Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Sabato, Sab Ago 2020

Michael Van der Mark

Motomercato che non dorme, se il campionato Superbike è ancora fermo, il motomercato continua a seguire il suo orologio biologico e annuncia cambi di sella ancora prima di disputare la seconda gara di campionato.


Questa volta è Michael Van der Mark ha dare l'annuncio dell'addio a Yamaha, il pilota inglese rimasto una diversi anni in sella alla Honda, non ha trovato la giusta dimensione in Yamaha, e con l'arrivo di Razgatlioglu sembra già finito il suo momento da riflettori in casa Yamaha. Dal 2021 il pilota olandese correrà sulla BMW S1000RR del team ufficiale BMW Superbike, una moto nuova ancora in fase di cresita che per ora non ha ancora raccolto molto, ma che ha alle spalle un'azienda con molte ambizioni.

Prenderà il posto di uno dei due attuali piloti, anche se non è ancora dato sapere se sia Tom Sykes o Eugene Laverty. Entrambe i piloti sono a fine contratto, e sarà probabilmente il migliore nelle prime gare di questo nuovo avvio di stagione a stabilire chi sarà il compagno di squadra. BMW sembra abbia allettato il pilota olandese con un progetto vincente e altre allettanti offerte, mentre il suo compagno di squadra si dovrà guadagnare il posto per il 2021.

Molte ancora le selle importanti per il 2021, la seconda sella Yamaha, forse promessa a Jonas Folger, la seconda sella Ducati se Chaz Davies anche quest'anno stenterà con i risultati sulla Panigale 4 cilindri, e Alvaro Bautista se non troverà il bandolo della matassa sulla nuova Honda Fireblade. E' una Superbike in movimento.

Michele Rubin

Avatar di Wolf