fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Nov 2020

Askoll eS2

La mobilità elettrica sta diventando giorno dopo giorno una realtà solida, qualcosa che ha ormai preso un posto importante nel mercato delle due e quattro ruote.


Askoll EVA, azienda orgogliosamente Made in Italy nella produzione di veicoli elettrici e già con una grossa fetta di mercato al suo attivo, ha concluso un accordo con BIT  Mobility, operatore già attivo nello sharing in diverse  città Italiane per la fornitura di 200 scooter elettrici che saranno utilizzati nella città di Firenze.

Questo ordine giunge in seguito all’aggiudicazione da parte di BIT Mobility del bando per la nuova sharing mobility sul territorio del comune di Firenze e che rientra nel nuovo Pums (piano urbano mobilità sostenibile) varato dall’Assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti. I modelli che saranno consegnati sono degli Askoll eS2 sharing personalizzati per BITMobility, per un valore stimato pari a circa Euro 600.000. Grazie a questo nuovo ordine, gli scooter Askoll per lo sharing  si confermano  protagonisti  in  tutte  le  città  italiane  ove  è  già  attiva  questa  tipologia  di servizio: Roma, Milano, Torino, Genova e ora anche Firenze.

“Siamo orgogliosi di essere stati scelti da BIT Mobility, realtà italiana d’eccellenza, per la gestione della mobilità condivisa a Firenze, una città unica, da molto tempo ormai una delle mete turistiche più famose nel mondo e dove, vista la conformazione delle strade, gli scooter Askoll EVA potranno essere un supporto molto utile negli spostamenti cittadini, nel pieno rispetto dell’ambiente”afferma Gian Franco Nanni, amministratore delegato di Askoll EVA“Il futuro della mobilità è oramai sempre più green come dimostrano tutti gli indici di mercato sia in Italia sia nel mondo. Anche per Askoll  EVA  in  questo  ultimo  periodo,  da  luglio  a  settembre,  possiamo  ritenerci  soddisfatti,  in particolare nel segmento retail dove ci confermano leader con una quota in Italia di quasi il 40%, a fine  settembre.  Non  vogliamo  assolutamente  fermarci  qui  e  per  questo  stiamo  lavorando  per continuare a porre le basi per la crescita futura, cercando nuovi sbocchi commerciali, come nel caso della recenteapertura di un Temporary Showroom a Bologna, un’altra città con grandi potenzialità per la mobilità elettrica”.