fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Nov 2020
  • Aprilia Tuono RR, per gli americani la più cool

    E' la rivista americana Cycle World Magazine a decretarlo, una delle rivista più diffuse tra i motociclisti degli States, la moto da desiderare è italiana e per il secondo anno consecutivo pè l'Aprilia Tuono, premiandola come “Best Standard Bike” per il 2018.

    Aprilia Tuono V4 1100 RR è stata riconosciuta quale moto “totale”, in grado di unire con estrema versatilità prestazioni inarrivabili per la concorrenza mondiale e contenuti tecnologici di altissimo livello a un elevato livello di comfort per pilota e passeggero e di godibilità sulle strade di tutti i giorni.

    È un riconoscimento che arriva da uno dei mercati più evoluti al mondo, che premia l’industria italiana e conferma la Tuono V4 1100 RR come un’eccezionale macchina da divertimento e come una delle motociclette più emozionanti disponibili sul mercato e per questo più apprezzate dal pubblico statunitense.

    Secondo Cycle World i principali ingredienti che consentono alla Aprilia Tuono V4 1100 RR di svettare rispetto alla concorrenza sono stati il motore V4 Aprilia di 65°, la ciclistica di altissimo livello, i controlli elettronici e un impianto frenante al top. Una compagna veloce, affidabile, e confortevole, in grado di spiccare sulle altre motociclette per il suo essere “cool” e per la sua capacità di generare emozioni.

  • Da Exan due nuovi scarichi per KTM 790 Duke

    La KTM 790 DUKE è una miscela di divertimento e incredibili doti velocistiche, è precisa e ha una grande agilità ed è arrivata a ridefinire la categoria grazie alle prestazioni del suo motore e al design estremamente aggressivo.

  • Da Suzuki la nuova Katana Jintachi: dettaglio magnifico

    Il nome della nuova Suzuki Katana in versione Jindachi è ancora una volta ispirato all’affascinante mondo delle tradizionali armi bianche giapponesi, Jindachi identifica infatti una particolare categoria di spade a lama lunga, caratterizzate da ornamenti magnifici e finiture di pregio assoluto. La stessa attenzione ai dettagli si ritrova in questo allestimento, che riunisce il meglio di quanto presente nel catalogo degli accessori originali Suzuki. La Katana Jindachi è dunque una proposta imperdibile per chi cerca una moto capace di distinguersi con un look ricercato, prestazioni entusiasmanti e un sound coinvolgente.

    Solo il meglio

    La dotazione della Katana Jindachi si arricchisce di accessori che migliorano il comfort nell’uso quotidiano, impreziosiscono la linea ed esaltano le prestazioni così come il sound di scarico. Il pacchetto creato da Suzuki comprende infatti:

    • scarico in titanio appositamente realizzato per la Katana dallo specialista Akrapovic, che dà un tocco più sportivo alla linea, consente un sensibile risparmio di peso e regala un sound più pieno al motore;
    • cupolino maggiorato che protegge meglio il busto del pilota in velocità e dà continuità alle linee del frontale;
    • sella bicolore nera e rossa di pregevole fattura, impreziosita dal logo Katana stampato;
    • adesivi per la carrozzeria, che sottolinea la sagoma filante delle sovrastrutture;
    • adesivi per le ruote, che riprende il rosso degli altri particolari;
    • adesivi protettivi carbon look che accentua la grinta della Katana;
    • protezione per il serbatoio, sempre carbon look, che limita il rischio di graffi.

    Il valore dell’intero kit supera i 1.500 Euro ma Suzuki riesce a stupire ancora una volta e inserisce la Katana Jindachi in listino a 14.290 Euro, con un incremento di soli 600 Euro rispetto alla versione standard garantendo un vantaggio cliente di oltre 900 Euro.

    La Katana Jindachi può essere ordinata in entrambe le colorazioni a catalogo, l’evocativa Silver e la seducente Black.

