fbpx
FD Motors F5-E
Categoria: Le nostre prove

Perché scegliere uno scooter elettrico? Rispondiamo con la prova dell’F5-E di FD Motors.


La moto è passione, piacere di guidare, emozione, ma anche un mezzo di trasporto, capace di diventare il nostro compagno di viaggio quotidiano.
Sono un motociclista nato con il profumo del motore due tempi e della benzina, mi piace il suono del motore nelle sue declinazioni che il numero dei cilindri il tipo di scarico sa esprimere.

FD Motors F5-E

Mi piace guidare la moto e guardo agli scooter con aria di modesto interesse riconoscendone però l’ottima funzione di veicoli da trasporto e di commuter. Ecco perché spesso la curiosità mi porta a provare anche questa tipologia di due ruote che indubbiamente hanno un interesse e una funzione nel nostro mondo, spesso affiancandosi a una moto “vera” nel box di qualcuno.
Insomma non sono integralista e mi piace guidare di tutto, dal Ciao degli anni ’70 fino all’ultima ipersportiva passando attraverso le varie sfumature di motociclismo, anche, perché no elettrico.
Una lunga premessa che vuole introdurre la prova di un interessante scooter elettrico che FD Motors ha messo sul mercato che fa della praticità e dell’economia la sua forza.

F5-E I2V

Com’è questo F5-E
Uno scooter a ruote alte dalla linea classica, quella che non fa gridare al miracolo o che fa girare la testa per innovazione stilistica, ma davvero gradevole e con uno sviluppo estetico e dettagli che lo rendono caratteristico a partire dal faro anteriore di forma rettangolare e le frecce anteriori, rotonde, integrate nella linea bassa dello scudo.
Una grande e accogliente sella, con cuciture in contrasto di colore che va a chiudersi su un corto codino che ingloba il faro posteriore a LED, stessa tecnologia per tutto l’impianto di illuminazione, sormontato da un robusto portapacchi che sembra pronto per accogliere l’eventuale bauletto che può aumentare lo spazio di carico sommandosi al sottosella che comunque può contenere un casco Jet.

F5-E FD Motors

Scudo appuntito che prosegue la linea del parafango anteriore con una serie di griglie che celano il clacsone che comunque hanno una decisa funzione anche estetica.
Pedana piatta e sufficientemente ampia dietro a un frontale che seppur non di dimensioni esagerate permette una discreta protezione agli agenti atmosferici.
Finiture di buon livello con dettagli, ad esempio i comandi al manubrio, che lo possono assimilare a mezzi di livello superiore.
Com’è fatto
La spina dorsale dell’F5-E è un robusto telaio in tubi di acciaio su cui lavora una classica forcella telescopica e un forcellone a doppio braccio con una coppia di ammortizzatori idraulici.
Buono il reparto ruote con cerchi in lega da 16” all’anteriore e 14” al posteriore ben gommate rispetto alle prestazioni (90/80 – 16 e 120/80 – 14)

CBS F5-E

Frenata servita da un disco per ruota dello stesso diametro di 220 mm con comando idraulico e sistema CBS, ovvero con la leva destra si comanda solo il freno anteriore mentre con la sinistra si interviene su entrambe le pinze.
Classici e pratici i comandi al manubrio a cui si aggiunge un pulsante con doppia funzione: Hazard e attivazione della retromarcia.
Cruscotto di tipo misto: analogico/digitale con un tachimetro rotondo e un quadro a lcd per le altre funzioni tra cui la carica delle batterie.
Il motore elettrico brushless (Senza spazzole) a corrente continua è posizionato centrale al mozzo posteriore a cui trasmette il moto mediante ingranaggi elicoidali.
Questo è alimentato da un doppio pacco batteria a ioni di litio da 42Ah / 3 kWh) che può spingere il FD Motors F5-E a 75 km/h con una percorrenza dichiarata di 70 km. Per una maggiore percorrenza e velocità è nel caso disponibile una batteria singola.

Cruscotto F5-E

Presente anche una comoda presa USB sullo scudo, dove troviamo anche la chiave di accensione che permette anche l’apertura della sella e di attivare il bloccasterzo.
Nonostante il doppio pacco batterie lo Scooter ha un peso di 129 kg in ordine di marcia.
Disponibile oltre che i grigio anche nei colori bianco e rosso.

Come va il F5-E
Comodo e accogliente, anche per chi supera il metro e ottanta di altezza come lo scrivente, nonostante le dimensioni non esagerate.
Basta girare la chiave, premere il pulsante d’avviamento per attivare il motore elettrico e dare “gas”. La spinta iniziale è progressiva e si fa sempre più incisiva con la rotazione della manopola destra.

I2V F5-E

Fin dai primi metri la sensazione di maneggevolezza è notevole e il peso non si percepisce minimamente. Quando si rilascia l’acceleratore la decelerazione è progressiva e mai brusca. Buona la stabilità e le sospensioni digeriscono abbastanza bene le malformazioni dell’asfalto andando solo un po’ in crisi quando si susseguono rapidamente o sono profonde, ma mai nulla di preoccupante, probabilmente a livello della tipologia a cui appartiene, ben diversa dalle moto che normalmente guido.
Il manubrio dalla giusta larghezza permette di gestire la guida in sicurezza e i comandi sono davvero pratici e intuitivi.
La discesa in piega è lineare e sicura e le gomme di primo equipaggiamento, seppur non di una delle principali marche disponibili sul mercato, danno una ottima sensazione di stabilità.
Sicura la frenata con un disco anteriore che ben si comporta, ma è abbinandolo alla frenata combinata CBS che si ottengono i minori spazi d’arresto in tutta sicurezza.

