fbpx
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
Lunedì, Lun Nov 2020

Husqvarna Svartpilen 701

Puoi passare inosservato con la Husqvarna Svartpilen 701? La risposta è sicuramente no!


Una moto dalle linee inusuali, caratteristiche, fuori dagli schemi.
Estetica che, come per quasi tutti i modelli Husqvarna divide gli appassionati: o piace o non piace.
Difficile vie di mezzo come del resto è difficile trovarle nelle stesse moto dell’azienda che fa parte, dal 2013, del gruppo Pierer Industrie AG, che comprende anche il marchio KTM.

Husqvarna

La via stradale di Husqvarna nasce dal concept presentato in EICMA, ormai sette anni fa, una linea filante, moderna, nuova di quella Vitpilen 401 da cui tutto ebbe inizio.
Un successo di interesse che ha portato alla presentazione nel 2017 delle due sorelle, quasi gemelle, Vitpilen e Svartpilen 401; la prima con declinazione Cafè Racer moderna, la seconda più orientata verso la terra e agli ovali da flat track.
Era inevitabile poi, avendo in casa il bel motore che equipaggia i modelli 690 di KTM, la crescita di cilindrata che ha portato alla presentazione delle 701, sempre con doppia declinazione, Vit e Svart, bianco e nero, due non colori uniti nelle forme ma non nella sostanza.

Svartpilen 701

Stesso telaio e stesse (Poche le differenze limitate alla coda) sovrastrutture, ruota anteriore di diverso diametro e poche altre piccole differenze capaci però di rendere diverse le due moto come comportamento dinamico e stile di guida.
La Svartpilen 701 2020, la meno educata delle due sorelle, meno “pettinata”, quella che dice portami a giocare in campagna con quelle gomme tassellate Pirelli MT60RS.
Telaio a traliccio a vista e serbatoio, fianchetti e codino che si susseguono in una linea continua come fossero una monoscocca. Inusuale, ma del resto tutta questa moto è così, il taglio che unisce i due gusci, non una banale linea longitudinale ma una linea spezzata che diventa parte integrante del design, interrotta dal bel tappo per il rifornimento.

Serbatoio

Asimmetrica anche la linea con la parte sinistra che sfugge via verso la coda, mentre la destra si prolunga in basso a imitare la tabella portanumero che sovrasta il raffinato silenziatore di scarico.
Il radiatore non viene nascosto, anzi , viene messo in bella mostra con elementi stilistici che diventano parte integrante della linea, spigolosa e nello stesso morbida in alcuni dettagli che si fondono dando carattere alla Svartpilen.
Semplice, essenziale, ma completa e ben rifinita con dettagli davvero curati e raffinati come i comandi al manubrio con pompa freno Brembo e Frizione Magura e sospensioni WP ampiamente regolabili.
Quadro strumenti raccolto in un unico elemento con display digitale che comprende tutte le informazioni utili, marcia inserita compresa, con computer di bordo.
Sella corta, con finitura scamosciata per la zona del pilota, che termina, tronca, lasciando una piccola porzione all’eventuale, e coraggioso, passeggero.  Portatarga a filo ruota posteriore e grande faro a LED anteriore che fa il verso al fanale di coda incastonato come una gemma nella coda.

Svartpilen 701

Gomme moderatamente tassellata stile Flat Track, con l’anteriore da 18” invece che 17”, e un bel manubrio largo che promette maneggevolezza e comodità. Promette e mantiene dato che ci si trova ben inseriti nella moto con le gambe che si inseriscono sotto alle protuberanze estetiche del serbatoio, o meglio del guscio che lo riveste. Solo 12 litri di capienza, ma con i ridotti consumi di questo mono di strana se ne può fare comunque.
Snella, leggera, circa 160 kg, maneggevole, amichevole, ma non fatevi ingannare, il mono quattro valvole sprigiona ben 75 cavalli di razza e complice un cambio con rapportatura corta rende la Svartpilen decisamente scattante e pronta al comando del polso destro.

Fagna

Un motore a cui fa eco una ciclistica svelta e precisa, capace di mantenere la linea impostata e fiondarsi nelle curve con una velocità incredibile. Sul veloce e in autostrada si sente la mancanza di un riparo aerodinamico anche se la spinta dell’aria fino a velocità codice è sopportabile.
Imbattibile nel misto stretto dove il limite può essere solo nelle gomme tassellate quando si esagera nelle pieghe, anche se le Pirelli MT 60RS si dimostrano decisamente adatte a questa filosofia di moto.
Gomme montate su bellissimi cerchi a raggi che permettono comunque il montaggio di pneumatici tubeless.
Divertente, basta tenerla su giri con quel motore che ama girare alto, e giocare con un cambio che l’eccellente Easy-Shift rende preciso e morbido sia in scalata che in salita, ad ogni regime.

Svartpilen 701

Danza sulle curve con agilità e i cambi di direzione sono fulminei grazie anche al ridotto peso che aiuta molto a controllare una che porta sicuramente ad osare in sicurezza.
Puro divertimento su strada e certamente quando questa si sporca e diventa terra battuta, se si è capaci, questo viene amplificato.
Una moto che in città diventa una complice inaspettata per trasferimenti veloci, snella, maneggevole e con un bel tiro in basso, scattante ai semafori e quando ci si deve disimpegnare velocemente nel traffico.
L’unico appunto alla capacità di carico inesistente a meno di mettersi uno zainetto o una borsa da serbatoio, ma con quest’ultima si andrebbe a rovinare un’estetica che chi sceglie questa moto preferisce mantenere.

Svartpilen 701

Dicevamo semplice, nessuna diavoleria elettronica, mappe motore o altro, a parte un ottimo Traction Control e l’ABS, entrambi escludibili, ma tanta sostanza anche nelle sospensioni, tarate sul rigido, WP APEX. All'anteriore Forcella a steli rovesciati da 43 mm con funzioni di smorzamento separate, mentre al posteriore un ammortizzatore infulcrato al forcellone mediante un sistema di leveraggi.
Frenata affidata a una coppia di dischi, anteriore da 320mm e posteriore da 240mm, con pinze Brembo; molti avrebbero magari gradito il doppio disco posteriore, ma di fatto questa unità frenante ha dimostrato di essere altamente all’altezza delle prestazioni con frenate potenti e modulabili senza dover per forza avere un aggravio inutile di peso sulla ruota anteriore a tutto vantaggio della guidabilità.

Vizzola Ticino

Una Fun Bike capace di conquistare fin dai primi chilometri che è un peccato usare solo per andare al bar, una moto che non passa inosservata e che si distingue dalla massa già nella sua configurazione di serie ma che può essere ancora maggiormente personalizzata con gli accessori che Husqvarna ha previsto per la sua Svartpilen 701.
Per potersela mettere nel box servono 8,700 €  una cifra adeguata per avere uno di quei modelli di moto che non seguono le mode, di cui difficilmente ci si stufa, un giocattolo da adulti per chi vuole distinguersi.

Caratteristiche tecniche e gamma sul sito HUSQVARNA

Husqvarna Svartpilen 701

Grazie a Husqvarna Italia per la moto in uso

Foto di Roberto Serati

Abbiamo utilizzato: Casco Caberg Ghost – Giacca IXON – Pantaloni PMJ Legend – Stivali Stylmartin District WPGuanti Ixon riscaldabili

GALLERY



Fagna
Profilo