fbpx
Jeans Protettivi
Categoria: Le nostre prove

Dai diciamolo il jeans è il pantalone preferito dai motociclisti, lo è da quando è nata la moto e tutti, ammettetelo, spesso girate con i jeans.


Certo molti di noi lo fanno da sempre, fin dai tempi del Motorino, perché i jeans sono i pantaloni più usati, più casual, più pratici…ma anche i meno sicuri per andare in moto.
O almeno questo vale per i classici jeans, minima protezione all’abrasione, zero assorbimento agli shock, assolutamente non impermeabili e nemmeno caldi, eppure per generazioni hanno rappresentato il pantalone da moto della maggior parte dei motociclisti. Non ci credete andate a ripescare le foto della vostra gioventù e quelle dei vostri genitori e avrete la conferma.

Jeans protettivi 1

Certo i viaggiatori avevano già i pantaloni tecnici, magari in pelle, e i più sportivi avevano anche la tuta grintosa, seppur ancora priva delle protezioni di sicuro più sicura del jeans, ma questo abbigliamento era relegato all’uscita programmata e/o al viaggio, per il resto jeans…se non peggio!
L’evoluzione però ha portato finalmente anche benefici all’abbigliamento da moto e oltre a pantaloni tecnici in tessuto e in pelle anche il Jeans ha ricevuto i benefici dell’evoluzione tecnologica e tessile.

Jeans Protettivi 2

Ormai molte aziende hanno in catalogo dei prodotti che uniscono l’estetica e la praticità del tessuto Denim alla sicurezza di materiali ben più performanti. Usando il tasto ricerca sul nostro sito troverete le prove di molte di queste e di diversi modelli di jeans per motociclisti.

IL TESSUTO
In sostanza il tessuto Denim viene accoppiato, nelle zone più soggette al contatto con il terreno in caso di caduta e/o scivolata,  con inserti in tessuti resistenti, spesso di tipo balistico, con filati di tipo aramidico come il KEVLAR o altri come il TWARON come nel caso di PMJ che da oltre 10 anni è sul mercato fino a diventare punto di riferimento nel settore.

Jeans protettivi 3

Quindi si mantiene il look casual, il confort e la traspirabilità, tipici dei jeans, con però una resistenza al taglio e all’abrasione infinitamente aumentata.
Tessuti che si sono evoluti in maniera esponenziale nei loro accoppiamenti diventando sempre più morbidi, elastici, confortevoli  e anche esteticamente gradevoli fino a confondersi spesso con i normali capi moda.

Jeans protettivi 4

Un ulteriore passo avanti l’ha fatto PMJ introducendo nella collezione 2020 molti prodotti, tra cui il DEUX che vedete in questo servizio e che avevamo avuto occasione di provare, dove viene utilizzato il tessuto T-Tex Pro. In sostanza invece di avere lo strato di materiale balistico accoppiato al tessuto jeans lo stesso fa parte della trama del tessuto. Il TWARON Single Layer, è quindi un tessuto unico, il filato in fibra Twaron balistica è tessuta insieme al jeans rimanendo un unico strato a tutto favore della vestibilità e morbidezza del tessuto sulla pelle.
Un jeans in pratica anche più leggero e soprattutto più fresco cosa apprezzabile proprio nei mesi dove la moto si usa ovviamente di più.

LE PROTEZIONI
La protezione a taglio e abrasione quindi è stata aumentata fino a raggiungere livelli capaci di raggiungere spesso la certificazione come Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.) grazie all’inserimento di protezioni omologate.

Jeans Protettivi 5

Già, se si cade in moto bisogna anche che il colpo a terra sia il più possibile distribuito su una zona più vasta e questo può essere realizzato solo grazie all’uso di adeguate protezioni omologate.
Anche qui la tipologia è di vario genere, misure ed ingombri, quindi con conseguenti differenze di comodità e leggerezza. Anche qui la tecnologia dei materiali ha permesso di ottenere gli stessi risultati con spessori e forme diverse che però garantiscono sempre una protezione adeguata alle certificazioni.
Nel caso dei jeans di apertura del servizio le protezioni sono omologate EN1621-1:2012 in Poliuretano che permettono insieme al tessuto T-Tex Pro l’omologazione D.P.I. secondo la normativa EN17092-2 (AAA).

Jeans Protettivi 6

A tal proposito sappiate che ad oggi le case produttrici come ad esempio PMJ e tutti gli altri possono vendere e consegnare ai negozianti SOLO abbigliamento omologato EN17092, ma se il negoziante ha ancora in casa stock non “omologato” come D.P.I. può comunque "smartirlo" regolarmente fino al 2023. Quindi nel caso fate attenzione alla reale omologazione per sapere cosa di fatto state comprando.

Jeans Protettivi 7

Le protezioni sono posizionate alle ginocchia, regolabili per adattarsi alle diverse altezze e removibili per i lavaggi o per l’eventuale uso non in moto.
Spesso i jeans sono dotati, e comunque predisposti per accoglierle, di protezioni ai fianchi da alloggiare in apposite tasche all’interno dei pantaloni, anch’esse removibili per gli stessi suddetti motivi.
Protezioni alle ginocchia e ai fianchi che quasi sempre sono celate alla vista scomparendo nell’estetica dei pantaloni facendoli spesso confondere con dei normali jeans da passeggio.

Jeans protettivi 8

PROTETTI SEMPRE
Se pensate che da un recente studio di PMJ viene rilevato che solo il 25% dei motociclisti usa un paio di pantaloni “sicuri”, quando proprio le gambe sono tra le parti del corpo più soggette a urti e danni in caso di caduta, capite quanta strada ancora si debba fare sul fronte sicurezza.

Jeans protettivi 9

Eppure adesso non c’è più la scusa della praticità e dell’estetica, basta cercare il modello più adatto alle nostre esigenze tra le innumerevoli proposte e con un piccolo investimento vi garantite una sicurezza che costa molto meno delle eventuali cure se la sorte vi è contraria.

Foto si Roberto Serati Immagini

GALLERY

 

 

Back To Top