Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Giovedì, Gio Dic 2019
  • 115° Anniversario Harley-Davidson a Praga, manca poco

    Il 2018 è il 115esimo anno di vita di Harley-Davidson®. Per sottolineare la ricorrenza con il giusto volume voce, tutto è pronto a Praga per le celebrazioni del 115° Anniversario, dal 5 all’8 luglio prossimi. Ormai ci siamo, e sarà una festa gigantesca organizzata da Harley® ma nella quale a essere festeggiati saranno in realtà tutti i motociclisti.

    E di motociclisti a Praga ne arriveranno da ogni dove. Rides-In – sponsorizzato da Dunlop – conta oltre 100 concessionari e Chapter partecipanti dai luoghi più lontani come Mosca, Lisbona, Napoli oTrondheim; e tutti certamente si divertiranno il più possibile, oltre che fare molti km.

    La notte precedente l’inizio ufficiale delle celebrazioni, Praga si infiamma con la musica dei Rolling Stones grazie a una tappa del loro tour No Filter. Ma la musica continua per l’intera durata dell’evento con bluegrass, reggae, rap e artisti della scena ceco-slovacca a fare da colonna sonora.

    Cosa è previsto per questa gigantesca manifestazione:
    - Sono stati venduti biglietti a riders di 75 Paesi diversi. E il conteggio non è ancora finito…
    - I Rolling Stones si esibiranno la sera del 4 luglio e ci sarà musica live durante l’intero evento
    - All’Expo andrà in scena l’intera storia di H-D®, con oltre 150 moto in esposizione
    - Parata nel cuore del centro storico di Praga
    - Custom Bike Showdown, Dark Custom Arena e H.O.G. village
    - Muaythai All Star Fight – serie mondiale di thaiboxing, con Buakaw Banchamek
    - Demo rides dell’intera gamma Harley-Davidson® 2018 dal Demo Truck
    - Jeep® sarà presente all’evento e offrirà prove di guida e ospitalità

  • B.I.G. 5a edizione: domani la grande serata

    Manca solo un giorno alla grande kermesse divenuta punto di riferimento sul calendario motociclistico milanese, e non solo. Arrivano da tante parti d'Italia le moto che affolleranno gli spazi di Motosplash, che per il 5° anno ospiterà il B.I.G., il concorso per le moto customizzate Build In Garage. Un folto gruppo di dilettanti appassionati che si cimentano nella trasformazione di una moto in qualcosa di unico, frutto di lavoro e notti insonni dentro ad un garage.

    Tante le moto in gara, e quest'anno a dare ancora più spettacolo ci sarà la categoria Moped, i classici motorini 50cc diventati bolidi nelle mani di pazzi visionari che hanno deciso di rompere tutti gli schemi, e forse anche i timpani.

    Ad animare la serata ci sarà come sempre il colore di Motosplash, la location di Ciapa La Moto offre come sempre un colpo d'occhio unico per quella che è la passione motociclistica, i ragazzi che lo animano metteranno a disposizione il servizio bar e un ampio parcheggio per i motociclisti, oltre che l'officina dei desideri.

    Durante la serata ovviamente le moto saranno in gara per vincere l'ambito trofeo della più bella dei garage! I premi saranno messi a disposizione dai partner della serata Shark,  BAGSTER, Segura e Mjus-RBL La stagione può iniziare ora che il B.I.G. va in scena!

    Indirizzo: Via Gardone, 22, 20139 Milano MI

    aMotoMio.it

  • Caberg Ghost Legend - Test aMotoMio

    Ghost, il fantasma, richiama molte cose il nome un po' dark che Caberg ha regalato a questo casco, e in effetti ad indossarlo ci si trova ad avere un'aria a metà tra guerre stellari e un videogioco un po' dark, ma qualunque sia questo look, non passerete inosservati!

  • Cinque anni di B.I.G., passione bambina

    Lo spettacolo della passione traccia sempre un solco tra la vita di tutti i giorni e il sogno che vorremmo vivere, il BIG alla sua quinta edizione rappresenta ancora quel solco, quando da uomini di tutti i giorni, nascosti in un garage, ritroviamo la forza per attraversare quella linea.

