Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Lug 2020

Alpinestars Jethro Drystar

Il marchio della stella alpina porta sul mercato la sua idea di sneakers, con un tocco di eleganza regalato della classica pelle nera, un colore mai sbagliato se accostato alle moto.


Coronavirus da mettere al bando, non vi è dubbio che la missione può essere solo una, debellare il virus e se vogliamo, intelligenza permettendo, piantarla di essere noi virus per questo pianeta. Una piccola divagazione filosofica, ma intanto la voglia di due ruote sta raggiungendo i massimi livelli, siamo tutti ai semafori ad attendere che si spengano, e insieme a quella voglia torna anche quella di vestirsi bene, ti essere a tono con il motociclista giusto. Da non sottovalutare il fatto che le due ruote possono fare la parte del leone nei viaggi a distanziamento sociale, sia per una gita fuoriporta, che per andare al lavoro.

Test Alpinestars Jethro azione

Indubbio che è necessario trovare una soluzione per ogni situazione, ridotto il numero di scarpe che di questi tempi va lasciato fuori dalla porta, ecco allora abbiamo bisogno di un paio di scarpe multiporpouse, o “ogni tempo” tanto per citare il nostro cacciabombardiere Tornado. In questo ci viene aiuto Alpinestars con le sue sneakers Jethro Drystar. A differenza dei ricercati accostamenti cromatici tra pelli e bordini colorati, il marchio della stella alpina ha puntato più su un classico che cerca di accostarsi a tutte le situazioni, dall’uscita serale o per il tempo libero, all’ufficio abbinato a diversi tipi di abbigliamento, anche elegante, fino ad arrivare alla cosa più scontata… l’uscita in moto. L’importante è essere sempre a tono, e il classico nero, reso sportivo dalla bordatura della suola bianco, è certamente sempre azzeccato.

Quello che però a noi importa è cosa può fare per noi questa scarpa in moto, c’è sempre il sospetto che questa moda delle sneakers da moto voglia essere un paliativo dal punto di vista della sicurezza, di certo non si può pretendere che sia come lo stivale rinforzato, ma i contenuti tecnologici ci sono, al di là dell’aspetto retrò. Tante davvero le attenzioni in questa scarpa, con un cuscinetto in pelle nella zona della leva del cambio per proteggere da abrasioni e urti, una protezione laterale in TPU a doppia densità per proteggere dagli urti la caviglia, l'innovativo supporto ad anello sulla parte laterale lo mantiene saldamente fissato ed è bloccato sulla superficie superiore della scarpa con una chiusura a scatto per un rilascio rapido.

Il grip della scarpa, e l’abbiamo sperimentato per strada, nei molti stop ormai cosparsi di brecciolino e altri elementi, è garantito dall’esclusiva suola in mescola di gomma vulcanizzata Alpinestars, la comodità della calzata da questa sneakers da moto è assicurata dall’imbottitura rinforzata in poli-schiuma su collo, linguetta e imbottitura interna. A tutto questo aggiungiamo la completa impermeabilità grazie al DRYSTAR®, che la rende quindi una vera scarpa da viaggio. Se poi qualcuno dovesse avere ancora qualche dubbio sulla sicurezza, possiamo fare riferimento alla certificazione Cat 2 CE secondo la Direttiva UE 89/686 / ECC di cui la Alpinestars Jethro Drystar è dotata.

test Alpinestars Jethro statica

Sulle esperienze di viaggio ben poco da dire, abbiamo utilizzato la Jethro per varie giornate, indossandola da mattina a sera, per lavoro o per una giornata fuori porta e questa scarpa ha fatto quello che di meglio può fare qualsiasi scarpa per qualsiasi utilizzo, anche quella da moto, farsi dimenticare. Camminare, stare in ufficio, salire in moto e mettere punta sul cambio o suola a terra nelle fermate, sempre con la massima confidenza e sempre con la comodità che una scarpa deve regalare. Ci sono sicuramente pensieri contrastanti sull’utilizzo di questo tipo di dispositivi di sicurezza, perché di questo parliamo e non di un semplice accessorio di moda. Il prezzo stesso della Jethro Drystar, di listino intorno ai 200€, fa capire che non si tratta di una semplice sneakers, come è normale nel settore motociclistico si bada più alla sostanza che alla semplice estetica, tradotto si pagano i contenuti, e questa scarpa tutto fare è pronta a fare il suo lavoro.

Parliamo della sua eleganza? Beh se vi capita di indossarle con un pantalone per un apertivo con un pantalone casual o con un pantalone sportivo, non potrete sbagliare, anche la scelta di abbinarla ad una stringa nera invece che bianca per non renderla troppo sportiva, darà modo a tanti di valutarla come compagna per il prossimo periodo di fase 2 anticovid, dove la moto farà la parte del leone, grazie al suo modello di mobilità vincente. Quindi è ora di fare shopping? Allora pronti a usare la carta di credito e… non limitatevi a riempire un carrello online, gli store REALI in giro sono tanti e con le giuste precauzioni, con il giusto atteggiamento di ognuno di voi, ce la faremo e ripartiremo.

Wolf

Avatar di Wolf

Foto di Carlo Flaminio

GALLERY

 

CONTINUA A LEGGERE:

Stivali da Moto Stylmartin Syncro - test aMotoMio

Giacca da Moto Clover Savana 3 - Primo Contatto aMotoMio

Completo da turismo CLOVER LAMINATOR WP – Test aMotoMio

Test scarpe da moto Ixon Bull WP: tecnologiche e un po' sfacciate