  • Exan veste la Suzuki GSX-S750 con gli scarichi EXAN -11

    Da sempre la 750 è una cilindrata amatissima da tutti gli appassionati della casa di Hamamatsu. La GSX-S750 non fa eccezione grazie alle sue linee moderne, alla ciclistica facile e intuitiva, ai tanti cavalli e a tutta la tecnologia disponibile per addomesticarli. Un design aggressivo, sempre pronto a sfidare la prossima curva. Bellissime e originali le linee del serbatoio, il design degli specchietti, così come la parte posteriore che grazie alle 4 nuove proposte EXAN (tutte omologate EURO 4) diventa ancora più avvenente, filante e soprattutto leggera, capace di assecondare al meglio il pilota nei cambi di direzione.

    Le proposte

    CARBON CAP: lo scarico CARBON CAP ovale si caratterizza per le linee del fondello in carbonio. Disponibile in quattro diversi materiali (Carbonio, Titanio, Acciaio e Acciaio Inox Nero) è estremamente leggero e regala una perfetta erogazione a tutti i regimi di rotazione del motore. Raccordo ai collettori di serie, silenziatore slip-on, adesivi termoresistenti da applicare sullo scarico e foglio omologazione ECE specifica. Lo scarico Carbon Cap by   EXAN è in vendita al prezzo di euro 346,50 (iva compresa)

    X-BLACK OVALE: l’X-BLACK OVALE è un silenziatore con un bellissimo finale in carbonio di forma “romboidale”. Ha linee aggressive e il finale realizzato in carbonio ne esaspera ulteriormente le caratteristiche conferendogli un carattere decisamente racing. X-Black Ovale è disponibile in 4 diversi materiali: Acciaio Inox Satinato Chiaro, Acciaio Inox Nero, Titanio e Carbonio. Raccordo ai collettori di serie, silenziatore slip-on, adesivi termoresistenti da applicare sullo scarico e foglio omologazione ECE specifica. Lo scarico X-Black Ovale by EXAN è in vendita al prezzo di euro 355,50 (iva compresa).

    X-BLACK EVO - Disponibile in due diverse proposte, inox e inox nero, è caratterizzato dal bellissimo finale in carbonio e da un corpo di forma vagamente conica che scaturisce dalla forza di un fluido spinto alle più alte pressioni. X-Black Evo nasce come evoluzione dell’X-Black conico. Si caratterizza per rigidità, leggerezza e linee, insieme, morbide e aggressive ed è capace di garantire una straordinaria erogazione a tutti i regimi del motore. Raccordo ai collettori di serie, silenziatore slip-on adesivi termoresistenti da applicare sullo scarico e foglio omologazione ECE specifica. Per entrambe le versioni, il prezzo di vendita al pubblico dell’X-BLACK EVO by EXAN è di euro 364,50 (iva compresa).

    X-GP - con la sua forma cilindrica vagamente retrò, X-GP è il più racing fra le quattro proposte Exan. Sincero e leggerissimo, è capace di aumentare l’agilità della Suzuki soprattutto nei cambi di direzione esaltando le prestazioni del motore soprattutto ai medi e agli alti regimi. Disponibile in carbonio, titanio, inox e inox nero, è immediatamente riconoscibile per il suo bocchettone d’uscita in acciaio inox con saldature a vista. Perfetto per chi cerca un look ancora più aggressivo. Raccordo ai collettori di serie, silenziatore slip-on adesivi termoresistenti da applicare sullo scarico e foglio omologazione ECE specifica. Il prezzo al pubblico dello scarico X-GP by EXAN è di euro 346,50 (iva compresa).

    I prodotti per la SUZUKI GSX S 750 (2017-18) sono disponibili sullo shop Exan al link shop.exanexhaust.com/product-category/suzuki/gsx-s-750-2017-18/ e presso tutti i concessionari Exan.

  • Husqvarna Svartpilen 701: la FrecciaNera nei concessionari

    Arriva finalmente nei concessionari la SVARTPILEN 701, Husqvarna Motorcycles compie un altro passo verso la realizzazione della sua visione del motociclismo stradale. Questo nuovo modello, presentato per la prima volta all’EICMA 2018 di Milano, è ora disponibile presso la rete globale di concessionari Husqvarna Motorcycles.

