fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Domenica, Dom Gen 2021

"Sicurezza e Concretezza"
Ieri all’ingresso della fiera c’eravamo dati un programma, uno schema da seguire di cose da vedere toccare, analizzare.
Ovviamente al minuto due era già tutto disatteso, scoordinato, e con le palpitazioni a mille ci aggiravamo veloci come schegge impazzite tra gli stand.


Insomma una “normale” giornata in fiera. Già ma che fiera abbiamo visto? Abbiamo visto l’esposizione degli ampi spazi vuoti senza espositori, in contrasto con la ben più grande voglia di fare e di innovare che ancora anima i nostri operatori. E, cosa incredibile, c’è ancora molto da scoprire, brevettare proporre. La tecnologia certo aiuta, e quindi ne escono capi d’abbigliamento tanto belli quanto preformanti, pezzi speciali, protezione attiva e passiva. Insomma un lato della fiera “intelligente” e concreto. 



Convinti che i pantaloni da moto possano essere dei capi alla moda senza dimenticare la sicurezza, i ragazzi di PROMO JEANS (Pad.2 – R11) portano in fiera i capi dell’attuale collezione e quelli del catalogo 2013. Protezione passiva di alti livelli quindi, ma anche piccole chicche come la fodera impermeabile (e traspirante) da indossare sotto il jeans. Tra l’altro questi pantaloni li vedrei benissimo con molte delle “scarpe” presentate da Stylmartin (Pad.18 – D51) che ha confezionato delle vere chicche. Per capire che sono scarpe tecniche (e impermeabili) ci vuole l’occhio attento. Il Modello Seattle noi lo mettemmo tutto il giorno tutti i giorni.



Sempre in tema di sicurezza Clover (Pad.18 – C82) ha già dimostrato ampiamente che l’innovazione non si ferma mai e anche all’EICMA ha portato tutti i suoi prodotti di punta. Peccato non vedere la tuta di pelle presentata lo scorso anno, mai commercializzata poiché il mercato al momento non è “ricettivo”. Non capire un capo dai così alti standard di sicurezza è quasi pazzesco. 



Made in Italy e sicurezza ancora a braccetto da Zandonà (Pad.18 – G63) che ci mostra con fierezza tutta la gamma dei suoi paraschiena, compresa l’ultima creazione, che pur conservando un livello (2) altissimo di protezione e duttile e pieghevole per riporlo anche nella borsa e bauletto. Da vedere !!!

Innovazione e made in Italy sembra un binomio “che spacca” e lo dimostra anche sixs, che insaziabile oltre ai suoi già spettacolari capi d’intimo tecnico porta qui una rivoluzione, in altre parole Osmosixs, ovvero dei capi iper tecnici dedicati agli sportivi (e quindi anche al motociclismo) che rilasciano gradualmente Carnoisina, ovvero un integratore per il muscolo. Pazzesco, guardate qui www.osmosixs.it



Protezione e stile ai nostri piedi lo troviamo anche nel notevole stand TCX (Pad. 2 R-30), con tutti i prodotti più belli per ogni esigenza. E poiché di tecnologia stiamo parlando, non potete perdervi le dimostrazioni dei ragazzi di Motoairbag (Pad.4 – S 65) che vi prenderanno letteralmente a mazzate per dimostrarvi l’efficacia di questa protezione che ci salva letteralmente la schiena.  Passeggiando in quel caos ordinato che ci contraddistingue, siamo stati attratti dai nuovi completi da turismo Spyke che si mostrano in tutta la loro bellezza in un colore chiaro che ci sta piacendo sempre di più (sporchevolezza a parte, ca va sans dire).



Nei nostri “consigli per gli acquisti” non possiamo non dirvi di passare dallo stand FORMA (Pad.4 – O69), inutile discutere, design italiano is the best, come confermato anche dall’eleganza dei modelli presentati da OJ (Pad. 18 G-35)



L’utilità si unisce alla tecnologia e il servizio al motociclista di INTERPHONE diventa sempre più completa. L’F5 è in continua e proficua evoluzione così come tutti i suoi optional e tutte le fantastiche “diavolerie” in cui perdersi per ore.



Ma il tempo è tiranno, e ci fiondiamo da Rev-It che tra le altre cose ha fatto cavallo di battaglia anche la sicurezza attiva; che dire, anche i nuovi completi li vorremmo nel nostro armadio.
Ancora tecnologia superlativa per “giocare” un po’ con viaggi e turni di pista, Sportcamera (Pad. 18-A93) ci mostra i prodotti già conosciuti e le
nuovissime “micro”…ciak si gira e si corre ancora, in scivolata allo stupendo Stand Caberg (Pad.4-Q50), per apprezzare anche qui nuove proposte sfornate senza sosta dall’azienda Bergamasca.

 

Ma nella corsa siamo riusciti anche a testare un'interessante e avveniristica iniziativa di Nolan, la sponsorizzazione del progetto SizeITALY, la versione italiana di uno studio a livello mondiale da parte di un'zienda tedesca, con lo scopo di effettuare tramite le ultime tecnologie informatiche di scanning, la rilevazione di quante più misurazioni antropometriche possibili, vale a dire prendere le misure del nostro corpo, metterle in un grande database, e quindi metterle a disposizione delle aziende che devono sviluppare prodotti che si adattino il più possibile al nostro corpo.
Un esempio? Il casco per l'appunto. Nolan, uno dei marchi italiani di eccellenza nella produzione dei caschi, potrà sviluppare caschi che si adattano di più alla media delle nostre teste o, per fare un altro esempio, sviluppare adeguatamente la zona di apertura della visiera, migliorando visibilità e al contempo la protezione del viso, avendo a dispozione i dati della distanza dai vari tratti del viso agli occhi.
Fantascienza? No, solo intellegenza costruttiva.

 


10 ore di fiera, tanti amici da salutare, qualità da apprezzare e made in Italy imperante. Ecco la fiera intelligente, ecco la serietà, la concretezza. Essere propositivi in un momento di crisi è come costruirsi le ali mentre tutti stanno precipitando (S.Jobs).
Questa è l’Italia che non molla, questa è Eicma, questa è Milano, capitale della Moto.

 

P.S. questo il nostro giro da motociclisti normali, aspettiamo i vostri commenti e perché no il “vostro giro”.

Fagna

{phocagallery view=category|categoryid=269|limitstart=0|limitcount=0}