fbpx
C’è sempre una prima volta…
Categoria: trafiletti

Prima o poi arriva qualcosa di nuovo, di mai fatto, non importa quando e spesso nemmeno l’occasione, semplicemente si fa, o succede qualcosa che per la prima volta accade.


Qualche volta è fuori tempo, se davvero c’è un tempo giusto, come quando per la prima volta a quasi cinquant’anni ho grattato la saponetta in pista, qualche volta cerchi volutamente l’occasione, in altri casi ti coinvolgono e tra le ultime mi viene in mente la mia prima esperienza in fuoristrada lungo la via più lunga e impervia che da Pavia porta a Sanremo.

Ci sono infinite prime volte nella vita di ognuno di noi, quasi sempre più significative di questi esempi: il primo giorno di scuola, il primo bacio, la prima caduta, insomma se ci pensate il nostro percorso di vita è costellato di prime volte.

Così durante la gara MX Endurance di Gambara (BS), la prima dell’Associazione MX Moped, i  miei compagni di squadra hanno pensato bene di suggerirmi di fare il giro di allineamento e prova transponder che poi mi avrebbero sostituito alla partenza… Fetenti, “ormai sei già pronto, parti tu!”; ecco la mia prima partenza in un campo da cross dal cancelletto! Va beh, nulla di così tremendo, ma mentre quel  rettilineo terroso scorreva veloce pensavo: cavoli non l’avevo mai fatto.

Questa, però, era destinata ad essere solo un preludio di altre novità nella giornata, la prima voluta, cioè volevo chiudere io questa quattro ore di gara e chiudere vedendomi sventolare davanti la bandiera a scacchi, la stessa che porterà la sorpresa di aver per la prima volta vinto una gara in un crossodromo.

Del resto dove sta l’essenza di vivere se non in una infinità di susseguirsi di piccole cose, dove sta il piacere se non “nelle piccole che, senza nessuna pretesa, sanno incastonare nell'attimo una gemma di infinito?“ Muriel Barbery – L’eleganza del riccio

Back To Top