    Esploratrice stradale ispirata dal flat track, la SVARTPILEN 701 è l’ultimo arrivo nella pionieristica gamma di modelli VITPILEN e SVARTPILEN. La SVARTPILEN 701 – “Freccia nera” in svedese – è stata progettata per conquistare gli appassionati di moto più attenti allo stile, offrendo al contempo grandi prestazioni  in tutte le condizioni. Caratterizzata da un design filante e ispirato al flat track, la SVARTPILEN 701 è costruita attorno a un potente motore monocilindrico che eroga grandi livelli di potenza (75 CV) e coppia (72,0 Nm). Oltre alle prestazioni delle sospensioni WP completamente regolabili, la SVARTPILEN 701 garantisce una grande potenza frenante grazie alla combinazione tra i freni Brembo e la più recente tecnologia ABS di Bosch.

    LA SVARTIPILEN 701 IN BREVE
    =>Design semplice ma d’avanguardia
    =>Il più evoluto motore monocilindrico del mercato (75 CV, 72 Nm, 692,7 cc)
    =>Componentistica di elevata qualità e alta tecnologia adottate di serie
    =>Quickshift up/down
    =>Acceleratore Ride-by-wire
    =>ABS Bosch allo stato dell’arte e freni Brembo
    =>Sospensioni WP completamente regolabili
    =>Frizione anti-saltellamento
    =>Fari LED premium

    Chi guida una SVARTPILEN 701 ha la possibilità di personalizzare la propria motocicletta con una gamma dedicata di accessori originali dedicati. Husqvarna Motorcycles offre anche un completo assortimento di capi tecnici e di accessori, disegnati per adeguarsi allo stile e alle esigenze dei motociclisti di oggi.

  • I modelli street di Husqvarna a prezzi imbattibili

    Originali nella concezione, inconfondibili nell’aspetto, eccitanti nelle prestazioni e oggi con un prezzo imbattibile! Le naked stradali di Husqvarna Motorcycles beneficiano di una incredibile promozione dedicata ai modelli 2019.

  • La Husqvarna Vitpilen 701 Aero vince il Best of Best Automotive Brand Contest

    Husqvarna Motorcycles annuncia il proprio successo nel concorso “Best of Best Automotive Brand Contest”, dove la VITPILEN 701 AERO concept ha vinto il primo premio nella categoria “Motorcycles” per l’edizione 2019.

  • Mercato delle due ruote ancora in crescita a Luglio

    Nel mese di luglio le immatricolazioni accelerano realizzando un totale di 29.497 veicoli (due ruote motorizzate con cilindrata superiore a 50cc), +11,7% rispetto al luglio 2018. La crescita è analoga sia per gli scooter che, con numeri più importanti, totalizzano 18.017 pezzi pari al +11,6%, sia per le moto che fanno registrare 11.480 unità vendute e un pari incremento del +11,9%.  In calo invece i 50cc, che con 2.707 registrazioni fanno segnare un –8,7%. Luglio pesa mediamente il 13% del totale venduto nell'anno.

    Da gennaio a luglio 2019 il mercato italiano delle due ruote motorizzate ha realizzato 168.353 immatricolazioni con un incremento pari al +7,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Gli scooter raggiungono quota 93.776 unità e segnano un +6,3%, le moto fanno ancora meglio con 74.577 pezzi, pari al +8,8%. L’unico segno meno si rileva per i ciclomotori (moto e scooter 50cc) i cui volumi pari a 12.277 registrazioni scendono di un -4% rispetto all’anno scorso.
    Il progressivo annuo a luglio 2019 evidenzia complessivamente 180.630 vendite di due ruote a motore (immatricolazioni + 50cc), con un incremento di volumi pari al +6,5% rispetto ai primi 7 mesi del 2018.

    Nel settore moto a situazione è articolata, ma in prevalenza positiva; le moto tra 800 e 1000cc si affermano come il segmento preferito con 21.383 unità, in ascesa del +13,4%. Seguono le oltre 1.000cc con 18.180 moto e un lieve arretramento pari al -1,4%; sempre significativa la crescita delle moto da 300-500cc che totalizzano 12.831 pezzi pari al +20,3%, mentre i modelli da 600-750cc realizzano 12.258 vendite con un incremento del +4,6%. Prosegue in modo soddisfacente lo sviluppo delle 125cc che con 8.224 moto registrano un incremento pari al +14,9%.

