Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Ago 2020

Clover Savana 3

La Savana è un po’ come Rambo, anche nella versione 3 non smette mai di dare filo da torcere ai nemici…ops competitor.

Battute a parte questa giacca polivalente di Clover è tra le più longeve nel catalogo della casa vicentina, tanto che questa è appunto la versione 3. Come si vede chiaramente è un giacca di taglio ¾, anche se non eccessivamente lunga.

Clover Savana 3

Il design della terza serie è decisamente innovativo rispetto alla “sorelle” che l’anno preceduta, più moderno ed in linea con il design della moto più recenti, con tratti dal disegno quasi spigoloso; si percepisce subito che è una giacca votata al turismo, tanto più che ne esiste una colorazione che si abbina chiaramente a delle famose crossover tedesche. Il fatto che sia “turistica” non preclude altri usi, anzi semmai l’esatto contrario vista la polivalenza di questa giacca che nasce come “4 stagioni” quindi utilizzabile in qualsiasi periodo dell’anno. Questo è possibile perché la giacca è una 3 strati che comprendono oltre alla giacca stessa, la membrana impermeabile “Aquazone” e l’imbottitura termica.

clover savana 3

Il peso di quest’ultima e lo spessore percepito al tatto fanno capire che l’uso invernale va (giustamente) coadiuvato con un intimo tecnico pensato per i mesi più freddi, ma la nostra esperienza insegna che il vestirsi a strati è una buona idea anche se l’imbottitura di qualsiasi giacca fosse spessa come un “piumino” d’oca. Reputiamo molto interessante, restando sul tema strati, la possibilità di non dover rigidamente rispettare l’ordine giacca-membrana-fodera termica. Posso infatti togliere la membrana impermeabile e fissare la fodera termica direttamente alla giacca. Vi assicuriamo che poche giacche a tre strati in commercio offrono questa possibilità. Per altro la “giacca impermeabile” possiamo poi riporla nell’ampio tascone posteriore per averla sempre con noi, si sa mai che qualche temporale improvviso ci sorprenda. Per completare la resistenza all’acqua anche la giacca vera e propria è trattata come idrorepellente, così da evitare che dopo 5 minuti sotto il diluvio la giacca si inzuppi; perché se è pur vero che noi dentro restiamo asciutti, avere  addosso una giacca che pesa un kg in più per l’acqua assorbita non è mai piacevole.  

clover Savana 3

Due delle 4 tasche esterne sono impermeabili, per salvare devices e portafoglio. Pur essendo un prodotto di fascia media, alcuni particolari e finiture sono tipiche di giacche ben più costose anche all’ interno della stesso catalogo di Clover, tanto che possiamo sicuramente dire che se di fascia media vogliamo parlare, la Savana 3 si pone nei “piani alti” di quest’ultima.  Decisamente ampia la superficie dedicata ai pannelli di aerazione che sono collocati sul petto e  sull’ avambraccio, cui si somma l’espulsione posteriore.

clover savana 3 

La cura dei dettagli si vede anche nelle piccole cose, come la fibbia elastico concepita per tenere in posizione il pannello di aerazione sul petto una volta aperto, sia che noi si decida di aprirlo solo in parte, piuttosto che per intero. Altra finezza è l’inserto in neoprene sul colletto, in corrispondenza del “pomo di Adamo”. Saremo sinceri…all’ inizio mica avevamo capito a cosa servisse, abbiamo dovuto chiedere lumi ai ragazzi di Clover…che con un sorriso hanno spiegato chiaramente la loro idea; oggi in moto si parla molto, interfoni, auricolari telefono bluetooth ecc. E quando si parla, quella zona del collo si muove molto. L’inserto in neoprene consente così di non premere troppo mentre parliamo mantenendo il colletto alla giusta regolazione per evitare spifferi o “sbandieramenti vari”. Colletto per altro regolabile con bottone (no velcro….adoro) che scorre in una ghiera e clip di cortesia se lo si vuole bloccare aperto.

clover savana 3

Si ma a livello sicurezza?? Eh abbiamo lasciato un po di suspance. La giacca è il top che possiate chiedere a livello di certificazioni di sicurezza poiché è classificata AA e le protezioni sono di livello 2; tra l’altro quelle su spalle e gomiti sono veramente particolari, non sono “piene” ma piuttosto ricordano la tela di un ragno. Il paraschiena va acquistato a parte, ma trova collocazione in un tasca sulla scheina studiata appositamente per il paraschiena lungo del catalogo Clover, ovvero il Back Protector, sia la versione 5 che 6. Tanta sicurezza la si ottiene anche con l’uso di tessuti speciali denominati “Duratek”, ulteriormente rinforzati nei punti classici di impatto con inserti denominati “ripstop”. La sicurezza attiva è implementata con inserti rifrangenti sia anteriori che posteriori, oltre ad alcune colorazioni che comprendono particolari fluo.

clover savana 3

Ultima nota alla vestibilità. Si vede chiaramente il taglio slim della giacca, ma indossata non stringe mai in nessun punto. Questo perché si può agire su molte fibbie di regolazione, sui fianchi, sul bicipite e sull’avambraccio, oltre che come già detto sul colletto, rivestito per altro al suo interno con tessuto davvero confortevole.

clover savana 3

Per la scelta della taglia, consigliandone sempre la prova ovviamente, vi do qualche riferimento. Chi scrive questo articolo è alto 172 cm e pesa circa 68/70 kg e la taglia scelta è la “L”.

Dato che la giacca è disponibile dalla taglia S alla 4XL la taglia giusta la trovate sicuro. Vale anche per le “girls” visto che la Savana è disponibile in versione Lady, per altro con un taglio, che da uomo dico, molto bello.

Bon noi l’abbiamo raccontata e la stiamo usando…adesso tocca a voi andare a toccarla con mano…

Altre info su www.clover.it 

Link al nostro primo video sulla Savana 3 qui 

 

Foto del servizio di Roberto Serati

Fagna

 

GALLERY

 

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Test Giacca Clover Hyperblade 

Test Giacca Ls2 Alba

Interfono Cardo Packtalk Bold