Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Trafiletto moto in coda
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Lo abbiamo pensato tante volte dentro al casco, in qualche lunga fila, o forse per sorpassare una singola macchina, noi più veloci, più rapidi, più snelli mentre cerchiamo di farci strada nella noiosa routine della vita automobilistica.

E’ capitato a tutti di trovare poi quelle code, quei blocchi, quegli spazi angusti, ma anche quegli automobilisti un po’ distratti, un po’ antipatici, ondeggiare nei dintorni della linea di mezz’aria, senza concederci lo spazio per abbandonare la lunga e noiosa serpentina. Certo, la nostra larghissima famiglia non è sempre tra le più corrette, a volte siamo portati a pensare che i centimetri sono metri, che lo spazio già occupato per buon diritto del codice della strada sia nostro per qualche divina discendenza, ma quelli sono altre faccende.


Capita sempre più spesso negli ultimi tempi però che alcuni automobilisti sentendomi arrivare alle loro spalle, e garantisco che mi sentono, si spostino, si facciano un po’ da parte, quasi fossimo nei bei tempi passati con gran movimento di cappello mi suggeriscano “vi lascio la strada messere”.

La prima volta mi è sembrata una anomalia, un paradosso, un buco nel sistema di questa realistica Matrix, ma con il passare del tempo l’evento si è ripetuto diverse volte. Certo il pensiero più semplice è che in quella scatoletta ci fosse in realtà un motociclista alle prese con la vita quotidiana, ma invece quello più bello è che in fondo tanti automobilisti ci vedano oggi come più rari cavalieri delle strade, e meno prepotenti da gang motociclistica.

Ecco che allora quel sussurro nel casco “fammi passare” diventa più raro, e dopo il sorpasso si mette fuori il piedino per ringraziare. Che sia un motociclista o un automobilista intuirà comunque la nostra gratitudine.

E voi? Fate a spallate o mettete fuori il piedino?

Chiudendo sono costretto a ricordarvi di non farvi prendere dalla smania o dalla foga da abbondanza di cavalleria, quello che siete certi di sapere fare voi sorpassando una macchina, non è quello che può avere in testa quello che la macchina la guida. Fate sempre le cose in massima sicurezza. Meglio poter salire in sella per il prossimo giro invece dell'ultima bravata. Amen!

Wolf

Avatar di Wolf