  • Novità: Husqvarna Svartpilen 701 Style

    Husqvarna Motorcycles annuncia l’arrivo presso tutti i suoi concessionari della Husqvarna SVARTPILEN 701 STYLE. Spinta dalla ferma determinazione a realizzare concept che allarghino i confini del design motociclistico, e a tradurli poi in versioni di serie, Husqvarna Motorcycles è impegnata anima e corpo nell’espansione della sua gamma stradale, con moto che continuano a mettere in discussione lo status quo del settore. L’ultima aggiunta alla gamma è la evoluzione della SVARTPILEN 701 significativamente battezzata SVARTPILEN 701 STYLE. Si tratta di uno sviluppo stilistico del modello di serie, che giustifica l’introduzione della parola STYLE.

    La SVARTPILEN 701 – “Freccia nera” in svedese – è stata progettata per gli amanti dello stile non convenzionale, offrendo al contempo grandi prestazioni in tutte le condizioni. Caratterizzata da un design ispirato al flat track, la SVARTPILEN 701 è costruita attorno a un potente motore monocilindrico che eroga 75 CV e coppia 72,0 Nm. Oltre alle prestazioni delle sospensioni WP completamente regolabili, la SVARTPILEN 701 garantisce la potenza frenante che arriva dalla combinazione tra i freni Brembo e la più recente tecnologia ABS di Bosch.

    La SVARTPILEN 701 STYLE inaugura una serie di future “Special Edition”, derivate dalla piattaforma SVARTPILEN aggiungendo un mix di soluzioni tecniche ed estetiche premium. Tra le diverse soluzioni provate durante la fase di design, il color bronzo è risultato talmente di impatto che è stato deciso di renderlo disponibile a tutti. L’argento opaco e il nero metallizzato rafforzano il piano iniziale di fare di questa moto una “Special Edition”, col supporto di grafiche che mescolano in modo creativo quelle della SVARTPILEN 701 di serie a quelle della SVARTPILEN 701 concept, presentata a EICMA 2017. Sono stati aggiunti elementi come gli specchietti montati all’estremità delle manopole, che rendono più bassa e filante la sagoma facendola un po’ più aggressiva. I cerchi a raggi sono un elemento di alto livello che dà alla moto un aspetto più rude, mentre le pedane lavorate CNC regalano un ulteriore tocco di qualità premium e di attenzione al dettaglio. Piastrine in alluminio sono state inserite sul serbatoio per completare questa livrea alto di gamma, e al contempo offrire protezione alle cover del serbatoio.

    La SVARTPILEN 701 STYLE sarà disponibile nella seconda metà di maggio presso tutti i concessionari autorizzati Husqvarna Motorcycles, a un prezzo di 10.850 euro f.c.

  • Nuova Suzuki Katana in versione Jindachi

    La nuova nata di casa Suzuki è appena nata e già si arricchisce di una versione speciale, arriva la nuova Katana in versione Jindachi, che si pone al vertice della gamma grazie a un equipaggiamento eccezionale. Il suo nome è ancora una volta ispirato all’affascinante mondo delle tradizionali armi bianche giapponesi. Jindachi identifica infatti una particolare categoria di spade a lama lunga, caratterizzate da ornamenti magnifici e finiture di pregio assoluto. La stessa attenzione ai dettagli si ritrova in questo allestimento, che riunisce il meglio di quanto presente nel catalogo degli accessori originali Suzuki.

    Solo il meglio

    La dotazione della Katana Jindachi si arricchisce di accessori che migliorano il comfort nell’uso quotidiano, impreziosiscono la linea ed esaltano le prestazioni così come il sound di scarico. Il pacchetto creato da Suzuki comprende infatti:

    • scarico in titanio appositamente realizzato per la Katana dallo specialista Akrapovic, che dà un tocco più sportivo alla linea, consente un sensibile risparmio di peso e regala un sound più pieno al motore;
    • cupolino maggiorato che protegge meglio il busto del pilota in velocità e dà continuità alle linee del frontale;
    • sella bicolore nera e rossa di pregevole fattura, impreziosita dal logo Katana stampato;
    • adesivi per la carrozzeria, che sottolinea la sagoma filante delle sovrastrutture;
    • adesivi per le ruote, che riprende il rosso degli altri particolari;
    • adesivi protettivi carbon look che accentua la grinta della Katana;
    • protezione per il serbatoio, sempre carbon look, che limita il rischio di graffi.

