Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Set 2020

24 ore di le hans

Mentre leggete queste righe probabilmente, o comunque nel caso tra poche ore, circa 350 piloti dalla dubbia sanità mentale si alterneranno, suddivisi in squadre da 4 a 6, alla guida di improbabili motorini degli anni ’70, ’80 e ’90 rigorosamente monomarcia.


La 24 Ore di le Hans nasce da una battuta del nostro Pilota Roberto Carnaghi che parafrasando la più nota gara Francese l’ha buttata su Facebook.
Una buttata che la mente, tanto malata quanto geniale, di Alessandro Hans Ansaldi dopo qualche anno è riuscito a rendere realtà.
Quindi nell’anno del Signore 2020, un anno già di per se sfigato, nella data del 29 Agosto alle 15,00 sulla pista da Cross di Gambara (BS) prende il via una gara che solo 24 Ore dopo avrà termine per chi, mezzi e Piloti, riuscirà a sopravvivere a si tanta fatica.
Mesi di preparazione per tutti i Team, più o meno professionali, più o meno attivi, ma tutti con uno spirito partecipativo e con una voglia di non mancare a questo evento epico.
Discussioni su trasmissioni, strategie e tecniche motoristiche infinite, ma anche una attenta preparazione del paddock con conteggi sulla quantità di birra e carne da grigliare per meglio affrontare la gara.
Strategie che il meteo infame, del resto siamo nel 2020, ha deciso di mandare alle ortiche con Giove pluvio in piena forma per trasformare la pista in un probabile marrone girone infernale.
Ecco le nuove strategie fatte di cerate, ombrelli, sacchi della monnezza con buchi, mutande e cambi vari per sopravvivere alla fanga in cui sicuramente ci immergeremo.
L’unica variante invariabile sarà la birra, quella da dare a tutto gas e quella che scorrerà di sicuro nei Paddock.
Un evento che per ora è tutto un programma, ma l’organizzazione tipica delle Monferraglie e Redbull come Main partner fanno sì che si prospetti di alto livello e che il meteo renderà epico.
La Squadra Corse aMotoMio è presente con tre squadre che puntano alla sopravvivenza, alla conquista del traguardo e se possibile al gradino più alto del podio alla faccia del fango!

Flap