Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Ott 2019

1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s
BMW R1100RS

La incrocio quasi ogni mattina con il suo proprietario alla guida che evidentemente appena dopo l’alba va a lavorare.
La vedo in ogni stagione; sfidando il caldo il freddo, la nebbia e la pioggia, impassibile come se fosse sempre la stagione giusta per andare in moto.


Io, non sempre in moto, lo invidio per la costanza e la passione che non cede alla comodità riportandomi indietro di vent’anni quando anche io sfidavo, forte della gioventù, le intemperie muovendomi quotidianamente in moto.
Rossa con quella semicarena dalle forme tondeggianti alla Tedesca e il tris di borse originali, prezioso optional dell’epoca.
Una moto che usci nel 1993 quando BMW, dopo aver tolto dal mercato il boxer a favore del tre e quattro cilindri a “sogliola” che per i Tedeschi rappresentava il futuro dopo l’obsoleto storico motore, riprovarono a riproporre i cilindri contrapposti.
Però proprio con questo modello il Boxer rinasce, rinnovato e moderno diventando il predecessore di tutti i bicilindrici teutonici attuali.
Un motore ben riuscito su un’estetica discutibile in anni in cui BMW non aveva ancora trovato uno stile accattivante per il mercato Italiano nonostante le indubbie qualità della moto che tra l’altro introduceva anche la sospensione anteriore telelever.
Forse il modello della riscossa e della rinascita e di fatto allo stato attuale forse lo è stato davvero.
La ricordo e me la ricorda ogni volta che la incrocio la prima esperienza, con la BMW R1100RS, su strada per un test drive e poi una veloce esperienza sulla pista di Monza che se anche non era il suo ambiente riusciva a mettere in risalto le ottime qualità.
Ricordo che il giovane che ero allora, innamorato del quattro cilindri forse non ne capì le qualità, e poi davvero non mi piaceva esteticamente, così la mia K100RS 16v rimaneva una spanna, secondo me, sopra questa innovazione e ritorno alla storia di BMW.
Una storia che prosegue con un successo incredibile del Boxer che da obsoleto e morto è rinato per diventatare poi ancora più eclatante come dimostrano gli apprezzamenti e le vendite.
Una storia che non viene dimenticata e ogni giorno passa con un saluto a V mentre ci incrociamo.

Flap