Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

1
0
0
s2smodern
1
0
0
s2smodern
powered by social2s

Il Luciano, con l’articolo davanti come si usa a Milano… anche se Luciano è Piemontese, appena al di là del Ticino che divide le due regioni.
E’ di Galliate, la cittadina della provincia Novarese che gli ha dato i natali e poi la residenza, ancora attuale, dopo un periodo passato in Marina.


Un appassionato vero con la moto in testa fin da piccolo; una passione che ha coltivato tanto da dedicarsi attivamente alle gare di fuoristrada e raid anche Africani dove ha ottenuto ottimi risultati lungo la sua lunga carriera agonistica.
Le gare e le moto che poi sono diventate la sua attività nella concessionaria, sempre nella sua Galliate.
Le moto dei tre diapason che cura e ama da sempre, quelle che forse gli hanno dato le soddisfazioni maggiori sia nello sport sia nel lavoro.
Il Luciano che trovo spesso agli eventi e ovunque si parli di moto, non solo fuoristrada, e ho incontrato piacevolmente con sorpresa all’ultima edizione del Sardegna Gran Tour.
Lui a bordo della sua Yamaha Niken, senza navigatore (Non si è perso nel deserto vuoi che si perda in Sardegna), io con tutto il mondo tecnologico teutonico a disposizione.
Inevitabile viaggiare insieme e allargare il gruppo grazie alla sua contagiosa voglia di conoscere persone, di chiacchierare, una curiosità da bambino che non vuole smettere di apprendere.
Luciano che mi segue a ruota sulle tortuose strade sarde su un asfalto perfetto, cosa strana per lui abituato alla terra.
Il mio passo non è esagerato, ma allegro, il piacere delle guida su queste strade è immenso e invoglia a spingere un po’ di più cercando la curva perfetta, disegnando traiettorie precise.
Ogni volta che guardo gli specchi Luciano è lì poco dietro che  mi segue come un’ombra, quasi un angelo custode.
E così per 5 giorni e quasi 1700 km con ogni condizione meteo, sempre lì come con un elastico mai troppo lungo, finché le nostre strade si dividono, verso casa, poco prima del fatidico Ticino.
Non ci sarebbe nulla di strano se Luciano non compisse i suoi “primi” ottant’anni il prossimo 30 giugno!
Indubbiamente la moto tiene giovani, ma forse lui ha trovato il segreto dell’eterna giovinezza.

Flap