fbpx
Pecco Bagnaia ad Aragon
Categoria: Sport

La gara MotoGP di Aragon ha offerto un crescendo di suspense e adrenalina che giro dopo giro ha infiammato i cuori dei ducatisti e dei tifosi italiani, una gara con un unico punto focale, il confronto tra Marquez e Pecco Bagnaia.


Se la gara fosse finita senza gli ultimi tre giri e con la vittoria di Marc Marquez, staremmo dicendo tutti che lo spagnolo ha semplicemente giocato al gatto con il topo tutta la gara, giro dopo giro la gara si è dipanata sull’elastico tra i due piloti ed è sembrato che Marquez rimanesse agganciato alla ruota di Bagnaia con una certa “naturalezza”. Se fosse finita in quel modo ci saremmo anche lamentati del poco supporto che Bagnaia ha avuto dal resto degli inseguitori, troppo distanti da Marquez, una distanza che è sembrata per molti giri “arrendevole”, e che ha dato a Marquez la tranquillità di occuparsi solo di Pecco.

MArquez vs Bagnaia Aragon

PECCO BAGNAIA E LA PRIMA VITTORIA: prova d'appello dopo Siverstone

Ma questa gara ha avuto un finale davvero diverso, ha avuto tre giri magnifici in cui Pecco Bagnaia non si è inchinato a sua maestà Marc Marquez, ma ha combattuto fino all’ultima curva, fino all’ultima infilata per guadagnarsi la prima vittoria in MotoGP. Soprattutto questi tre giri ci hanno raccontato sorpasso dopo sorpasso di un Marquez davvero impegnato, davvero al limite per cercare di sfiancare il nostro Pecco Bagnaia.

Dietro di loro poco, se non la speranza di vedere ancora l’Aprilia di Aleix Espargarò nuovamente a podio, ma questa volta la buona prestazione dello spagnolo non è bastata per arginare un Joan Mir alla riscossa. Il campione del mondo nonostante un week end poco a fuoco è riuscito a trovare la soluzione in gara. Peccato la sua rimonta non sia stata sufficiente per stare con i primi due, restano però i punti incamerati, utili quando Fabio Quartararo inciampa in una gara difficile.

Non capita poi di rado che il francese lanciato verso il titolo della MotoGP non brilli in gara, ma se il week end di Aragon era partito in modo complicato, la prima fila ha fatto credere che qualcosa potesse cambiare. La gara invece ha raccontato di una Yamaha in forte difficoltà, con Quartararo impegnato a non perdere troppe posizioni e troppi punti. A quanto pare non è ancora il momento di rilassarsi.

Bagnia vs Marquez Aragon

LA GARA: tre giri in apnea

Gara che parte subito all’insegna di Pecco Bagnaia, Jack Miller prova a passare ma ha un inciampo e ne approfitta Marc Marquez. Lo spagnolo si mette alle spalle di Pecco e inizia un lungo inseguimento ad elastico, dove in diverse occasione è sembrato che Marquez potesse prendersi la prima posizione. Intanto dietro al duo Miller dopo aver resistito qualche giro, va lungo e spalanca la porta a Mir e a Espargarò. Quartararo cerca di resistere all’arrembaggio dei piloti che inseguono ma posizione dopo posizione arriva fino all’ottava piazza.
In testa intanto si arriva a tre giri dalla fine, Marquez rompe gli indugi e prova a passare, ma finisce lungo e Bagnaia si reinfila. Sono cinque i sorpassi come questo negli ultimi tre giri, sempre ricuciti da Bagnaia con una sicurezza esemplare. Poi all’ultimo giro Marquez fa un lungo di troppo, Bagnaia capitalizza metri importanti e chiude con la prima vittoria in MotoGP.

Joan Mir vs Aleix Espargaro Aragon

MARC MARQUEZ VERO O A MEZZO SERVIZIO?

Gara di redenzione quella di Bagnaia, già pronto a vincere a Silverstone ma tradito dalle gomme, questa volta non ha avuto inciampi o incertezze. Ha messo in mostra tutta la muscolatura sua e del motore Ducati. Ovvio, qualcuno dirà che non era il vero Marc Marquez, non nella forma giusta, ma a molti è apparso come un’ottima imitazione. Troppe poche le gare per puntare al titolo MotoGP, Pecco Bagnaia diventa l’inseguitore principale di Quartararo ma il francese fatica quest’anno a fare grossi errori.

Debutto non proprio brillante di Maverick Vinales sull’Aprilia, dovremo attendere le prossime gare e l’adattamento alla moto di Noale, ma le premesse ci sono vedendo le prestazioni di Espargarò.

Prossimo appuntamento settimana prossima con il primo dei due GP sul circuito di Misano, quello di San Marino, mentre le Superbike saranno a Barcellona per un round bollente dopo i fatti tra Jonathan Rea e Toprak Ragzatlioglu.

Classifica MotoGP Aragon 

 

 
Back To Top