  • CMC Motorcycle: Una Special per Genova al Motor Bike Expo

    Ciò che rende unica una special è l’essere costruita da persone speciali. Quelle che si sono mobilitate per gli sfollati del Ponte Morandi lo sono in modo particolare. L’officina CMC Motorcycle ha avuto l’idea di costruire una Moto Guzzi in esemplare unico da mettere all’asta per beneficenza. “Una Special per Genova” ha incontrato subito il favore del mondo della moto e sarà presentata in anteprima al Motor Bike Expo, a Veronafiere dal 17 al 20 gennaio. «La tragedia di Genova ha toccato tutti nel cuore. Una Special per Genova vuole riunire la scena custom attorno a chi ha sofferto e creare un evento che faccia rumore non di moto, ma del suo mondo» spiega CMC Motorcycle.

    Il Motor Bike Expo ha voluto dare il suo contributo ospitando nella cornice di Veronafiere la presentazione del progetto, che ha avuto il patrocinio di Moto Guzzi. È infatti una Guzzi Imola 350 la base scelta per realizzare una cafe racer slanciata e postmoderna, secondo lo stile retro-classic di CMC Motorcycle. Alla sua costruzione hanno contribuito noti marchi della componentistica, che hanno offerto le loro parti speciali per rendere la moto unica. Dainese Genova ha messo a disposizione una giacca in pelle della linea 72 e un casco AGV Legends, mentre l’azienda orologiaia genovese Spillo ha realizzato un cronografo Demon dedicato, un pezzo da collezionismo unico. La raccolta dei fondi è curata dalla ONLUS “Le Manette”, il motoclub dei Carabinieri di Genova.

    La moto sarà presentata ufficialmente venerdì 18, alle 10.00, al Main Stage, pad. 1, e rimarrà poi esposta al pad. 4, stand 20 T, nello spazio dedicato all’iniziativa.

    Dopo il Motor Bike Expo, il capoluogo ligure sarà il palcoscenico dell’epilogo di “Una Special per Genova”. La “Imperiale” sarà venduta all’asta e consegnata a Palazzo Ducale in marzo da un rappresentante della Regione Liguria in un evento dedicato. A fare gli onori di casa saranno note personalità del mondo dello spettacolo e del calcio genovese. Fra i media partner che hanno aderito all’iniziativa le riviste di settore Moto Heroes, Riders e Special Café, oltre al blog aMotoMio. CMC Motorcycle e il Motor Bike Expo invitano tutti i motociclisti a contribuire alla riuscita dell’iniziativa sul conto corrente della Onlus “Le Manette”, IBAN n. IT84 J3608 1051 3825 4644 654646

     

    Una special per Genova

  • Da Anvil Motociclette e Indian una nuova creatura: la Shrimp

    Il progetto #AnvilxIndian è iniziato a gennaio e da allora, il brand italiano Anvil Motociclette ha trascorso più di 300 ore per rielaborare il modello Scout Sixty di Indian Motorcycle, travestendolo da tracker. Si chiama Shrimp, in onore del pilota Americano degli anni ’10 Albert Burns, il quale corse e vinse numerose gare a soli 14 anni di età, contro piloti molto più vecchi di lui e con una maggiore esperienza. La Shrimp è stata realizzata da un team di lavoro complesso e ben organizzato composto, oltre che da Phonz e San Marco, brand manager e cofounders di Anvil Motociclette, anche da: un telaista, un ingegnere, un meccanico, un assemblatore, un tappezziere e un carrozziere.

    La presentazione è avvenuta giovedì 14 giugno presso l’Artride durante l’attesissimo festival Wheels & Waves e le attività di promozione della Shrimp continueranno fino al termine dell’evento, domenica 17 giugno. La nuova creazione degli Anvils non sarà solo esposta al pubblico, ma parteciperà alla gara di flat track El Rollo, nella quale Emanuele Marzotto, pilota italiano di flat track gareggerà contro altri piloti internazionali.

    La Shrimp è un mix di parti moderne realizzate da marchi leader mondiali, combinati con componenti artigianali, fatti a mano. Tra i partner del progetto ci sono Ohlins, Pakelo, Zard e Newfren, scelti dagli Anvils per la loro affidabilità ed esperienza nel mondo delle due ruote.

    La costruzione della moto è durata sei mesi, durante i quali il team di lavoro è stato impegnato nelle seguenti fasi: ricerca e sviluppo del tema principale, ricerca dello storytelling, ricerca del pilota da abbinare alla moto, pianificazione del progetto, ricerca tecnica relativa all’ingegneria e alla costruzione, progettazione 3D e infine la costruzione della moto.

