fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Gen 2021

"In provenza, l'adorata, per la fioritura della lavanda. Paesaggi, colori, profumi unici."

 

Road Book:

-Da sault seguire le indicazioni Mont Ventoux
-Arrivati a Malaucene seguire le indicazioni per Carpentras
-Da Carpentras mseguire per L'Isle-sur-la-sorgue
-Seguire poi le indicazioni per Gordes
-Da Gordes seguire Roussillon
-Da Roussillon seguire Saint-Saturnin-les-Apt
-Si ritorna a Sault
-Dal centro del paese seguire indicazioni per Ferrasieres
-Deviare verso Saint Trinit
-Da saint Trinit seguire Reverse du Bion e poi Bannon
-Da Bannon seguire per Forcalquier
-Seguire poi per Oraison e poi Valensole
-IMPORTANTE dal centro di Valensole procedere in direzione Riez ma appena fuori il paese stare attenti a deviazione sulla destra per Allemagne-en-Provence D15
-Arrivati ad Allemagne-en-provence seguire per Riez e da qui verso Digne le Bains.




Utilità - dove abbiamo dormito e mangiato.

 

- Mon ventoux - Villa La Lorraine - questo piccolo angolo di paradiso, ha camere spaziose, curate e ben tenute. Piscina, ampio giardino e colazione in terrazza completano un quadro di tranquillità e relax. I gestori Myriam e Pierre sono di una ospitalità unica e rara. Su richiesta Myriam cucinerà per voi. Assolutamente consigliato.
Hameau St-jean - Sault (in pratica la piccola frazione prima di Sault provenendo da APT) tel. +33(0)490- 640884 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.monventoux.com

- Rist. la promenade de justin - sault. In posizione panoramica ottimo rapporto qualità-prezzo dei cibi. Menù del giorno e alla carta. Avenue del la promenade - Sault, Tel. +33(0)490-641434

- Restaurant Le Provencal - Un pò più nascosto offre un ampia scelta di cibi locali, serviti con cura e cortesia. ottimo per la cena in relax a fine giornata.
Rue Porte des Aires - Sault, tel. +33(0)490-640909, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Restaurant Chez Mon Cousin Alphonse - In posizione strategica in una delle piazze crocevia di APT e molto frequentato e accogliente.
Place Bouquerie - APT en provence - Te. +33(0)490-746984




Qualche consiglio:

- La fioritura della lavando avviene di solito verso l'ultima settimana di giugno o la prima di luglio. Vi consigliamo di contattare l'efficentissimo ufficio del turismo per farsi indicare il miglior perido per organizzare il viaggio, Office de Tourisme de la région de Sault **Avenue de la Promenade  F- 84390 SAULT, Tél. +33 (0)4 90 64 01 21, www.saultenprovence.com, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Molto utile la guida lonely planet della provenza

- Per la Francia sono disponibili carte stradali praticamente regionali, cosiglio di acquistare quella della zona dove ci stiamo recando, sono segnate tutte le strade minori, che contarriamente alla definizine a volte rivela paesaggi imperdibili

- Dimenticatevi il GPS e lasciatevi "perdere"

- IMPERDIBILE la strada che collega valensole ad Allemagne-en-Provence, ovvero la D15. Campi di lavanda a perdita d'occhio.




Il Viaggio:

Forse l'ho già scritto troppe volte, ma un viaggio in moto coinvolge tutti i sensi, ti espone agli eventi atmosferici, e attraversi l'aria, e con questa i suoi profumi. Penso che tra tutti quelli in natura, la lavanda sia il fiore più riconoscibile all'olfatto. e non dimentichiamoci il colpo d'occhio di un piccolo cespuglietto di lavanda che magari troviamo in un giardino ricercato e ben tenuto. Immaginiamoci ora interi campi, finanche colline intere di cespugli di lavanda, col viola intenso che si mischia al verde accesso dell'agricoltura provenzale. Attarversare il mondo quindi, attraversare i profumi, persi con lo sguardo chissà dove, o somplicemente alla cima del Mont ventoux, cche con la sua cima "glabra" veglia sui campi e su chi li coltiva, ma nelle giornate più limpide, credetemi, veglia su tutta la provenza....

La provenza, terra di sapori, di colori, di gente ospitale e genuina, alla faccia di chi dice che i francesi sono un po' "preziosi". La conferma, quasi automatica di questa idea ce la danno subito i titolari del B&b (chambre d'hote) "Mon ventoux" situato in una piccola frazione di Sault; questo piccolo paese è la base di partenza per l'itinerario, per altro poco studiato e molto improvvisato seguendo le sensazioni o semplicemente le strade che più ci attraevano; il tutto con un relax è una velocità media tanto bassa da averla scordata da tempo.  Il primo giorno quindi è un continuo e piacevole cercare strade e percorsi secondari fino ad infilarci letteralmente nei campi di lavanda; non parliamo poi della salita al mont ventoux, tanto famosa per il Tour de France, sopratutto nell'ultimo tratto è un tripudio di curve e paesaggi pressoche unici. Scendendo poi verso Carprentras è d'obbligo passare e visitare i due paesini di Gordes(il più fotografato di provenza) e di Russillon. Qui ci concediamo un aperitivo coccolati dal colore ocra di tutte le case del paese, in un atmosfera quasi magica di tramonto perpertuo.
La tranquillità della cena nel borgo e quella del nostro alloggio completano una giornata finalmente lontana dalla frenesia.

Il secondo giorno di viaggio prevede il rientro verso l'Italia; non nascondo la mia avversione per l'autostrada, quindi decidiamo un itinerario alternativo per fare meno autostrada possibile (ed allungare il viaggio). Prima però decidiamo di fare un salto alla festa della lavanda a Ferrasieres, altro paesino da cartolina. Le strade di provenza si snodano facili eperfette fino a Valensole, qui la mia memoria mi riporta su un'altopiano, interamente coltivato a lavanda; inutile dire che certe emozioni sono indescrivibili. E ancora sempre tra il verde e il viola, scorrazziamo fino a Digne le Bains. Da qui per rientarre in Italia possiamo fare mille percorsi....ma questo ve lo racconterò in un altro "viaggio".  Almeno una volta, a luglio, rubate un We allo stress e riempitevi gli occhi di colori che passano poi per forza dal cuore.


Abbigliamento del viaggio:

- Fagna: Giubbotto Dainese/Ducati, pantaloni Summer Bmw, Stivali Alpinestars/Gore-Tex, Guanti Spidi, Casco Arai Viper GT, Maglia tecnica Six2, Interfono Interphone F4, sottocasco Race

- Cri: Giubbotto Spidi e pantaloni Spidi, Stivali Dainese, Casco Nolan, Guanti Giali, Maglia Tecnica Six, Interfono Interphone F4, Collarino Gola Six2

 

Fagna

 

{phocagallery view=category|categoryid=105|limitstart=0|limitcount=0}