FD Motors

La percorrenza dichiarata in circa 70  km si riduce drasticamente se si mantiene una velocità prossima alla massima raggiungibile, diciamo che si guida davvero bene e si tengono tranquillamente e in sicurezza velocità tra i 60 e gli 75  km/h, velocità che si raggiungono peraltro in un attimo grazie alla spinta del motore elettrico.
La presenza della retromarcia onestamente non ci è stata utile visto il peso ridotto e la maneggevolezza del mezzo, ma si sa mai che in qualche situazione possa diventare utile, nel caso c’è ed è di facile utilizzo.
In un uso prettamente extraurbano e in velocità la percorrenza si riduce attorno ai 50/60 km, che aumentano sicuramente nel traffico cittadino dove si apprezza appieno la silenziosità, la prontezza e l’agilità di questo scooter.

Scooter FD Motors

Peccato che questa versione con il doppio pacco batterie non sia dotato di rigenerazione di energia in rilascio che potrebbe aumentare la percorrenza a disposizione, rigenerazione però disponibile sulle versioni con singola batteria.
Pratico e comodo anche l’utilizzo dei cavalletti; il laterale azionabile anche in sella, e il centrale che richiede un moderato sforzo per issare lo scooter.
Semplicissimo ricaricare le batterie, posizionate nel sottosella, basta collegare il caricabatterie in dotazione (Dotato di display con le informazioni di stato batteria e ricarica della batteria) alla presa di corrente e in tre ore si ha l’80% della carica, mentre per il 100% ne sono necessarie circa 5.

Carica F5-E

Le batterie possono essere nel caso estratte e portate in casa per la carica nel caso non fosse disponibile il box con energia elettrica, ma l’operazione, seppur semplice non è comunque delle più comode e veloci. Come tutte le batterie, come del resto anche quelle dei normali telefoni/smarphone, anche queste diventano meno performanti, sia in carica sia in scarica, con il freddo.
Nel sottosella nonostante la presenza del pacco batterie rimane comunque lo spazio per accogliere un casco jet o altri piccoli oggetti o, banalmente il caricabatterie per poter fare "un po’ di energia", magari sul posto di lavoro.

Perché scegliere l’FD Motors F5-E
Se l’utilizzo che facciamo della moto/scooter è di commuting casa lavoro nell’hinterland cittadino è di utilizzo Urban sicuramente lo scooter è decisamente la scelta più pratica, se poi la percorrenza giornaliera è nel range di 50/60 km di media e si vuole puntare al risparmio la scelta dell’elettrico diventa molto interessante visto che per la suddetta percorrenza, calcolando che mediamente il costo a KWH è di circa 0,24 € per caricare completamente le due batterie (42 Ah / 3 KWh), si arriva a spendere circa  0,70 €

Scooter F5-E

La propulsione elettrica poi è sicuramente una svolta ecologica in termini di emissioni e soprattutto, andando sul pratico, non soggetta ai blocchi dovuti allo smog e/o al superamento del fatidico PM10.
Questo FD Motors F5-E quindi potrebbe essere una scelta tra questi grazie anche al prezzo concorrenziale e l’ottimo rapporto qualità prezzo che parte da € 3690,00 (€ 2783,00 con incentivo 30%).
Avremmo gradito un piccolo vano dietro lo scudo per riporre piccoli oggetti o il cellulare in caso di ricarica con la presa USB, ma qui siamo alla pignoleria...

Chiavetta I2V

Simpatica l’idea di dare in dotazione una elegante chiavetta USB con le istruzioni di uso e manutenzione.

Tutte le caratteristiche tecniche sul sito FD Motors

Grazie a Italy2Volt S.R.L.  per lo scooter in prova

Foto di Roberto Serati

Abbiamo utilizzato: Giacca Clover Cambridge – Casco Caberg Flyon – Jeans PMJ Deux – Sneakers Stylmartin Audax

GALLERY



 

 

FD MOTORS
FDMOTORS è una società sussidiaria del gruppo Guangzhou Faspider Motor Co., Ltd, produttore di motocicli e scooter elettrici.
Con sede a Taizhou, nella provincia cinese di Zhejiang, FD MOTORS focalizza la propria produzione esclusivamente su mezzi a due ruote con batterie al litio.
Tutti i prodotti sono certificati CEE.

I2V
La mobilità sostenibile 0 emissioni dovrà sempre più essere un driver dell’evoluzione del settore automotive. In questo scenario e con la visione di poter incidere sulla transizione in atto in un settore strategico come quello delle due ruote, nasce nel 2018 I2V, startup lombarda che opera quale importatore e distributore esclusivo per l’Italia di scooter elettrici made in China dei brand Jonway, FD Motors ed Ecooter.
Obiettivo primario di I2V è realizzare un modello di sviluppo della mobilità elettrica a due ruote, capace di creare sinergie tra Italia e Cina, impegnandosi a incidere profondamente sulla transizione in atto in un settore strategico come quello dell’automotive.

Back To Top