    Gli Anvils hanno preso in consegna la Scout Sixty a febbraio e hanno iniziato a spogliarla del telaio, costruendo qualcosa di completamente nuovo: così hanno reso omaggio ai flat tracker del passato. La storia verrà portata avanti da Emanuele Marzotto che correrà con la Shrimp durante El Rollo.

  • Da BMW la Concept R18, tra passato e futuro in moto

    La tradizione e il futuro di BMW Motorrad si fondono per dare vita ad una Custom Bike dalla forma perfetta. Sullo sfondo vivace tra tradizione e modernità del Concorso d'Eleganza Villa d’Este, BMW Motorrad presenta un’avvincente alternativa ad un momento storico sempre più caratterizzatoda rapidi cambiamenti tecnologici. Si potrebbe considerare un ritorno alle origini del brand, con l’aggiunta di un tocco moderno: la BMW MotorradConcept R18 trasporta l'essenza dei grandi classici di BMW nel mondo attuale o, in altre parole, utilizza un design motociclistico storico rendendolo attuale e personalizzato.

    La BMW Concept R18 mostra come l’aggiornamento di un motore boxer degli anni '60 può, al giorno d’oggi, risultare minimalista in una moto custom unito a tutte le icone del design classico di BMW Motorrad. Con un’evidente estetica minimalista, la Concept R18 incarna l’essenza del motociclismo. Su questa concept evidentemente BMW ha ricercato il massimo dal bel design delle forme che hanno segnato la storia del motociclismo, unito alla tecnologia odierna.

  • Da Harley-Davidson più potenza con la FXDR 114ci 2019

    Ispirato alle gare drag nasce il nuovo FXDR 114™, le gare in cui scaricare a terra la potenza è qualcosa di sofisticato. Spinto dal poderoso motore V-twin  Milwaukee-Eight 114ci e costruito attorno a un telaio Softail®, con forcellone in alluminio e ruote in lega leggera, fa ampio uso di componenti in composito per alleggerire il peso.

    Il nuovo Harley-Davidson® FXDR™ 114 mette insieme l’aggressività delle gare dragunita a sofisticata tecnologia. Il nuovo FXDR™ 114 è un’irriducibile cruiser tutto muscoli con un inedito livello di prestazioni nella gamma Harley-Davidson. Il nuovo FXDR 114 combina la potenza del motore Milwaukee-Eight® 114 con l’uso abbondante di materiali leggeri come alluminio ed elementi in composito al fine di ridurre il peso e migliorare le prestazioni.

    Il nuovo FXDR 114 è il decimo modello Harley-Davidson basato sulla piattaforma Softail® introdotta nel 2018 e la più recente in  ordine di tempo delle 100 nuove moto che la Motor Company ha in programma di lanciare.

    Il forcellone in alluminio del nuovo FXDR 114 permette una riduzione del peso pari a 4,62 Kg (6,25 Kg contro 10.88 Kg, vale a dire il 43% in meno) rispetto a un forcellone Softail in acciaio per una gomma posteriore da 240. Dato che si tratta di peso non sospeso (massa collocata sotto la sospensione), ha un effetto significativo sulla prestazione della sospensione posteriore; e l’effetto è amplificato dall’impiego di una ruota leggera da 18” in alluminio.

    La ruota anteriore Ace da 19 pollici in alluminio forgiato ha un disegno leggero con razze molto sottili. La sella e la sezione di coda del nuovo FXDR 114 sono sostenute da un contro-telaio in tubi di alluminio saldati, mentre la sezione di coda è in materiale composito. Questa struttura sostituisce il sotto-telaio in acciaio, il parafango in acciaio e i supporti del parafango in alluminio usati sugli altri modelli Softail, per un risparmio di peso pari a circa 3,17 Kg. Anche i parafanghi sono realizzati in materiale composito leggero.

    Per maggiori informazioni visita H-D.com

  • Da Moto Guzzi le nuove V7 III Stone e Classic

    Da Moto Guzzi arrivano nuove varianti della V7 III nelle versioni Stone e Classic, due icone della casa di Mandello del Lario che si vestono di nuovo. La nuova V7 III Stone nella nuova variante Night Pack, caratterizzata da una nuova fanaleria full led e da significativi interventi stilistici.