    Il valore dell’intero kit supera i 1.500 Euro ma Suzuki riesce a stupire ancora una volta tutti con un’offerta incredibile. La Casa di Hamamatsu inserisce la Katana Jindachi in listino a 14.290 Euro, con un sovrapprezzo di soli 600 Euro rispetto alla versione standard, e garantisce pertanto a chi la sceglierà un eccezionale vantaggio cliente di oltre 900 Euro.

    La Katana Jindachi può essere ordinata in entrambe le colorazioni a catalogo, l’evocativa Silver e la seducente Black.

  • Promozioni: Suzuki GSX-S750, il divertimento è scontato

    La massiccia offensiva commerciale che sta lanciando Suzuki sul mercato moto e scooter si arricchisce di una nuova iniziativa, che riguarda la GSX-S750 in tutte le sue versioni. A partire dall’inizio di luglio e fino alla fine di settembre chiunque sceglierà di saltare in sella all’unica vera e iconica settemmezzo del mercato potrà approfittare di una straordinaria opportunità. Grazie al contributo dei concessionari ufficiali Suzuki, la GSX-S750 standard sarà proposta all’irripetibile prezzo di 7.990 Euro franco concessionario, contro gli 8.690 Euro del listino ufficiale. Una riduzione di ben 700 euro che colpirà tutte le versioni della fantastica naked di Hamamatsu.

    La GSX-S750Z, caratterizzata dalla livrea Nero mat, costerà dunque 8.090 euro; mentre, per le versioni Yugen Carbon si spenderanno 8.390 euro per l’allestimento su base standard e 8.490 euro per l’allestimento su base nero mat.

    Anche le versioni depotenziate, per i possessori di patente A2, subiscono l’importante diminuzione di prezzo. In questo caso si va dai 7.990 euro della depotenziata standard ai 8.490 euro della depo Yugen Carbon su base nero mat. Da qui al 30 settembre tutti possono pertanto coronare il sogno di portarsi a casa a condizioni quanto mai vantaggiose l’erede delle leggendarie Suzuki GSX, moto che sin dagli Anni 80 dettano legge nel settore della naked con un look originale, prestazioni esaltanti e un comportamento facile e piacevole.


    Il motore

    Il quattro cilindri della GSX-S750 deriva direttamente da quello della GSX-R750. Gli ingegneri di Hamamatsu hanno sviluppato questa base meccanica straordinaria trovando un equilibrio perfetto tra prestazioni, fruibilità ed efficienza. Il risultato sono una potenza e una coppia massime rispettivamente pari a 84 kW (114 cv) e 81 Nm, abbinate a una percorrenza media di 20,4 km/l nel ciclo WMTC. La GSX-S750 è disponibile anche nella versione depotenziata da 35 kW, per i giovani motociclisti con la patente A2.


    La ciclistica

    Aver scelto un motore di dimensioni contenute e con il blocco cilindri piuttosto verticale ha consentito ai tecnici di progettare una ciclista agile e compatta. Il reparto sospensioni prevede un monoammortizzatore regolabile nel precarico molla e una splendida forcella KYB a steli rovesciati da 41 mm. L’impianto frenante della GSX-S750 sfrutta due potenti pinze anteriori Nissin ad attacco radiale, che agiscono su dischi flottanti a margherita da 310 mm, ed è completato da un disco singolo posteriore.


    I sistemi elettronici

    La GSX-S750 adotta di serie un sistema antibloccaggio ABS e un controllo elettronico della trazione tra i più evoluti, che può essere regolato in tre diverse modalità oppure disattivato. Standard sono anche gli esclusivi dispositivi Suzuki Easy Start System e Low RPM Assist. Il primo consente di avviare il motore sfiorando semplicemente il pulsante di start e il secondo mantiene stabile il regime del motore in partenza, al rilascio della frizione, e nella marcia al minimo.


