Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Drift Evo
Casco Integrale Caberg Drift EVO Carbon – Test aMotoMio
1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Per noi il casco integrale Drift di Caberg non è una novità, ci avevamo fatto anche una bella esperienza di viaggio.
Anche la sua logica evoluzione, il Drift EVO di questa prova, in realtà non è una novità assoluta per le nostre teste avendo avuto la possibilità di una piccola anticipazione, in fase di sviluppo, per dire la nostra modesta opinione.


Caberg
Ora però è realtà e una realtà che proietta il casco in fibre tricomposite anche nel racing puro, essendo stato scelto da alcuni piloti che militano nei campionati velocità più prestigiosi.
Il Drift EVO si affianca nel catalogo al fratello Drift con interessanti novità.
La più rilevante riguarda la calotta, prodotta in due misure (piccola per le taglie dalla XS alla M e grande per le taglie dalla L alla XXL) che, abbinata agli interni completamente ridisegnati, offre un perfetto equilibrio tra comfort e ingombro.
Il nuovo spoiler posteriore migliora l’aerodinamica del casco alle velocità più alte, riduce le turbolenze e la rumorosità e conferisce un design aggressivo.
Modificati anche gli interni che adottano un nuovo guanciale, che conferisce una calzata ancora più avvolgente e precisa e possono essere sostituiti con quelli della taglia superiore o inferiore così da consentire una personalizzazione perfetta.

Caberg Caberg
Caberg Caberg


Molto ben bilanciato in testa che fa percepire un peso inferiore a quello dichiarato e la ridotta e ben conformata impronta frontale non affatica il collo nemmeno ad alte velocità.
Come da tradizione sportiva la chiusura del cinturino è affidata al classico doppio anello, magari meno immediato e veloce, ma sicuramente il più preciso a livello di regolazione e, a detta di tutti, anche il più sicuro.
Come sempre, da tradizione Caberg, il confort è notevole, grazie a interni traspiranti e ipoallergenici, ovviamente estraibili completamente e lavabili.
Una caratteristica che lo fa gradito anche ai turisti più incalliti, gli stessi turisti che apprezzeranno la presenza del visierino parasole DVT (Double Visor Tech),  facilmente manovrabile anche con i guanti attraverso una leva laterale, che permette di guidare sempre nelle migliori condizioni di luce.

Caberg

Ottima anche la ventilazione garantita da due prese d’aria; la prima, posizionata sulla mentoniera, convoglia l’aria sulla superfice interna della visiera evitando la formazione di condensa. Quella superiore, attraverso un avanzato sistema di canalizzazioni nella calotta in polistirolo, garantisce un’ottima ventilazione, grazie anche all’estrattore posteriore che permette il deflusso dell’aria calda e viziata.
Di ottima qualità ottica la visiera principale, ovviamente con trattamento antigraffio con lente Pinlock Max Vision per evitare l’appannamento, dotata di un meccanismo visiera a sgancio rapido che regola automaticamente la posizione della visiera per una perfetta aderenza con la bordatura della guarnizione.
Innovativo anche il doppio movimento a molle del meccanismo visiera che evita la regolazione manuale dello stesso per evitare infiltrazioni di acqua o di aria tra visiera e bordatura.

Caberg Caberg


Inoltre sul lato sinistro del meccanismo visiera è posizionata una leva che permette di bloccarla ad una distanza dalla bordatura di circa 0.5cm per evitare o eliminare la condensa che viene assorbita in modo efficace dal vento durante la circolazione, permette inoltre di avere un flusso d’aria sul viso direzionato in modo da non dare fastidio nemmeno alle velocità più alte.
La leva di blocco esclude la possibilità che la visiera si apra durante la marcia o durante una caduta.
Confortevole e ben profilato permette di indossarlo senza fatica anche per un tempo prolungato permettendo quindi la massima concentrazione alla guida.
Un ottimo casco sportivo che strizza l’occhio al turismo, magari quello più di indole sportiva, perfetto anche con le moderne naked dove l’assenza di protezione viene compensata dalla suddetta ben studiata aerodinamicità.

Caberg

Proposto a una quota inferiore ai € 300,00, non male per un casco in Fibre tricomposite (carbonio, Kevlar e Fibra di vetro), mentre sale di circa € 150,00 per la versione in carbonio, come quello in questa prova.
Certo curiosando sul web o cercando occasioni nei negozi specializzati qualche affare si può trovare.
A noi era piaciuto il Drift e questo Drift EVO non ha fatto che confermare la nostra ottima opinione.

Tutte le informazioni tecniche e la gamma sul sito CABERG

Grazie a Carlo Flaminio per le foto

GALLERY



Flap
Profilo