    Al look essenziale tipico di V7 III Stone la variante Night Pack affianca la moderna anima high tech della fanaleria a led, che assicura elevato potere illuminante del faro anteriore, degli indicatori di direzione e della luce posteriore. Il posizionamento ribassato del faro e della strumentazione e un nuovo parafango posteriore, corto e snello, che integra il supporto della luce stop e quello, anch’esso rinnovato, del porta targa, donano inoltre alla V7 III Stone Night Pack un profilo più filante. La sella dedicata è caratterizzata da termosaldature e valorizzata dal logo Moto Guzzi ricamato a filo in colore grigio.

    Oltre alla classica “total black” Nero Ruvido, V7 III Stone Night Pack è proposta anche nelle varianti Bronzo Levigato e Blu Pungente.
    Moto Guzzi V7 III Stone Night Pack è già disponibile sulla rete vendita Moto Guzzi al prezzo di 8.590 Euro f.c.

    Arriva anche una nuova gamma colori per la V7 III Special, la Moto Guzzi V7 III Special è la interpretazione più classica ed elegante della “settemmezzo” di Mandello ed è anche la versione più fedele allo spirito del modello originario, distinguendosi per i numerosi particolari cromati e per le grafiche lucide, ora abbinate a due nuove varianti cromatiche, Nero Onice e Grigio Cristallo.

    Come la celebre V750 S3 del 1975, V7 III Special propone la tipica fascia colorata sui fianchetti sottosella che richiama la banda orizzontale dello stesso colore sul serbatoio. Le eleganti ruote a raggi hanno i canali lucidati e i mozzi neri; la strumentazione è a doppio quadrante circolare, mentre è di serie il maniglione d’appiglio in acciaio cromato per il passeggero. La sella marrone presenta infine cuciture effetto “old school”, un ulteriore elemento dal sapore vintage. Moto Guzzi V7 III Special è disponibile sulla rete vendita Moto Guzzi al prezzo di 8.640 Euro f.c.

    www.motoguzzi.com/it_IT

  • Evento: Mototematica Rome Motorcycle Film Festival

    Un festival tutto speciale quello che andrà in scena questo fine settimana, chiusa la parentesi del salone del motociclo di Milano, è la città di Roma a fargli eco a metà dello stivale con Mototematica, il Rome Motorcycle Film Festival, due giorni all'interno dell'Eternal City Motorcycle Custom Show, uno dei più importanti festival dedicato alle moto customm, alle café racer e in generale all'arte di modificare le moto.

    Nel contesto della città di Roma, Mototematica vuole celebrare la motocicletta come ispirazione di molte forme d'arte, nel cinema, nella fotografia, nella grafica e in ogni forma che ha preso come soggetto la motocicletta. Un racconto di un oggetto che rappresenta un simbolo di libertà, capace di ispirare artisti a visualizzare nelle loro opere sogni, avventure e storie.

    Mototematica andrà in scena questo fine settimana, il 17 e 18 Novembre all'Ex Dogana, Viale dello Scalo di San Lorenzo 18 a Roma

    www.mototematica.com

  • H-D® Bologna vince la Battle of the Kings 2018 Italia

    Il verdetto è senza appello: è H-D® Bologna ad aggiudicarsi il titolo italiano nel concorso Battle of the Kings 2018, il più grande concorso di customizzazione promosso da Harley-Davidson®. La proclamazione del Custom King vincitore e della moto regina è avvenuta nel corso della conferenza stampa tenutasi ieri sullo stand Harley-Davidson® ai Roma Moto Days.

    La special vincitrice si chiama Farm Machine ed è stata realizzata su base Softail® Street Bob™

    La vittoria è stata assegnata sulla base delle preferenze espresse da una giuria di esperti del settore e specialisti dell’informazione che hanno valutato le 12 finaliste precedentemente votate dal pubblico fra tutte le special partecipanti al concorso. Ciascuna realizzazione, al di là del risultato di classifica ottenuto, ha messo in evidenza l’estro creativo e la capacità del Custom King e dello staff delle officine che fanno capo alle concessionarie italiane Harley-Davidson®.

