fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Gen 2021

Lego

Un tempo sospeso dove tutto rallenta si ferma, si dilata.


L’indole umana a socializzare viene repressa e sfogata nei social virtuali che non riescono minimamente a colmare la distanza con la realtà, la verità di un sorriso, un abbraccio e una stretta di mano.
Obbligati al distanziamento sociale, costretti a spostamenti limitati, insomma parcheggiati in uno stato più meno reale di attesa, per tanti lockdown.
Un’attesa degli eventi che possano riaprire le nostre attività, che ci riportino a riprendere il nostro spazio nel mondo, il nostro mondo, grande o piccolo che sia, ma il nostro mondo libero.
Quel mondo che ci vede costantemente in movimento intersecando la nostra vita con quella di tanti altri che come noi semplicemente ma intensamente cercano di vivere una vita che sembra sempre troppo breve.
Siamo invece qui immobili nella nostra casella del giro dell’oca  a star fermi un turno, ad aspettare che qualcosa si muova, che qualcuno faccia la mossa, che tiri i dadi, permettendoci così di riprendere il gioco.
Un’attesa che riempiamo con una infinità di cose che magari non facevamo da tempo, qualcosa che magari scopriamo come passatempo in questo tempo che non sappiamo come riempire.
La casa diventa protagonista, per qualcuno il box diventa un rifugio e il dedicarsi alla manutenzione e/o a qualche hobby che il tempo tiranno dei tempi “normali” non ci concedeva.
Così ci dedichiamo alla cura della nostra moto e del nostro abbigliamento, facciamo pulizia e ordine nel nostro piccolo regno. Ne approfittiamo per montare quell’accessorio che attende da tempo di essere istallato e aspettiamo trepidanti che il corriere ci consegni il pacco di Wemoto, Amazon, Wish, Alibaba e tutti i vari e-commerce che contribuiscono a farci passare il tempo.
Moto che qualcuno usa come mezzo di trasporto ma che spesso aspettano, sui cavalletti, il ritorno alla normalità, i più pessimisti o realisti secondo le correnti sospendono l’assicurazione cercando di risparmiare qualcosa in questi tempi di crisi.
Tornano i puzzle i Lego, ovviamente a tema, ma anche i libri e i film a riempire pomeriggi lunghi e weekend dove seduti sul divano sogniamo curve e paesaggi.
Palliativi per far scorrere ancora una volta questo Lockdown, per renderlo sopportabile fingendo che sia solo una pausa.
Un tempo invece strappato, che lacera un pezzo di vita che non ritorna e che lascia tanti interrogativi sul futuro inevitabilmente modificato e compromesso da una pandemia che seppur non comprendiamo fino in fondo ci segna pesantemente.
Un’attesa ancora una volta che ci vede impotenti nella scelta ma che dobbiamo sfruttare per prepararci alla ripartenza, per essere pronti quando di nuovo i dadi saranno in mano nostra e allora non ci resterà che tirarli e proseguire, casella dopo casella il nostro gioco della vita.

Flap