Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Mercoledì, Mer Ott 2020
  • Moto Guzzi e il tassello mancante

    Il titolo sembra più quello di una puntata di Topolino o di Paperone, ma è quello più azzeccato dopo la presentazione della nuova V85TT. Da quando la nuova adventouring della casa di Mandello del Lario è stata presentata, i like sui social hanno scalato il contagiri più veloci di una motogp.

    Eh cari vecchi cuori guzzisti, tanto tempo a sognare il grande ritorno sui palcoscenici mondiali, tanto tempo a sognare quell’aquila tornasse nel cuore di tanta gente, e tutto è diventato reale con una endurona, forse uno dei modelli più insoliti per la casa di Mandello del Lario.

    Dal passaggio a Piaggio la nostra guzzona ha fatto tanto cambiamenti, ha cambiato cuore, rivedendo l’architettura dei motori, pelle, cercando design più moderni e sofisticati, e anche gambe, riprogettando il suo mitico cardano. Tante le moto che sono uscite da quel giorno, alcune molto azzeccate, altre un po’ meno. Tra naked, classic, café racer e custom. forse in Moto Guzzi si attendevano il grande salto con il ritorno della V7, una moto che negli anni 70 aveva fatto sognare un sacco di motociclisti.

    Anche sulle custom Moto Guzzi aveva rivolto grande speranze, soprattutto per il mercato americano, dove le nuove imponenti California e la MGX21, dovevano incantare gli americani e le loro highway.

    Ma poi arriva questo tassello mancante per completare una rinascita partita all'inizio del nuovo millennio, questa adventouring dal motore piccolo rispetto a certa concorrenza, ma un motore esotico, un motore che se qualcuno avesse occasione di leggere qualche articolo d’oltreoceano, viene definito unico! Ma la nuova V85TT è tutta esotica, il suo DNA un po’ roadster come erano le enduro all’inizio degli anni 90, il suo cuore unico, il suo design retrò ma sofisticato, ha incantato molto del pubblico motociclista.

    E’ di nuovo passione Moto Guzzi, è di nuovo quella voglia di cavalcare un motore messo di traverso, è di nuovo la voglia di orgoglio Made in Italy, un po’ di più da aggiungere a quello di altre case italiane, ma questa ha le ali, è una Moto Guzzi.

    Questa V85TT era il tassello mancante al ritorno di una grande passione!

    Wolf

    avatar di Wolf

  • Moto Guzzi protagonista al London Design Festival 2019

    L’unione tra tecnologia e pregiata manifattura italiana, tratto distintivo di Moto Guzzi, è stata celebrata durante l’evento multisensoriale Touchy Smelly Feely Noisy Tasty, ospitato presso il Coal Office, quartier generale londinese del celebre designer britannico Tom Dixon, rider appassionato di Moto Guzzi.

    Star della serata sono state la Moto Guzzi V7 Tomoto firmata da Dixon, un pezzo unico e irripetibile, mix di arte motociclistica e design industriale, e la Moto Guzzi V85 TT, la grande viaggiatrice, ultima nata del brand dell’Aquila. Le due moto sono state esposte nell’innovativo hub creativo in Bagley Walk a Londra, nel cuore del polo del design londinese di King’s Cross.

    Tomoto è nata da una particolare interpretazione stilistica di Moto Guzzi V7, uno dei modelli più celebri e conosciuti di Moto Guzzi, best seller della casa italiana. Si tratta di una versione speciale realizzata in esemplare unico e firmata – letteralmente – da Tom Dixon, il logo è infatti dipinto a mano dal designer in un vivace rosa shocking. V7 Tomoto unisce la migliore tecnologia Moto Guzzi a un design unico che trova le sue radici nelle realizzazioni in alluminio grezzo, nei cerchioni intagliati a laser che riproducono un originale pattern grafico-geometrico nel faro anteriore ispirato alla lampada Fin Obround, creazione di Dixon del del 2012.

    Alla special V7 era affiancata, oltre alla custom sportiva V9 Bobber che ha inaugurato il segmento dei bobber di serie di media cilindrata, Moto Guzzi V85 TT, la nuova nata nella casa dell’Aquila.

    Questi tre gioielli di design motociclistico sono stati parte integrante dell’allestimento creato dal designer britannico presso il Coal Office per il London Design Festival 2019.

  • Moto Guzzi V9 Bobber Sport, l'aquila è dark ed è sportiva

    V9 Bobber è una moto dalla spiccata personalità, essenziale nelle forme e con una estetica segnata dai numerosi dettagli total black e dai grossi pneumatici oversize, proprio come quelli montati dai riders che nel secondo dopoguerra diedero vita negli States al fenomeno bobber, sfidandosi su veloci piste in terra battuta.

    Ed è proprio a questa autentica origine “corsaiola” che la nuova serie speciale Moto Guzzi V9 Bobber Sport si ispira, con un look decisamente cattivo e rivelando il lato più sportivo del suo carattere.

    La nuova V9 Bobber Sport si distingue per la sella monoposto ribassata, che abbinata al consueto manubrio basso drag bar sorretto da riser più corti, porta ad assumere una più accentuata posizione di guida “low ride”, raccolta e sportiva.

    Esaltazione della sportività ma anche confort con gli ammortizzatori Öhlins regolabili nel precarico molla e nell’idraulica in estensione e compressione, che assicurano una migliore capacità filtrante delle piccole asperità e al contempo un maggior controllo nella guida veloce. L’inconfondibile sound del bicilindrico 850 Moto Guzzi è sottolineato dagli scarichi slip-on omologati verniciati in nero opaco e con fondello in alluminio e caratterizzati, nella parte terminale, da una slanciata sagomatura obliqua.

    La speciale colorazione dedicata, un inedito e grintoso arancione, ricopre il serbatoio - con l’aquila Moto Guzzi realizzata in una particolare finitura brunita - e si estende anche ai fianchetti in alluminio, mescolandosi così al tipico look total black opaco di V9 Bobber. Le tinte dark qui sono estese ad altri particolari quali le alette di raffreddamento motore, il tappo del serbatoio in alluminio ricavato dal pieno, la cornice del faro anteriore e la grafica della strumentazione.

    Altri accorgimenti specifici come come il parafango anteriore accorciato, il faro in posizione ribassata avvolto da un rastremato cupolino in alluminio nero, completano il look tutto speciale della V9 Bobber.