fbpx
BRIXTON CROMWELL 1200
Categoria: Le nostre prove

Scrivo queste righe quasi di getto, dopo la divertente prova riservata alla stampa della Brixton Cromwell 1200. 


Un primo contatto a dire il vero, poco più di 60 Km sulle strade bordo confine del varesotto, ricalcando parte degli itinerari tracciati dagli amici di Varese Terra di Moto. (ve ne avevamo parlato qui click). Un percorso in parte panoramico e in parte tortuoso per mettere bene alla prova la Cromwell, ma andiamo con ordine.

LA SCALATA, ALLE CUBATURE, DI BRIXTON

Affacciatasi qualche anno fa al mercato italiano con piccole cilindrate (125 e 250) il brand che fa parte del gruppo austriaco KSR, ha via via alzato l’asticella, prima proponendo le Crossfire 500, la cui famiglia si è allargata a 3 modelli (la nostra prova della Crossfire 500 XC la puoi trovare qui click) per arrivare quest’anno a sfoderare un robusto 1200 cc bicilindrico frontemarcia che equipaggia appunto la Cromwell. Capace di 81,6 cavalli e di una poderosa coppia di 108 Nm è il perno attorno al quale ruota tutto il design della moto.

brixton

MODERN CLASSIC – UNA SCELTA PRECISA…

…fin dagli esordi di Brixon, anzi Classic-cool come la definiscono sul loro sito web. Al primo sguardo posato sulla moto, capisco subito che farà parlare di se, ci si discuterà molto intorno, per tutta una serie di motivi a partire dalle scelte stilistiche, che quando si parla di style, non posso che essere di ispirazione British.



Del “motorone” ho accennato poco più su, tutt’altro che compatto, credo per scelta, mostra i muscoli e “regge” tutto il disegno della moto che si articola su serbatoio pronunciato capace di contenere 16 litri di carburante, che incontra una sella “piatta” accogliente anche per il passeggero. Immancabile il faro tondo anteriore, che Brixton come da tradizione impreziosisce con i punti cardinali e una bella corona a Led per la luce diurna. Davvero minimal ma ovviamente omologati gli indicatori di direzione. Sempre difficile inserire le “frecce” in un disegno che si ispira ai canoni classici del motociclismo ma qui mi pare ci siano riusciti e anche bene. Ridotto ma efficace anche il fanalino di coda che ospita naturalmente anche la luce di stop.

Naturalmente i cerchi sono a raggi e molti sono i particolari cromati. Brixon ci ha abituati ai particolari stilosi e sulla Cromwell non sono stati da meno: targhetta col modello applicata sul parafango posteriore e nome applicato anche sopra il serbatoio, che richiama contemporaneamente la X icona del Brand e la Union Jack Inglese…perché in fondo Brixton è un quartiere di Londra…o no?

brixton cromwell 1200

SULLA STRADA…

…la Cromwell si dimostra vogliosa di mostrare ben bene cosa vogliano dire 108 Nm di coppia, tenuti a bada da un acceleratore ride-by-wire, che apre alla possibilità di scelta di due riding-mode: il base, o “eco” che dir si voglia, e la più briosa mappatura sport. In quest’ultima abbiamo però notato, almeno per il mio stile di guida, un pronunciato on/off quando si prende in mano l’acceleratore, tanto che se si vogliono “pennellare” tornanti molto stretti con un filo di gas è preferibile usare la mappa “eco” che smorza un po’ il suddetto l’effetto on/off.

L’anteriore da 18” (come si addice ad una classic come si deve) sulle prima mi lascia sempre un po’ “stranito” specie se fa coppia con un cerchio da 17” al posteriore, ma devo dire che fatte due curve è parso come se ci “conoscessimo” da una vita. La taratura di serie delle sospensioni appare un po’ rigida e lo si nota sull’asfalto un po’ sconnesso, ma presumo sia la ricerca di un compromesso tra totale comfort e il giusto tocco di sportività allineato al brio del motore.

L’anteriore si affida ad una forcella Kayaba a steli classici da 41 mm con nostalgici soffietti parapolvere. Al posteriore doppio ammortizzatore regolabile in precarico. La frenata è ben tarata su peso e potenza della moto, con impianto Nissin e doppio disco anteriore da 310 mm oltre ad un posteriore da 260 mm, il tutto assistito da sistema ABS Bosch; ci è piaciuta anche la taratura della leva per l’anteriore che morde fin da subito, regalando una buona sensazione di controllo totale della frenata, sulla mia moto forse la corsa della leva per il freno posteriore era un po’ lunga, per i miei gusti s’intende.

Le informazioni alla guida sono tutte nel display TFT che cambia grafica in base al riding mode scelto, ma le informazioni ci sono tutte. Nei comando a manubrio troviamo anche il cruise control, do però un voto negativo alla posizione del comando clacson, sopra quello degli indicatori di direzione, non esagero avrò erroneamente suonato il clacson almeno venti volte, con relativo patema d’animo del nostro apripista, mi scuso ancora con lui.

La Brixton Cromwell 1200 ama andare a passeggio, ma non disdegna la guida un po’ più aggressiva, anche se non è il suo “main job”. C’è che qualche volta vuoi far trottare il grosso bicilindrico  e allora ti accordi che in piega scende bene senza troppi sforzi, ma non ama le manovre troppo spigolose, meglio arrotondare, meglio un po’ più di dolcezza e meno manovre alla “automan”.

Nonostante il peso dichiarato è agile me ne sono accorto dovendo schivare all’ultimo macchie di terra e sporco sulla strada (frutto di un pesante temporale notturno); una pressione decisa sulla pedata e la Cromwell va più o meno dove vuoi. Non ho avvertito particolari vibrazioni, ma vero è che il percorso non si prestava molto a tenere un determinato regime di giri per qualche  chilometro, attenderemo una prova più completa per giudicare a velocità autostradali o comunque a medie “costanti” questo aspetto e quello del confort nell’uso più prolungato.

 

CONCLUDENDO…

…Brixton Cromwell 1200 in questo primo contatto mi è sembrata una moto di sostanza, che schiaccia l’occhio alla “moda” del segmento modern classic senza rinunciare a nulla, controllo di trazione compreso. Possiamo mettercela in garage con 9.900,00 euro (a partire da ) sicuri che il design non invecchierà tanto facilmente. Se la tua domanda è...<si ma davvero serviva piazzarci sotto un milledue?> rispondo senza esitazione e con la faccia da Homer Simpson + ciambella <<assolutamente si!!!>>

cromwell 1200

 

Foto di Simona Bruno

Foto con watermak --- > aMotoMio

Abbigliamento del test: Casco, Giacca, Pantaloni Carburo by Motoabbigliamento - Maschera Ariete - Sneakers TCX

 

 

 

 

GALLERY

 

 

Back To Top