    Yugen Carbon: una tentazione irresistibile

    Chi non si accontenta e ha la passione per i dettagli raffinati e per i componenti speciali può lasciarsi conquistare dalla GSX-S750 Yugen Carbon. Il suo prezzo è di soli 400 euro superiore rispetto alla versione standard, ma è capace di offrire più di 1000 euro tra accessori e special parts. Magistralmente realizzato da SC-Project, il silenziatore omologato in carbonio SC1-R, che con i suoi 2,16 kg assicura un notevole risparmio di peso e regala anche un suono più pieno a tutti i regimi. Il monoposto e il cupolino fumé fanno invece parte del catalogo degli accessori originali Suzuki.

     

  • Suzuki Katana, scarico Akrapovic in promozione fino a fine Aprile

    La Suzuki KATANA è pronta a riportare sulle strade un nome leggendario, quello della omonima maxi del 1981, è finalmente pronta a sbarcare sul mercato italiano. I primi esemplari arriveranno nei concessionari all’inizio di aprile ma gli ordini possono essere già sottoscritti. La moto è entrata infatti in listino all’incredibile prezzo di 13.690 Euro franco concessionario e chi perfezionerà il contratto entrò il 30 aprile potrà anche approfittare di un’imperdibile offerta. Fino a quella data ogni KATANA acquistata sarà consegnata nello speciale allestimento Launch Edition, con il grintoso silenziatore Akrapovic compreso nel prezzo. Si tratta di un fantastico accessorio, capace di rendere più sportiva la linea e di regalare un sound più esaltante al motore e che viene normalmente proposto a catalogo a oltre 700 Euro, cifra che si traduce dunque in un eccezionale vantaggio cliente.

    Oggi, in un’epoca in cui il design gioca un ruolo importante in ogni segmento del mercato motociclistico, la KATANA riesce a distinguersi dalla massa, rivisitando quella sagoma intramontabile e aprendo nuove frontiere all’integrazione tra uomo e moto. Non si tratta solo di un fatto di ergonomia, ma anche di sensazioni che la nuova Katana è in grado di trasmettere al pilota.  Suzuki ha utilizzato tutto il tempo e le risorse necessarie per progettare e mettere a punto la KATANA, come traspare chiaramente osservando la pregevole fattura anche delle parti più nascoste. Tutto è fatto per funzionare al meglio e per durare a lungo, senza alcun compromesso.

    A proposito di miti e leggende, la KATANA sfrutta la base meccanica di un’altra Suzuki che ha fatto epoca nel mondo delle supersportive, la celebre e plurivittoriosa GSX-R1000 K5. Il suo portentoso quattro cilindri è stato sviluppato dagli ingegneri di Hamamatsu in vista di un impiego stradale. La potenza massima è ora di 150 cv e garantisce prestazioni esaltanti agli alti regimi, mentre ai bassi c’è una grande disponibilità di coppia, per un guida piacevole ed emozionante a qualsiasi andatura. Completano la dotazione la forcella KYB a steli rovesciati da 43 mm, le pinze freno anteriori ad attacco radiale Brembo, evoluto sistema antibloccaggio ABS Bosch, controllo elettronico della trazione regolabile su tre livelli d’intervento o disattivabile e Suzuki Easy Start System e il Low RPM Assist.

  • Test moto: MV Agusta Dragster 800 RR, che bella pazzia

    È una moto costruita e progettata prima di tutto per appagare lo sguardo, una specie di vetrina ambulante di giocattoli per bambini un po’ troppo cresciuti, la guardi e non sai dove posare lo sguardo, tutto sulla Dragster sembra inserito in un puzzle a regola d'arte, il design del serbatoio, la sella che sembra sospesa, i cerchi a raggi con mozzo e nottolini oro, il codino corto con i fari a led che lo incorniciano, il forcellone monobraccio, chicca inestimabile per i motociclisti, le pinze radiali Brembo con la forcella Mazzocchi, lo scarico a tre canne di MV, tutto su questa moto attira l'attenzione, è come veder passare Megan Foxx, dove si posano gli occhi, c'è un bel vedere.