiamo sempre detto, il pubblico vuole la serie A o Champions.