Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Venerdì, Ven Ago 2020
  • Indian Motorcycle FTR1200: dal flat-track alla strada

    Grandi novità anchhe da parte di Indian Motorcycle a Colonia, a Intermot2018, la leggendaria casa americana introduce due nuovi modelli, che non vengono dal classico segmento touring, ma dalla lunga tradizione delle gare di flat-track americano. Le nuove FTR1200 e FTR1200s derivano strettamente dalla moto da competizione che dal 2016 domina la scena delle gare sullo sterrato, la FTR750.

    La nuova FTR1200 combina le qualità della moto da flat-track ad una posizone in sella comoda, creando una moto maneggevole e rapida. A spingerla è un nuovo bicilindrico da 1203cc a V con una potenza erogata di 120vc, 115Nm di coppia, Indian Motorcycle ha lavorato molto sull'erogazione del motore, per fornire una risposta lineare e corposa.

    La FTR1200 monta sospensioni regolabili nel precarico, compressione e estenzione, pinze radiali Brembo, controllo di trazione, ABS e anti-impennata, e tre mappe di erogazione (Sport, Standard e Rain). Il ponte di comando è un display LCD touch da 4.3 pollici, agganciabile via Bluetooth.

    La FTR1200 è disponibile in Thunder Black, la FTR1200s in Red su Steel Gray, Titanium Metallic su Thunder Black Pearl e in Race-Replica.

  • Nuovo short movie da ANVIL per INDIAN MOTORCYCLE

    Continua la partnership tra Anvil e Indian Motorcycle con il lancio di un nuovo video emozionale che ripercorre la storia dei pionieri del mondo delle due ruote, in particolare Albert Burns, per celebrare la Shrimp Mille.

    In occasione di EICMA Milano, all’interno dello stand Indian Motorcycle e durante la conferenza stampa di presentazione della nuova FTR 1200, Steven Menneto e Grant Bester Presidente e Vice Presidente EMEA di Indian Motorcycle hanno presentato ufficialmente il nuovo short movie di Anvil. Un tributo ai piloti degli anni ‘10 e in particolare ad Albert Burns, al quale è stata dedicata proprio la special SHRIMP Mille su base Scout Sixty.

    Polvere, derapate, una voce fuori campo che accompagna gli spettatori nella storia dei pionieri del mondo delle due ruote e tante, tantissime emozioni nel vedere continui flashback e flashforward tra le gare del passato, quelle del presente e quelle del futuro. Indian Motorcycle è già molto conosciuto nel mercato statunitense per le prestazioni nel flat track e questo video, così come la special del marchio Anvil dedicata ad Albert Burns, intende ampliare la diffusione del brand e della disciplina anche in ambito europeo, partendo proprio dalle loro origini.

    La narrazione del video racconta di una notte di tempesta in cui il vento soffia tra le foglie, i fulmini illuminano il cielo e una voce spiritica sussurra “se lo costruisci lui ritornerà”, alludendo al ritorno terreno per un ultimo giro di pista del pilota Albert Burns soprannominato “Shrimp”. Nella scena successiva gli Anvil lavorano nella loro officina su una Indian Scout Mille per trasformarla: quella è la chiave per far tornare “Shrimp”. Nel frattempo la voce fuoricampo di Shrimp, racconta brevemente la sua vita fino al momento della sua morte avvenuta in una competizione a Toledo.

  • Test Indian Motorcycles FTR1200S: bella, sfrontata e pepata

    Quanto è sfacciata questa Indian FTR1200S, in contrasto con il nostro modo di dire sul "fare l'indiano", questi indiani americani hanno ben capito che per sbarcare nel mondo delle naked suscitando clamore dovevano costruire una naked dalle linee fuori dagli schemi.