Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Venerdì, Ven Lug 2020

Andrea Dovizioso motocross

E' una stagione travagliata quella di Andrea Dovizioso, con un contratto faticoso da discutere con Ducati e una carriera che il pilota italiano sa se è ora di continuare o di portare avanti.

Mancava solo un infortunio nei famosi allenamenti di motocross, che impegnano sempre più piloti, ma sempre più spesso fanno emergere le problematiche di infortuni che sono per natura endemiche in questo tipo di sport su due ruote.

Andrea Dovizioso è stato operato ieri sera al Policlinico di Modena a seguito dell’infortunio subito nel pomeriggio di domenica durante una gara di motocross sulla pista di Monte Coralli, in provincia di Faenza.

Il pilota del Ducati Team, a seguito di una consultazione con il Professor Giuseppe Porcellini, ha deciso di sottoporsi subito ad un’operazione per fissare una placca alla clavicola infortunata e velocizzare così il suo recupero in vista della prima gara MotoGP 2020 a Jerez.

Operato ieri sera con successo e visto l’esito positivo dell’intervento, Dovizioso è già stato dimesso questa mattina e potrà iniziare il percorso riabilitativo con sessioni di fisioterapia a partire da oggi pomeriggio. Il pilota forlivese, che sarà dunque presente al Gran Premio di Spagna il prossimo 19 luglio, si è dichiarato sicuro di per poter arrivare al primo appuntamento di Jerez nelle migliori condizioni.

Prof. Giuseppe Porcellini (Policlinico di Modena)
“Andrea Dovizioso è stato operato per una frattura scomposta del margine sternale clavicolare. È stata eseguita una osteosintesi con placca a sei viti con riduzione anatomica e siamo molto soddisfatti dal punto di vista meccanico. Oltre a me, l’equipe era composta dal Prof. Fabio Catani, il quale ha diretto personalmente l’intervento, dal Prof. Luigi Tarallo e dal Dott. Andrea Giorgini. Desidero ringraziare la direzione sanitaria del Policlinico di Modena che ci ha messo a disposizione in tre ore la sala operatoria, e tutto il personale che ha permesso una velocissima esecuzione dell’intervento”.  

Intanto continua il braccio di ferro tra Dovizioso e Ducati, il contratto per il 2021 ancora non c'è, Ducati sembra tentennare su alcuni particolari, almeno così dice Dovizioso, anche se sembra che la differenza di ingaggio per il nuovo hanno sarà significativo, al ribasso. Che Ducati sia davvero tentata dal rientro di Jorge Lorenzo?

Michele Rubin

Avatar di Wolf