    Ritorno alle origini: ecco la filosofia della moto vincitrice
    “C’è molto della mia storia personale e della storia della mia famiglia in questa special” spiega Gabriele Funi, titolare della concessionaria H-D Bologna, che ha ritirato il premio. “Abbiamo voluto fare una moto dedicata alla terra, al patrimonio rurale della nostra regione, per valorizzare una tradizione preziosa. Vengo da una famiglia che dal 1920 conduce un’azienda agricola"

    Il regolamento del concorso Battle of the Kings prevede che la moto realizzata da H-D® Bologna entri ora in finale e si sfidi direttamente con le moto che hanno primeggiato negli altri Paesi partecipanti. La sfida globale si svolgerà il prossimo mese di novembre in occasione del Salone EICMA a Milano.

     

    aMotoMio.it

  • Harley-Davidson Battle of the Kings: le 5 finaliste

    I voti espressi da oltre 6 mila appassionati dal 15 gennaio alla metà di febbraio attraverso il sito specifico hanno eletto le cinque moto finaliste del contest italiano di Battle of the Kings, il concorso di customizzazione riservato alle concessionarie indetto ogni anno da Harley-Davidson e giunto alla sua quinta edizione.

    Le cinque moto così elette dal pubblico verranno esposte sullo stand Harley-Davidson ai prossimi Roma Moto Days, dove il giorno 7 marzo, in una specifica conferenza stampa, verrà proclamata anche la vincitrice italiana assoluta sulla base delle preferenze espresse da un pool di specialisti dell’informazione ed esperti di settore.
    Ciascuna realizzazione, al di là del risultato di classifica ottenuto, ha messo in evidenza l’estro creativo e la capacità del Custom King e dello staff delle officine che fanno capo alle concessionarie italiane Harley-Davidson®.
     
    Il contest Battle of the Kings si articola su diverse fasi a carattere nazionale e regionale nel corso dell’anno fino alla proclamazione del vincitore assoluto. L’assegnazione del premio globale avverrà, come da tradizione, il prossimo mese di novembre in occasione del Salone EICMA a Milano.

    H-D Bologna / Space Age su base Heritage Softail, ispirata rende omaggio a 3 dei più famosi esploratori moderni, gli astronauti che per primi misero piede sulla luna

    H-D Battle of the Kings 01



    H-D Route 76 Jesi / Speed Bob su base Fat Bob interpretata in veste racing

    H-D Battle of the Kings 02



    H-D Onorio Moto Correggio (RE) / Rusty Sun Softail su base Heritage Softail ricorda le origini e la tradizione Harley-Davidson con un classico anni '50

    H-D- Battle of the Kings 03



    H-D Parma / The Answer su base Roadster 1200 è una moto di ispirazione Flat Track

    H-D Battle of the Kings 04



    H-D Golden Hills Arezzo / Unbroken su base FXDR114 stravolge esteticamente la linea della moto originale esaltandonele forme e lo spirito aggressivo

    H-D Battle of the Kings 05

  • Harley-Davidson Livewire: svelati prezzo e caratteristiche

    Harley-Davidson e i suoi 115 anni di storia, un'esperienza che ha saputo trasformarsi regalando alla motocicletta u'idendità sempre al passo con i tempi all'utilità della moto.  Harley-Davidson ha presentato la sua prossima generazione di veicoli a due ruote al Consumer Electronics Show di Las Vegas, svelando per la prima volta tutte le specifiche di prodotto, le caratteristiche di connettività e il prezzo di LiveWire™, la prima motocicletta elettrica di Harley-Davidson. Il modello LiveWire™ e l'esperienza motociclistica più connessa di sempre saranno in vendita e pronte per la consegna ai clienti nel corso del 2019.

    La moto elettrica LiveWire™ rappresenta il futuro di Harley-Davidson, mettendo a disposizione dei motociclisti più evoluti di oggi e di domani, propulsione elettrica ad alte prestazioni, design di ispirazione Harle-Davidson e connettività basata sulla tecnologia cellulare. Primo prodotto di un nuovo portafoglio chiamato ad offrire un'esperienza completamente nuova a chi utilizza le due ruote, la moto elettrica LiveWire™ offre accelerazione entusiasmante, maneggevolezza, materiali e finiture di alta qualità e una dotazione completa di funzioni elettroniche per l’interfaccia col pilota al fine di dare vita a un'esperienza completamente connessa.

    Le prestazioni della moto elettrica LiveWire™ consentiranno una guida esaltante ai motociclisti più esperti, mentre la mancanza della frizione renderà l'esperienza per i nuovi motociclisti più facile e accessibile che mai. Harley-Davidson vuole costruire la prossima generazione di motociclisti in tutto il mondo e affermare l'azienda come leader sul fronte dell'elettrificazione nel trasporto a due ruote.

    Accelerazione bruciante: da 0 a 60 mph in meno di 3,5 secondi.
    Servizio H-D™ Connect: la moto elettrica LiveWire è dotata del sistema H-D™ Connect, che mette in collegamento il motociclista e la propria moto
    Prestazioni e autonomia ottimizzate con la possibilità di percorrere circa 180 km nel ciclo urbano con una singola carica
    Il modello LiveWire è progettato per produrre un nuovo suono distintivo Harley-Davidson

    Harley-Davidson LiveWire™ sarà in vendita nel corso del 2019 a un prezzo di € 34.200.

  • Harley-Davidson: Battle of the Kings 2019, entrano gli Stati Uniti

    Dopo un duello epico che ha concluso il contest internazionale nel 2018, per l’anno appena iniziato il concorso Battle of the Kings – il concorso di customizzazione riservato alle concessionarie indetto ogni anno da Harley-Davidson – si annuncia come il più grande di sempre. Nel 2019, infatti, ancora più Paesi – e fra questi anche gli Stati Uniti Uniti d’America – prenderanno parte alla battaglia per il titolo di migliore del mondo.

    Il contest mostra il meglio del talento di customizzazione e la creatività dei Custom King che si trovano in tutte le concessionarie della rete Harley-Davidson in tutto il mondo. Nel 2018 la corona di Custom King fu assegnata a Harley-Davidson Bangkok – al debutto – in virtù della special realizzata su base Street Bob e chiamata “The Prince”. Con oltre 350 iscrizioni già acquisite, difendere il titolo sarà quanto mai difficile dato che la competizione si infiamma su scala davvero globale.

    Ogni modello della attuale gamma Harley-Davidson può essere scelto come base di partenza per la realizzazione della special in gara (a esclusione dei modelli Trike e CVO). In altre parole i concessionari hanno più possibilità di scelta rispetto al passato per dare vita alla creazione con la quale giocarsi il titolo. E per dare un ulteriore elemento di ispirazione, i concessionari devono scegliere fra tre stili di customizzazione – Dirt, Chop e Race – per la moto che intendono realizzare.
    Le regole da seguire sono, come sempre, semplici – il 50% delle parti usate deve provenire dal catalogo accessori Harley-Davidson Genuine mentre il budget da destinare alla customizzazione non deve superare il 50% del prezzo di vendita della moto di serie.

    I concessionari provenienti dagli Stati Uniti aggiungono una dimensione ulteriore alla gara che li vede impegnati. Useranno infatti il contest per ispirare la prossima generazione di customizzatori facendo entrare nel team di ciascun concessionario studenti provenienti da scuole di formazione tecnica e commerciale che lavoreranno quindi fianco a fianco con i tecnici delle diverse concessionarie alla realizzazione delle special in concorso.

    Il Custom King della Battle of the Kings 2019 sarà scelto e incoronato nel prossimo mese di novembre. Le votazioni per la fase Europea iniziano oggi, 15 gennaio.

  • Honda CB1000R-adical Gannet/FuhrerMoto: la R radicale dalla Svizzera

    E' la moto vincitrice del concorso custom CB1000R di Honda Switzerland, ed è stata presentata allo Swiss Moto Show 2019 a Zurigo lo scorso febbraio. L'obiettivo era quello di produrre un aspetto completamente nuovo principalmente cambiando le proporzioni e la posizione del manubrio, lasciando intatti i componenti di base per mostrare le ampie possibilità di personalizzazione di questo modello.

  • I salotti buoni del Motor Bike Expo

    Anno dopo anno sono i salotti buoni del Motor Bike Expo che hanno creato un immaginario speciale delle officine che in giro per l'Italia battono ferro e cuciono cuoio. Difficile immaginare oggi un'officina di customizzazione, specialmente se di café racer, che non abbia un salotto all'interno dei suoi locali, colpa o merito degli stand del Motor Bike Expo; sta di fatto che i poveri customizzatori sono costretti a trovare un paio di poltrone dal rigattiere, un pallet per farci un tavolino, due quadri con un bulldog vestito in doppio petto e Teomondo Scrofalo, 4 libri consumati ma mai letti da nessuno, pena che un possibile cliente potrebbe pensare di essere in un'officina di serie B.